Crotone-Genoa 1-3, l’ex Juric prende i tre punti

IL CROTONE SCONFITTO DAL GENOA DI JURIC

14117941_1506002166077365_650228075352367834_n-300x200 Crotone-Genoa 1-3, l'ex Juric prende i tre punti

È iniziata a Pescara l’avventura casalinga del Crotone di mister Nicola. Una partita che i rossoblu hanno disputata lontano dalle mura amiche e senza il supporto dei tifosi, che a causa del protrarsi dei lavori di rifacimento dello stadio Ezio Scida, hanno rinunciato alla trasferta di Pescara in segno di protesta contro la società Calabrese. Nonostante la mancata partecipazione nel match contro il Genoa dell’ex tecnico Ivan Juric, i tifosi del Crotone, hanno fatto sentire la loro vicinanza alle popolazioni colpite dal terremoto, acquistando il biglietto per la sfida contro il Grifone, dal momento che gli incassi della partita, sono stati devoluti in favore delle popolazioni colpite dal terremoto nei giorni scorsi. Nella sfida contro il Genoa, in campo il nuovo arrivato Rosi, difensore esterno che la società Calabrese ha messo a disposizione del tecnico Nicola insieme all’acquisto del difensore centrale Noe Dussene per rinforzare la squadra nel reparto arretrato.

 

La prima partita del Crotone tra le “mura amiche”, si è conclusa con una sconfitta per 3 reti a 1 dopo il vantaggio iniziale di Palladino.

Il Crotone infatti, sin dai primi minuti di gioco ha provato a prendere le redini del gioco, andando al tiro dai 25 metri con Simy al secondo minuto di gioco. Gli undici di mister Nicola prendono il pallino del gioco  e in diverse occasioni hanno impegnato la difesa avversaria con calci di punizione e tiri dalla bandierina, sfiorando il gol del vantaggio con un doppio palo, prima con Rosi che ha infranto il tiro sul palo, poi con Palladino che ha colpito la traversa. Al 34’ minuto del primo tempo, Palladino ha portato il Crotone in vantaggio con un preciso destro da centro area indirizzato nell’angolino basso. La reazione del Genoa è arrivata allo scadere del primo tempo con Pavoletti che ha visto respingersi dal portiere Festa il tiro di testa indirizzato sotto la traversa. Si conclude con il vantaggio dei Calabresi il primo tempo della partita.

 

Nella ripresa il Crotone ha provato a ripartire con il forcing del primo tempo, ma dopo appena sei minuti di gioco, il Genoa ha trovato il gol del pareggio con Gapke che a porta vuota non ha potuto far altro che battere a rete l’assist di Ntcham. Il gol del pareggio ha mandato in confusione la squadra Calabrese, e al minuto 55’, Pavoletti ha battuto a rete l’assist di Veloso. Dopo nove minuti Pavoletti con la punta del piede sinistro. I tre gol subiti in 15’ minuti hanno disorientato la squadra Calabrese. Dalla panchina mister Nicola ha provato a cambiare gli schemi di gioco, ma il Genoa in diverse occasioni ha rischiato il gol del 4 a 1.  Nel finale di match Capezzi appena entrato, è andato vicino al gol del 3 a 1 ma la palla ha sfiorato il palo. Pochi minuti dopo Tonev ha provato il tiro dalla distanza, ma la reazione dei Calabrese non ha creato pericoli alla difesa genoana. Dopo quattro minuti di recupero, la squadra dell’ex tecnico Juric, ha festeggiato la seconda vittoria consecutiva dopo quella ottenuta domenica scorsa contro il Cagliari.

Il Crotone è ora atteso dalla trasferta di Empoli domenica 11 settembre dopo la pausa per la Nazionale.

Massimiliano Aquino

Precedenti: in otto incontri disputati in serie B contro il Grifone, i rossoblu hanno ottenuto una vittoria, quattro pareggi, e tre sconfitte.

 

Crotone – Genoa formazioni

 

Crotone: 5 Festa, 17 Ceccherini, 3 Claiton (78’ 31 Sampirisi), 13 Ferrari, 22 Rosi (81’ 28 Capezzi), 20 Salzano, 6 Rohden, 87 Martella, 24 Tonev, 99 Simy,  7 Palladino. All. D. Nicola

A disposizione: 1 Cordaz, 77 Fazzi, 14 Gnahorè, 21 Cuomo, 28 Capezzi, 31 Sampirisi, 33 Viscovo, 18 Barberis, 11 Di Roberto, 12 Stoian, 9 Nalini, 10 De Giorgio.

 

Genoa: 23 Lamanna, 5 Izzo, 8 Burdisso, 24 Munoz (82’ 15 Marchese), 22 Lazovic, 88 Rincon, 44 Veloso, 93 Laxalt, 10 Ntcham (30 Rigoni 72’), 19 Pavoletti, 11 Ocampos (13 Gakpe 46’). All. I. Juric.

A disposizione: 1 Perin, 38 Zima, 29 Fiamozzi, 3 Gentiletti 15 Marchese, 33 Renzetti, 20 Cissokho, 30 Rigoni, 26 Zanimacchia, 4 Cofie, 21 Pandev, 13 Gakpe, 9 Simeone.

 

Direttore di gara Rizzoli di Bologna.

Stadio Adriatico  Giovanni Cornacchia – Pescara.

Marcatori: 34’ Palladino (C), 51’ Gapke (G), 55’ 64’ Pavoletti (G)

Note – Ammoniti Ferrari (C), Palladino (C), Laxalt (G), Izzo (G).

 

 

 

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here