Serie A 2014-15: il calendario

 

Presentato il calendario di Serie A della prossima stagione è tempo di bilanci sul cammino che attende le venti squadre di A verso il raggiungimento del Tricolore e dei vari obiettivi stagionali.

Si parte il 31 Agosto con i campioni d’Italia della Juventus che ripartono da Verona e dal Chievo alla conquista del poker tricolore: non mancano i precedenti tra Chievo e Juve alla prima di campionato, infatti sia nella stagione 2005/06 e 2009/10 a Torino si era disputata la sfida tra le due compagini con due vittorie juventine per 1-0, siglate da Trezeguet e Iaquinta. La principale rivale dei bianconeri, cioè la Roma, riparte invece dall’Olimpico nella delicata sfida contro la Fiorentina di Montella, autore del gol decisivo nell’ultima sfida tra le due squadre all’esordio del campionato: era il lontano 2004/05 quando la Roma di Voeller batteva per 1-0 la Fiorentina appena tornata in Serie A dopo gli anni del fallimento.

La terza in classifica, il Napoli, riparte da Genova e dal Genoa, mentre il neo allenatore del Milan Filippo Inzaghi parte da San Siro e da una sfida in cui ha segnato diversi gol importanti, cioè Milan-Lazio: nella stagione 2002/03 un suo gol fu decisivo in un’emozionante pareggio per 2-2 tra le due squadre.

L’Inter di Mazzarri parte dall’Olimpico di Torino contro i granata alla ricerca di quei tre punti che la scorsa stagione svanirono nei minuti finali in un avvincente 3-3 tra toro e biscione.

Il primo big match del campionato è alla terza giornata, quando a San Siro ci sarà la sfida tra due veri nemici: Inzaghi contro Allegri, con il ritorno del tecnico livornese nello stadio che mai totalmente lo ha apprezzato. Milan-Juventus alla terza è una partita già decisiva per comprendere la rotta presa da due squadre che, in maniera diversa, sono ancora un cantiere aperto. Fallire questo match può essere una prima sentenza per il ridimensionamento di una delle due compagini. Curiosità per vedere uno contro l’altro due allenatori che mai si sono amati ai tempi rossoneri: si racconta addirittura che si arrivò alle mani durante i primi mesi della scorsa stagione, quando uno allenava la prima squadra e l’altro la Primavera.

Alla quinta giornata il primo derby stagionale: Genoa-Sampdoria, il derby della Lanterna con la curiosa sfida tra Preziosi e Ferrero, due presidenti amici fuori dal campo e celebri sfidanti a carte, pronti a mettere questa volta sul loro tavolo da gioco un pallone.

Il 5 Novembre, alla sesta giornata, la sfida tra le prime due dello scorso campionato: Juventus-Roma. La Roma di Garcia sta effettuando un ottimo mercato e vuole approfittare a tutti i costi del clamoroso autogol bianconero legato all’addio di Conte. Come nella scorsa stagione, la prima a Torino e la secondo a Roma, con la differenza che questa volta la gara di ritorno sarà decisiva e non inutile come nella scorsa stagione. Nella stessa giornata sfida tra Fiorentina e Inter, partita sicuramente decisiva per decidere chi si inserirà nella lotta tricolore dietro le proverbiali favorite d’obbligo. La giornata successiva è ancora big match per l’Inter, con la sfida a San Siro contro il Napoli di Benitez, mentre all’ottava sempre il Meazza protagonista con Milan-Fiorentina.

Alla decima giornata, in un 2 Novembre che non promette nulla di buono, la sfida più a rischio dell’intero campionato tra Napoli e Roma. I fatti della finale di Coppa Italia sono un pessimo precedente e bisognerà cercare di evitare in ogni modo i contatti tra due tifoserie che si odiano ormai da anni. La giornata successiva, nel ricordo di quella triste finale, Fiorentina-Napoli, sfida che in campionato, nella scorsa stagione, è finita in mezzo a numerose polemiche causa l’espulsione ingiusta di Cuadrado.

La dodicesima giornata il derby della Madonnina: su 160 precedenti in Serie A sono 50 le vittorie rossonere e 60 quelle nerazzurre. Nella stessa domenica un’altra interessante sfida, quella tra la Lazio di Lotito che sta effettuando un ottimo mercato e la Juventus. Nella giornata successiva non mancheranno le emozioni: il derby della Mole tra Juventus e Torino e Roma-Inter.

Il 7 Dicembre la Juventus torna nel luogo del delitto: Fiorentina-Juventus è una sfida agrodolce per i colori bianconeri pensando alla scorsa stagione. Da un lato la rovinosa sconfitta per 4-2 causata da uno strepitoso Giuseppe Rossi, mentre dall’altro lato è forte il ricordo della vittoriosa trasferta di Europa League dove, negli ottavi di finale, una perfetta punizione di Pirlo permise ai bianconeri di eliminare gli uomini di Montella.

Tra la quindicesima e la sedicesima giornata due gare delicate per il Milan: prima contro il Napoli in casa e poi a Roma contro i giallorossi. Prima di Natale altre due sfide delicate: Inter-Lazio e l’atteso derby di Verona. Il ritorno dalle vacanze natalizie è caldissimo con il derby d’Italia tra Juventus e Inter, mentre alla penultima due sfide che, se i verdetti non saranno ancora scritti, saranno al cardiopalma: Napoli-Juventus e il derby di Roma.

Si inizia il 30 Agosto e si concluderà il 31 Maggio 2015. Le soste previste sono quattro, come i turni infrasettimanali. Non ci resta che aspettare il via del campionato e le sue emozioni, speriamo solo positive e rigorosamente legate al prato verde, visti i tristi avvenimenti passati.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here