Europa League 2014-15: Top & Flop ritorno Sedicesimi

Letture: 1780
R&B Sport

Nel celebrare un Giovedì storico per il calcio italiano (mai successo che cinque squadre su cinque arrivassero agli Ottavi di Uefa, con il 31% di possibilità di sollevare il trofeo), ecco Top e Flop del ritorno dei Sedicesimi di finale:

Top:

Guarin: La sua botta tremenda sancisce la fine delle speranze scozzesi e la qualificazione nerazzurra. Il gol suggella un’ottima prestazione.

Totti: Torna il totem di sempre e porta la sua squadra e la sua città a vendicarsi del “sacco di Roma” della settimana precedente.

Gomez: Gol e assist di tacco rendono la serata magica per l’ex tedescone triste. Strappa applausi anche per un paio di recuperi.

Darmian:Aiuta Maksimovic in fase difensiva, ma si fa notare maggiormente in quella offensiva: assist e gol qualificazione. Notte magica.

Mertens: Notte del riscatto per l’olandese, autore di belle intuizioni e lanci felici.

Flop:

D’Ambrosio: Torna dopo un mese e qualche errore ci sta, ma quello con cui libera davanti alla porta un giocatore del Celtic dopo otto minuti è un liscio da spavento: Carrizo lo salva.

Nainggolan:Subentrato dalla panchina, mette in campo solo il minimo sindacale. La panca sembra avergli tolto un po’ di voglia.

Alonso: Spesso in difficoltà nella fase difensiva. Unica nota poco lieta della serata viola.

Martinez: Entrato sul 3-2, spreca una grandissima idea di El Kaddouri che però non crea rimpianti.

Jorginho: Nemmeno in questa gara è tornato a splendere come a Verona. Giocate troppo prevedibili.