Marquez e Fenati: magie al Mugello

 

La Motogp torna a dare spettacolo in un weekend italiano, quello del Mugello, che vede trionfare per la sesta volta consecutiva (su sei gare di campionato!!!) Marc Marquez, seguito da un ritrovato Jorge Lorenzo e da Valentino Rossi che festeggia sul podio il trecentesimo gran premio iridato.

Sulla griglia di partenza si ripartiva dalla settima pole consecutiva conquistata dal campione del mondo sabato pomeriggio, con Andrea Iannone ancora positivo in prova con un’ottima seconda posizione e il terzo posto di Lorenzo. Il pilota maiorchino era quello che più di tutti doveva dimostrare qualcosa in questa gara, perchè gli ultimi risultati non erano assolutamente ammissibili per uno della sua classe. Valentino Rossi a causa di un errore nella scelta della gomma partiva invece da un deludente decimo posto che complicava di molto i piani di podio per il Dottore. Però, come molte volte succede in Motogp, i risultati del sabato possono essere completamente ribaltati di domenica e anche questa volta Valentino ha dato dimostrazione che se c’è da lottare lui c’è sempre, rimontando diverse posizioni e concludendo il suo fine settimana italiano in terza posizione. Questo è un podio importantissimo perchè Rossi non saliva sul podio del Mugello dal 2009; inoltre questo è il podio numero 151 nella massima categoria motociclistica per il campione italiano, conferma di come in questi suoi 19 anni di carriera abbia scritto una leggenda sportiva che difficilmente potrà essere dimenticata.

Davanti a Valentino c’è stata tantissima bagarre tra Marquez e Lorenzo, esattamente come nella scorsa stagione. Sembrava essersi smarrito tra i suoi dubbi e i suoi errori Jorge Lorenzo ma forse oggi, con questo bellissimo secondo posto, abbiamo ritrovato un campione che per lo spettacolo è fondamentale recuperare. Sembrava che Marquez questa volta non fosse in grado di ottenere i 25 punti perchè fino al penultimo giro Lorenzo ha risposto colpo su colpo ad ogni velleità di vittoria del campione del mondo, ma alla fine, causa un piccolo errore sul rettilineo del traguardo, Lorenzo ha dovuto cedere il passo al 93 che si porta così a casa altri 25 punti, per un totale di 150 su 150 disponibili. Numeri impressionanti e che ci fanno porre una domanda: qualcuno fermerà l’extraterrestre?

Dietro le prime tre posizioni il quarto posto di Dani Pedrosa, ancora deludente e sotto le aspettative, che determina il sorpasso di Valentino Rossi nella classifica iridata: il Dottore adesso è in seconda posizione con un punto di vantaggio sul numero 26. Al quinto posto Andrea Iannone, che conclude alla grande un ottimo week end.

Tra due settimane si torna in pista a Barcellona, con la possibilità per Marquez di superare il record di vittorie iniziali in campionato stabilito da Giacomo Agostini. Ma quale record non è alla portata di questo mostro spagnolo?

Nelle altre classi, vittoria di Rabat in Moto2 ma soprattutto vittoria in Moto3 di Fenati. Il pilota di Ascoli Piceno vince una gara fantastica piena di duelli e di sorpassi grazie ad un ultimo giro strepitoso con sorpasso decisivo nel rettilineo finale. La classifica generale vede Fenati meritatamente secondo nel Mondiale a soli 5 punti di distanza da Miller, oggi caduto nell’ultimo giro di gara. Tra quindici giorni, in Catalogna, il pilota del team Sky VR 46 dovrà cercare il sorpasso iridato che ora più che mai può essere decisivo per indirizzare il campionato dalla propria parte. Il “Talentino” sembra ormai essersi messo alle spalle le difficoltà delle scorse stagioni e forse l’Italia ha trovato davvero un degno successore nella grande tradizione motociclistica del nostro paese.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here