Hamilton vince il GP di Azerbaijian. Follia Red Bull

Clamorosa vittoria di Lewis Hamilton nel GP di Azerbaigian. Sul tracciato cittadino di Baku, il pilota inglese della Mercedes, ha centrato la sua prima vittoria stagionale – dopo un digiuno di sette GP – grazie a un errore delle due Red Bull di Daniel Ricciardo e Max Verstappen, che di fatto, ha generato una reazione a catena per le sorti del GP. Dopo la prima curva la Ferrari di Vettel aveva conquistato il comando della gara. Alle sue spalle in lotta per il podio, le Mercedes di Bottas e Hamilton, la Renault di Sainz, e le Red Bull di Verstappen e Ricciardo. La Ferrari di Raikkonen in rimonta dalla retrovie dopo un contatto alla partenza con la Force India di Ocon. La svolta nella seconda parte di gara. Al 41º giro – dopo l’ennesimo botta e risposta tra i due piloti Red Bull – Daniel Ricciardo ha tentato l’attacco alla quarta posizione occupata da MaxVerstappen, ma il suo tentativo, è terminato con un tamponamento al compagno di squadra che ha costretto entrambi al ritiro. Il contatto tra le due vetture ha mandato in pista la safety car. Un episodio che ha compromesso la leadership di Vettel, che aveva accumulato 12″ di vantaggio su Bottas, e 19″ su Hamilton. L’ingresso della safety car ha favorito il pilota finlandese della Mercedes, che subito dopo la sosta di Vettel, ha approfittato dell’andatura dietro la safety car per fermarsi al cambio gomme, e rientrare in pista davanti alla Ferrari di Vettel. Un nuovo incidente accorso alla Haas di Grosjean – contatto con le barriere di protezione – ha ritardato il rientro in pit lane della vettura di sicurezza. A quattro giri dalla conclusione, la safety car è rientrata nella corsia dei box, lasciando a Bottas, Vettel, Hamilton, e Raikkonen, la possibilità di giocarsi la vittoria della corsa. Ripartenza disastrosa per Vettel che nel tentativo di difendersi dagli attacchi di Hamilton, ha tentato un sorpasso impossibile ai danni della Mercedes di Bottas. La frenata al limite di Vettel, con conseguente spiattellamento della gomma, ha regalato il podio a Hamilton e Raikkonen, con il tedesco della Ferrari insidiato anche dalla Force India di Perez. Al 49º giro foratura per la Mercedes di Bottas causato da un detrito in pista. La foratura di Bottas ha favorito la Mercedes di Hamilton, che dopo una gara del tutto anonima, con due secondi di vantaggio ha trionfato davanti alla Ferrari di Raikkonen, e alla Force India di Perez. La Ferrari di Vettel ha terminato la gara in quarta posizione. Podio inatteso per la Ferrari di Raikkonen, che dopo un contatto alla partenza con la Force India di Ocon, è stato costretto a rimontare dopo una sosta anticipata per sostituire l’alettone danneggiato. Buona la prestazione delle due Renault nella prima parte di gara davanti alle due Red Bull.

03-hamilton-vettel-azerbaijan-300x199 Hamilton vince il GP di Azerbaijian. Follia Red Bull
GP Azerbaigian, Baku, 6.003km, 51 giri, 306.049km totali.

Griglia di partenza

1 S. Vettel (Ferrari) 1’41″498 2 L. Hamilton (Mercedes) 1’41″677; 3 V. Bottas (Mercedes) 1’41″837 4 D. Ricciardo (Red Bull) 1’41″911; 5 M. Verstappen (Red Bull) 1’41″994 6 K. Raikkonen (Ferrari) 1’42″490; 7 E. Ocon (Force India) 142″523 8 S. Perez (Force India) 1’42″547; 9 N. Hulkenberg (Renault) 1’43″066 10 C. Sainz (Renault); 11 L. Stroll (Williams) 1’43″585 12 S. Sirotkin (Williams) 1’43″886; 13 F. Alonso (McLaren) 1’44″019 14 C. Leclerc (Alfa Romeo Sauber) 1’44″074; 15 K. Magnussen (Haas) 1’44″759 16 S. Vandoorne (McLaren) 1’44″489; 17 P. Gasly (Toro Rosso) 1’44″496 18 M. Ericsson (Alfa Romeo Sauber) 1’45″541; 19 B. Hartley (Toro Rosso) 1’57″354 20 R. Grosjean (Haas) no time.

Ordine d’arrivo

1 L. Hamilton 1h43’44″291, 2 K. Raikkonen a 2″460, 3 S. Perez a 4″024, 4 S. Vettel a 5″329, 5 C. Sainz a 7″515, 6 C. Leclerc a 9″158, 7 F. Alonso a 10″931, 8 L. Stroll a 12″546, 9 S. Vandoorne a 14″152, 10 B. Hartley a 18″030, 11 M. Ericsson a 18″512, 12 P. Gasly a 24″720, 13 K. Magnussen a 30″663, 14 V. Bottas +1 giro.

Classifica piloti

  1. Hamilton 70 punti, S. Vettel 66, K. Raikkonen 48, V. Bottas 40, D. Ricciardo 37, F. Alonso 28, N. Hulkenberg 22, M. Verstappen 18, S. Perez 15, C. Sainz 13, P. Gasly 12, K. Magnussen 11, S. Vandoorne 8, C. Leclerc 8, L. Stroll 4, M. Ericsson 2, E. Ocon 1.

Classifica costruttori

Ferrari 114 punti, Mercedes 110, Red Bull 55, McLren 36, Renault 35, Force India 16, Toro Rosso 13, Haas 11, Alfa Romeo Sauber 10, Williams 4.

Prossimo appuntamento 13 maggio GP di Spagna – Barcellona.

Dm Web di De Marco Fabrizio