I dubbi di Alonso

Il matrimonio tra Fernando Alonso e la Ferrari sembra giunto al termine. Dopo cinque anni di alti e bassi, Mondiali persi all’ultima gara e momenti di tensione (indimenticabile la discussione dell’Estate 2013 tra Montezemolo e il pilota, accusato di non essere uomo squadra), la scarsa competitività della F14 T ha acuito le discussioni e i problemi tra le due parti e la conseguenza principale di ciò sono le dichiarazioni dubbie sulla conferma del rapporto tra i due. Sia Mattiacci che Alonso alla domanda se il rapporto tra le due parti non si concluderà in questa stagione hanno risposto “Per il momento si”, lasciando tanti dubbi sul futuro del Cavallino e del suo miglior pilota.

Il rinnovo del contratto (dal 2016 al 2019) è ancora in discussione perchè le proposte di Mattiacci non soddisfano il pilota spagnolo. L’intenzione rossa è quella di proporre un progetto a lungo termine, i cui frutti si vedranno fra una o due stagioni, con l’obiettivo di aprire un nuovo ciclo vincente. Alonso però, consapevole dei suoi 33 anni, vuole una macchina già competitiva per la prossima stagione, con relative garanzie tecniche immediate e l’ingaggio di ingegneri importanti. Tra le sue condizioni l’asturiano ha proposto anche l’inserimento nel contratto di alcune clausole per liberarsi dopo un certo numero di gare se la vettura risultasse al di sotto delle aspettative. Probabile che abbia anche chiesto di rivedere la sua tabella premi in base ai punti ottenuti.

In conclusione, sembra che Alonso abbia alzato questo muro contro muro perchè vuole cambiare aria, ma a frenarlo è la mancanza di vere alternative alla Ferrari. La McLaren, ad esempio, lo corteggia ma è a corto di sponsor per poter pagare il ricco ingaggio del pilota. Altre possibili destinazioni sono la Red Bull (con lo scambio tra lui e Vettel in rosso) e la Mercedes (scambio con Hamilton).

Sembra quindi giunta al termine un’era di grandi prestazioni rosse a cui però non sono seguiti titoli mondiali. Un rimpianto che ha corroso un matrimonio sportivo di grandi aspettative.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here