La sfida infinita

Oggi pomeriggio alle 18:00, il Bernabeu vivrà l’ennesima sfida tra blancos e blaugrana, per l’esattezza la numero 261 in tutte le competizioni (ufficiali e no).

Il Clasico, nome con cui viene definita la sfida tra le due grandi di Spagna, nasconde sotto una grande rivalità sportiva anche un’altra, ben più grande e profonda, cioè quella politica. Le due squadre, infatti, hanno da sempre rappresentato le due regioni rivali della Spagna, cioè la Catalogna e la Castiglia. La rivalità aumentò durante il periodo della dittatura di Francisco Franco, il quale fu accusato più volte di essere un sostenitore del Real Madrid e di tutto ciò che comportava il madridismo.

I tifosi blancos si difendono da queste accuse affermando che il dittatore tifava Atletico e non Real, aggiungendo il fatto che in quel periodo (dal 1939 al 1975) furono i catalani a conquistare il maggior numero di trofei nazionali (64 a 62).

La storia ci racconta di torti subiti da entrambe le parti in quel periodo, a sottolineare il fatto che una dittatura è negativa per tutti. La classica Sliding door nella storia del Clasico avvene nel 1943 nella Copa del Generalísimo: nella gara d’andata il Barca vinse 3-0, ma nella ripresa fu affossato per 11-1, con i mal pensati che vedono dietro questo strano risultato numerose pressioni franchiste sui giocatori del Barcellona a perdere la gara.

La rivalità riaffiorò negli anni cinquanta con il caso Di Stefano: il giocatore argentino (che poi vestì anche la maglia della Spagna) era di proprietà di due squadre argentine, cioè River Plate e Millionarios. Il Barcellona era interessato al giocatore e trovò l’accordo con i Millionarios, mentre i blancos lo trovarono con il River. La situazione complicata portò le due squadre spagnole a trovare uno strano accordo: Di Stefano avrebbe dovuto giocare la sua prima stagione spagnola in blanco, mentre la seconda con la maglia blaugrana. Inizialmente il presidente del Barcellona accettò tale compromesso, ma successivamente fu sospinto dai suoi tifosi a far decadere l’accordo, consentendo così l’apertura del ciclo delle prime cinque Coppe Campioni del Real Madrid.

Oggi questa sfida assume un grandissimo valore, perchè da quasi due decenni sono sempre queste due squadre a conquistare la Liga (eccezion fatta per l’Atletico della scorsa stagione) e quindi i sei punti del Clasico hanno un peso fondamentale nella lotta al titolo.

Il recente bilancio vede il Real Madrid nettamente inferiore negli scontri diretti contro i blaugrana, vincendo solo tre volte al Camp Nou dal 1989 ad oggi. Più in generale, nelle ultime stagioni sono state numerose le vittorie del Barca, tra cui il 2-6 del Bernabeu e la manita (5-0) del Camp Nou nel Novembre 2010.

Quando si parla di Clasico e di 2011, non si può dimenticare la lunga striscia di sfide della stagione 2010-11, in cui ci sono stati ben sette Clasico, con il famoso 5-0 del Barca e l’1-1 del ritorno in campionato, la finale di Copa del Re vinta dal Real nei supplementari e poi il doppio confronto in semifinale di Champions vinto dal Barcellona (0-2 al Bernabeu. 1-1 in casa). In Estate si è poi disputata la finale di Supercoppa di Spagna, con il 2-2 del Bernabeu a cui è seguita la memorabile vittoria per 3-2 del Barcellona nella gara che verrà ricordata per il dito nell’occhio di Mou al compianto Vilanova. L’anno solare 2011 si conclude poi con l’ennesima vittoria del Barca in casa dei rivali (3-1), che però non impedirà ai blancos di tornare alla vittoria della Liga a fine stagione, anche grazie al successo Real in casa blaugrana nel Maggio 2012 (1-2 il risultato finale).

Le statistiche generali dicono che i derby disputati in Liga sono 168, con 70 vittorie blanche e 66 blaugrana (32 i pareggi); in Coppa del Re 34 sfide, con 12 vittorie Real e 15 Barca (7 pareggi); 12 sfide in Supercoppa di Spagna, con 6 vittorie Real, 4 Barca e 2 pareggi; nella Coppa de la Liga 6 gare disputate, con 4 pareggi e 2 vittorie barcelloniste; infine nelle Coppe europee 8 gare giocate con 3 vittorie Real, 3 pareggi e 2 vittorie del Barca. Se a queste competizioni ufficiali si aggiungono i risultati delle amichevoli (32 gare, 4 vittorie Real, 10 pareggi e 18 vittorie Barca) il totale è il seguente: guida il Barcellona con 107 vittorie e 58 pareggi, mentre il Real si ferma a 95 vittorie.

Per quanto riguarda le individualità, il giocatore più presente nei Clasico è Manuel Sanchis (Real Madrid, 43 presenze), mentre nella classifica delle reti segnate guida Messi (21), mentre Cristiano Ronaldo è fermo a 13.

Ma questo è il passato: oggi pomeriggio si scrive una nuova pagina di questa storia infinita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here