Il 2014 della Serie B

Letture: 1441

Il 2014 della Serie B è stato un anno davvero spettacolare, con due squadre ad eccellere nel mischione dell’anno solare: il Carpi (72 punti) e il Modena (69). I biancorossi sono la squadra con più gol all’attivo (67 in 43 gare), mentre i gialloblù sono quelli con meno gol incassati (35 in 42 gare) e con meno sconfitte (solo 7). Novellino può poi vantare nella sua rosa il bomber del 2014: Pablo Granoche autore di 23 reti in 40 gare.

Alle spalle delle due romagnole ci sono Bari (66) e Spezia (65), mentre le peggiori sono Cittadella e Varese (45). La squadra che ha pareggiato più gare è il Lanciano (21 partite).

Il calciatore con più presenze è Rizzato del Trapani: 42 gare da titolare con 3780 minuti giocati. Detto di Granoche, è Viviani il calciatore con più gol realizzati da fuori area (6). L’assist man per eccellenza è Mammarella con 13 passaggi vincenti. Il più sostituito è Di Gaudio del Carpi (23 partite su 34) mentre il giocatore più volte subentrato è Mangni.

Il più cattivo è Olivera (Brescia) con 19 cartellini (16 gialli e 3 rossi); i più squalificati sono sono Brignoli e Thiam, entrambi con 8 giornate di stop.

Il portiere più battuto è Mazzoni (Padova-Livorno) con 51 reti subite in 38 gare, mentre Andrea Caracciolo è il più sfortunato con 6 pali ma anche il più bravo dal dischetto con 9 centri su 9 tentativi. Suagher e Sabelli (Crotone-Carpi) sono i più vincenti del 2014 (18 gare vinte su 36 giocate).

Gli italiani impiegati nell’anno solare 2014 sono stati il 71,09 %, mentre i gol stranieri sono solo il 26,02 % su 1099 segnature. Il giocatore più giovane schierato è stato Nicoletti del Crotone (15 anni, 11 mesi e 20 giorni), mentre il più giovane marcatore è stato Sbrissa del Vicenza che ha segnato al Brescia l’8 Dicembre quando aveva ancora 18 anni, 2 mesi e 13 giorni.

Un anno di record e grandi numeri, ma il 2015 promette altrettanto bene.

Armando Zavaglia