Serie B 2014-15, analisi 7°giornata

Comincia con l’anticipo del Venerdì tra Livorno e Crotone la settima giornata della Serie B 2014-15.

Nel primo tempo un bel Crotone è andato più volte vicino al vantaggio con De Giorgio, rischiando seriamente di porre fine al rapporto tra l’allenatore Gautieri e la squadra amaranto. Ma ai calabresi è mancato il cinismo nei primi quarantacinque minuti e così, con l’entrata in campo di Galabinov e il cambio di modulo, il Livorno ha preso in mano la gara riuscendo a vincerla grazie alla rete di Bernardini. Il Livorno ha rischiato il 2-0 con il bulgaro ma ha anche temuto il pari quando al trentaseiesimo c’è stato un doppio palo su corner di Ciano e respinta di Oduamadi. Finisce così con un’ottima vittoria per gli amaranto che fa respirare Gautieri, mentre Drago deve ancora trovare la quadratura al cerchio di questo Crotone.

Il Sabato pomeriggio inizia con la gara tra lo Spezia e la capolista Perugia, imbattutta da 7 mesi. Questa striscia positiva è però finita ieri, in una gara parecchio nervosa viste le espulsioni di Nicco e Taddei del Perugia e del tecnico Bjelica dello Spezia. A decidere la gara le reti dell’esordiente Situm (colpo di testa in mischia) e Cisotti (contropiede).

La sfida tra due dei migliori attacchi del campionato (Carpi e Pro Vercelli) finisce con soli due tiri in porta totali, ma buon per i padroni di casa che uno di questo è quello della rete decisiva dell’1-0: decide Di Gaudio. La squadra di Castori conclude il match per la prima volta senza subire reti e sorpassa in classifica proprio i piemontesi, con quest’ultimi giunti al terzo ko stagionale causato soprattutto dagli errori sottoporta degli attaccanti.

La sfida tra due delle sorprese della scorsa stagione (Trapani e Latina) termina con la vittoria dei padroni di casa grazie ad un rigore realizzato dal solito bomber Mancosu (abile a guadagnarsi anche il rigore). Per il Latina, invece, bisogna riflettere molto su cui sfruttare al meglio l’enorme potenziale della squadra che però fino ad ora è stato inespresso.

Altra vittoria casalinga per 1-0 nella gara tra Frosinone e Catania, in cui decide il match Paganini di testa (su cross di Crivello). Il Catania è crollato dopo l’infortunio di Spolli e l’espulsione di Cani, vittima anche del solito calo fisico che colpisce i siciliani nel finale di gara.

Pareggio senza reti tra Vicenza e Bologna, in una gara piuttosto bruttina. Per gli ospiti un dato però incoraggiante: terza gara di fila senza subire gol, aspetto che in B fa molte volte la diffenenza. L’occasione migliore della gara capita ad Acquafresca (tiro addosso a Bremec).

Bellissima gara tra Cittadella e Lanciano: tre gol di Vastola regalano la vittoria agli ospiti, mentre i padroni di casa incappano nella terza sconfitta di fila. Al vantaggio di Coralli risponde l’1-2 di Vastola tra il minuto dodici e il diciannove del primo tempo. L’entrata in campo di Rigoni permette agli uomini di Foscarini di pareggiare il match, ma un clamoroso errore del portiere Valentini regala a Vastola la tripletta.

Netta vittoria del Pescara sull’Entella, grazie alla tripletta di Maniero e al gol di Pasquato. Nonostante il risultato netto, però, gli abbruzzesi hanno subito gli ospiti sul piano del gioco per lunghi tratti.

Due pareggi per 1-1 tra Bari e Modena e Brescia e Varese. Nel primo match è Caputo a portare il Bari in vantaggio, ma spreca successivamente due occasioni nitide che potevano portare alla sua squadra i tre punti. Per punizione arriva il pari di Salifu, che successivamente si infortunerà. Nell’altra gara continua la striscia senza vittorie al Rigamonti del Brescia che, nonostante il vantaggio su rigore di Caracciolo e il ritorno in campo di Sodinha, viene bloccato sul pari all’ultimo secondo grazie alla splendida punizione di Zecchin.

In attesa di Ternana-Avellino di Lunedì, il Perugia mantiene la vitta, inseguito a due punti da Frosinone, Carpi e Trapani. Il Crotone scivola invece in terz’ultima posizione.

Prossimo turno:

Sabato 11 ottobre

PRO VERCELLI SPEZIA, ore 18

MODENA BRESCIA, ore 20.30

Domenica 12 ottobre

CATANIA BARI, ore 12.30

AVELLINO CARPI, ore 15

CROTONE PESCARA, ore 15

ENTELLA TERNANA, ore 15

LANCIANO VICENZA, ore 15

LATINA BOLOGNA, ore 15

LIVORNO TRAPANI, ore 15

PERUGIA FROSINONE, ore 20.30

Lunedì 13 ottobre

VARESE CITTADELLA, ore 20.30

Armando Zavaglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here