Il “gallo” e l’arbitro sconfiggono il Crotone

325
  • di Massimiliano Aquino

Torna in campo il Crotone dopo la sosta per le Nazionali. Nella tredicesima giornata di campionato, i Pitagorici affrontano allo Scida il lanciatissimo Torino di Mihajlovic. Durante la pausa per le Nazionali, mister Nicola ha svolto delle sedute personalizzate con i singoli giocatori per migliorare le azioni da uno contro uno, e due contro due nei novanta minuti di gioco. Contro il Torino, Nicola cerca la seconda vittoria in campionato contro la sue ex squadra, che proprio 10 anni fa, riconquistò la Serie A grazie anche ad una sua rete nei play off contro il Mantova: “Quello era un gruppo unico, ma per determinazione rivedo lo stesso furore nei miei giocatori. Dobbiamo proseguire nella nostra crescita. Nell’ultimo periodo abbiamo espresso buone qualità anche contro l’Inter. Dovremo evitare soprattutto le disattenzioni”. Brutte notizie giungono dall’infermeria per il difensore Claiton, che a causa di un trauma distorsivo collaterale al ginocchio destro, resterà fermo un mese. Da valutare anche i tempi di recupero dell’attaccante Nalini che ha rimediato un’elongazione del flessore sinistro.

belotti-in-contrasto

Primo tempo – Inizia con il Crotone il primo tempo della partita. La prima azione dei Calabresi arriva con Palladino che in verticale prova a servire Falcinelli, ma la difesa granata respinge l’azione. I padroni di casa provano ad imporsi sugli avversari, e al 5′ di gioco si portano al tiro con Capezzi. Dopo 9′ il Torino prova a rispondere con Iago Falque che dal limite dell’area prova ad impensierire il portiere rossoblu. I Calabresi dinuovo pericolosi all’11’ con Barberis che dai 30 metri prova a sorprendere Hart che si salva in angolo. Il Torino guadagna metri sul campo e il Crotone inizia a soffrire le azioni degli undici di Mihajlovic. Il Crotone riesce a ripartire al 27′ con una ripartenza di Rosi che dal fondo crossa in area per trotta, ma l’attaccante manda la palla fuori dallo specchio. Alla mezz’ora di gioco il portiere Hart regala la palla a Trotta, ma l’attaccante non riesce a concludere a rete. I Pitagorici prendono le misure al Torino e con insistenza si poertano in area avversaria. Al 34′ Falcinelli dalla destra crossa in area per Trotta, ma Rossettini si oppone con il corpo alla conclusione dell’attaccante. Il Torino si rivede in attacco al 37′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma Palladino respinge la conclusione di Benassi. Il Crotone riparte in contropiede e al 38′ con Rosi che di prima intenzione, serve Trotta per la corrente Palladino, ma l’attaccante non riesce a trovare la porta. Al 43′ di gioco Belotti riceve un cross in area e lascia partire un tiro deviato in angolo da Ferrari. Si conclude sul risultato di parità la prima frazione di gioco.

esulta-torino

Secondo tempo – Riprende con il Torino in avanti il secondo tempo della partita. Ljajic serve Baselli che dal limite dell’area calcia verso la porta difesa da Cordaz. I Calabresi provano a spingere come nel finale di primo, ma la retroguardia dei Granata respinge bene le azioni offensive. Al 49′ Iago Falque serve un cross a Baselli che vede respingersi la conclusione da Ferrari.  Crotone in avanti al 66′ con Palladino che calcia dalla distanza verso la porta di Hart. Il Torino risponde con Ljajic che su calcio di punizione va vicino al gol del vantaggio. I padroni di casa vicini al gol al 73′ con il neo entrato Simy, che ben servito da Palladino, batte di testa ma la sua conclusione viene deviato dalla respinta di Rossettini. Al 79′ sugli sviluppi di una ripartenza, il Crotone potrebbe portarsi in area avversaria, ma Capezzi non trova il passaggio vincente per Falcinelli. Nel finale di partita, il Torino si porta in vantaggio a 10′ dal termine, con  Ljaijc che trova il passaggio vincente per Belotti, che a tu per tu con Cordaz, mette in fondo alla rete il gol del vantaggio. Gli undici di Nicola provano a reagire, ma il Torino rallenta la manovra di gioco con il possesso palla. Proteste dei Calabresi all’ 84′ per un fallo subito in area da Falcinelli e non fischiato dal direttore di gara. Il Torino trova il gol del raddoppio all’ 89′ ancora con Belotti che di potenza batte a rete il passaggio vincente di Boyè. Al 93′ Hart nega il gol della bandiera a Falcinelli con un doppio intervento. Dopo 3′ di recupero termina la sfida tra Crotone e Torino. Per i Calabresi un’altra sconfitta maturata nei minuti finali. Proteste in occasione del primo gol per un presunto fuorigioco di Belotti.

 

Crotone – Torino tabellini

 

Precedenti – Crotone e Torino si sono affrontati 12 volte in serie B. Il bilancio dei Calabresi è di 3 vittorie, 5 pareggi, 4 sconfitte.

 

Statistiche – La squadra Calabrese dopo 13 giornate di campionato, ha ottenuto 1 vittoria, 2 pareggi, 10 sconfitte. Il bilancio delle reti è di 10 gol segnati e 24 subiti. I Pitagorici in 10 occasioni sono andati in gol con Falcinelli (3 reti), Palladino, Rosi, Sampirisi, Simy, Stoian, Trotta (2).

 

Crotone: Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Mesbah, Rohden (81′ Stoian), Capezzi, Barberis (92′ Crisetig), Trotta (70′ Simy),  Falcinelli, Palladino. All. Nicola.

 

A disposizione: 5 Festa, 95 Cojocaru, 23 Dussenne, 21 Cuomo, 31 Sampirisi, 77 Fazzi, 87 Martella, 24 Tonev.

 

Torino: Hart,  Zappacosta, Rossettini, Castan, Benassi (78′ Boyè), Barreca, Moretti, Valdifiori, Baselli (72′ Obi), Iago Falque (57′ Martinez), Ljajic, Belotti. All. Mihajlovic.

 

A disposizione: 1 Padelli, 90 Cucchietti, 93 Ajeti, 23 Barreca, 29 De Silvestri, 5 Bovo, 25 Lukic, 6 Acquah, 11 Maxi Lopez.

 

Direttore di gara Celi di Bari

Stadio Ezio Scida Crotone

Marcatori: 81′ 89′ Belotti (T)

Ammoniti: Palladino (C) Martinez (T)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Allianz Bisignano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here