Europa League 2014-15: Top & Flop Ottavi d’andata

Letture: 1401

Top:

Higuain: Eroe napoletano, come sempre. La trasferta di Mosca diventa meno pericolosa grazie alla sua tripletta.

Neto: Si prende la tanto attesa rivincita e gli applausi dei tifosi viola dopo un inizio d’anno da separato in casa. Bravissimo sul rigore di Ljajic, come in un’altra occasione su Nainggolan.

Keita: Altro gol pesante e altra grande prestazione. Tecnica ed esperienza gli permettono di sopperire ai limiti fisici dati dall’età.

Shaqiri:  In avvio spacca la difesa tedesca con continue accellerazioni e avviando tutte le azioni offensive dei suoi. Unica pecca: gli manca lo spunto decisivo.

Padelli: Tiene in vita i suoi grazie ai duelli vinti contro Rondon e Hulk. Non impeccabile nell’azione dell’1-0 Zenit.

Flop:

Jorginho: Ennesima serata negativa per l’ex Verona. Anche fisicamente sembra più impacciato rispetto ai compagni.

Alonso: Ha evidente limiti tecnici ed è sua la responsabilità sul pari di Keita.

De Rossi: Disastroso. Perde il pallone da cui nasce il gol di Ilicic. Giocherà solo ventidue minuti causa infortunio.

Carrizo: Deludentissimo. Sulla prima rete potrebbe fare di più poichè il tiro è centrale, ma è sugli altri due gol che da il peggio di sè: serve l’assist del 2-1 e si tuffa goffamente sulla punizione del 3-1. Imbarazzante.

Benassi: Dopo soli ventotto minuti lascia i suoi in 10 causa stupido secondo giallo. Leggerezza imperdonabile.