Serie B al rush finale

A sette giornate dalla fine il campionato di Serie B vive un momento decisivo in due zone della classifica: play off e play out. Mentre infatti il primo posto è già assegnato grazie ai 72 punti conquistati fino ad ora dal Palermo, il secondo posto e la zona play off sono molto avvincenti. Questa sera c’è stato il sorpasso del Latina sull’Empoli per quanto riguarda la seconda posizione e questo avvenimento è la dimostrazione di due cose: innanzitutto che l’Empoli è realmente in crisi, come i risultati altalenanti di questo 2014 dimostrano, e poi che dietro i toscani c’è una concorrenza davvero agguerrita, da cui adesso sembrano emergere i nerazzurri, capaci di ottenere 9 punti nelle ultime tre giornate. La cosiddetta maledizione del terzo posto, che faceva sì che ogni squadra che raggiungeva questa posizione la domenica successiva perdeva, sembra aver trovato nel Latina la cura e adesso, con ancora 21 punti a disposizione, i neopromossi si ritrovano a 57 punti mentre Tavano e compagni sono dietro di un punto.

Con i 56 punti dell’Empoli parte la fitta zona play off con il Crotone al quarto posto. Gli squali hanno ottenuto gli ultimi 3 dei loro 55 punti totali in casa contro il Varese, in una partita durissima nonostante l’inferiorità numerica degli ospiti. Il Crotone si è trovato sempre più vicino alla beffa che alla vittoria, ma un finale arrembante ha permesso al Crotone di ottenere un rigore e a Bernardeschi (fresco di stage azzurro) di siglare questo fondamentale 3-2. Dietro si trovano il Cesena (52 punti), sconfitto 1-0 a Cittadella; Siena, Spezia e Lanciano a 51 punti; Modena, Trapani ed Avellino a 49. Naturalmente ognuna di queste squadre ha una storia diversa, ad esempio il Siena senza penalizzazione sarebbe secondo, menre le altre hanno vissuto tutte alterni momenti di gloria poi crollati nella maledizione terzo posto. Di questo gruppetto le più in forma sembrano Crotone, Spezia e Lanciano, mentre le altre pagano un momento di normale appannamento durante un campionato lungo come la B. Questo trenino di squadre però permette a tutte di recuperare con una sola vittoria diverse posizioni e quindi è presumibile che fino all’ultimo le posizioni per gli spareggi saranno lottate: vi potranno partecipare massimo 6 squadre che rientrano nel perimetro di 14 punti dal terzo posto in giù. Vista la situazione avremo per la prima volta questi play off a 6.

Dai 46 punti del Pescara ai 43 del Varese c’è un limbo di squadre senza obiettivi, mentre dai 39 del Novara ai 28 della Reggina ci si gioca molto.Le ultime tre vanno in Lega Pro mentre la quart’ultima e la quint’ultima, se il distacco tra di loro non supera i 4 punti, si giocheranno i play out. Il Novara sembra sicuro di assicurarsi almeno il playout, mentre tra Cittadella, Padova e Reggina ballano 8 punti che potranno decidere il destino di tutte e 3 e del Novara. Anche qui ci sarà da lottare, con Cittadella e Padova che in prospettiva sembrano in grado di mantenere in vita i play out ma si dovrà decidere chi sfiderà il Novara.

Non ci resta quindi che seguire questi ultimi 630 minuti in attesa delle sfide di giugno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here