Hamilton fa poker, il mondiale è suo

POKER DI HAMILTON NEL GP DI GERMANIA A PODIO RICCIARDO E VERSTAPPEN

  • di Massimiliano Aquino

Nel Gp di Hockeneim la Mercedes di Lewis Hamilton, ha conquistato la quarta vittoria consecutiva – la vittoria numero 49 in carriera – davanti alle Red Bull di Ricciardo e Verstappen.

Una vittoria maturata in seguito all’ennesima prova di forza dell’Inglese, che ha trionfato anche sul tracciato di casa della scuderia Anglo-Tedesca. Ancora una volta Hamilton, ha dimostrato di essere il pilota più forte in circolazione. Nico Rosberg anche sul tracciato di casa – lo stesso che lo ha proiettato nel circus della Formula1 – ha visto trionfare il suo compagno di box, leader del mondiale. Dopo aver conquistato il comando della gara nelle fasi iniziali della partenza, Hamilton ha dominato il Gp di Germania dall’inizio alla fine, giungendo al traguardo davanti alle Red Bul di Ricciardo e Verstappen, protagonista della gara insieme al vincitore. Infatti, le Red Bull di Ricciardo e Verstappen, dopo aver superato Rosberg alla partenza, hanno provato nelle fasi finali di gara, ad impensierire la leadership di Hamilton. Un risultato, che ha consentito ad entrambi i piloti, di condividere il palcoscenico del podio di Hockeneim. Le Ferrari dopo i segnali positivi del Gp di Austria, hanno condotto una gara del tutto anonima. Dopo l’ottima partenza di Raikkonen e Vettel, le rosse di Maranello, hanno accumulato giro dopo giro, secondi di ritardo dai rivali Mercedes e Red Bull, che di fatto, hanno allontanato entrambi i piloti dalla zona podio.

È evidente che nel box di Maranello, lo sviluppo della monoposto prosegue a rilento. Al contrario della Red Bull che dall’inizio del campionato ha modificato l’assetto delle sospensioni per avere una maggiore aderenza sui tracciati, e della Mercedes proiettata costantemente allo sviluppo della Power Unit, la Ferrari negli ultimi Gp, ha indirizzato lo sviluppo della monoposto, sull’assetto aerodinamico, una componente questa, rivelatasi inutile dal momento che il gap con le scuderie di vertice continua ad aumentare. Le dichiarazioni ottimiste di Vettel rilasciate prima della qualifiche di sabato, non sembrano ancora trovare riscontro. Ora, motori spenti per le prossime tre settimane. Si torna in pista il 24 agosto per il GP del Belgio – Spa Francorchamps.

I commenti dei protagonisti.

Hamilton: “Ho fatto una grandissima partenza e devo ringraziare i miei ingegneri per il bilanciamento incredibile. Ho dovuto cercare solo di tenere a bada un po’ il motore”.

Ricciardo: “Gara fantastica. Sono due weekend di fila che salgo sul podio. In gara si è vista una grande strategia e un ottimo passo”.

Rosberg: “È stata una giornata dura, pesante. Partendo in pole c’era la speranza di fare molto bene, ma è andato tutto male. Mi mancava un po’ di velocità alla fine, la gomma dietro non andava”.

Vettel: “In gara di solito siamo più veloci rispetto alle qualifiche, ma oggi in quinto o sesto tempo erano il massimo ottenibile. Torneremo più forti”.

Raikkone: “Non sono arrabbiato. Di certo però non siamo contenti. È doloroso per noi vedere la Ferrari così. Non siamo dove vorremmo essere”.

Arrivabene: “Abbiamo visto subito che i problemi noti ritornavano a galla. È evidente che la Red Bull ha fatto un miglioramento. Vuol dire che invece di un competitor ora ne abbiamo due”.

Il weekend di Hockeneim.

In qualifica Rosberg ha conquistato la seconda pole position consecutiva – la quinta in stagione – davanti al proprio pubblico. Prima fila per le frecce d’argento con Hamilton che completa la prima fila accanto al compagno di squadra. Ferrari nuovamente indietro con Raikkonen in quinta posizione, e Vettel in sesta. In seconda fila le Red Bull di Ricciardo e Verstappen. Penalizzato di 5 posizioni Grosjean per aver sostituito il cambio. In dodici qualifiche disputate, il bilancio delle rosse di Maranello in qualifica, vede Raikkonen qualificato nelle seguenti posizioni: 4, 4, 3, 3, 5, 11, 6, 4, 4, 5, 14, 5. Sottotono la vettura numero 5 di Vettel che ha ottenuto le seguenti qualifiche: 3, 3, 4, 7, 6, 4, 3, 3, 9, 11, 5, 6.

Griglia di partenza.

1 N. Rosberg 1’14”363 2 L. Hamilton

3 D. Ricciardo 4 M. Verstappen

5 K. Raikkonen 1’15”142 6 S. Vettel 1’15”315

7 N. Hulknberg 8 V. Bottas

9 S. Perez 10 F. Massa

11 E. Gutierrez 12 J. Button

13 C. Sainz 14 F. Alonso

15 J. Palmer 16 K. Magnussen

17 P. Whhrlein 18 D. Kvyat

19 R. Haryanto 20 R. Grosjean (+5 posizioni)

21 F. Nasr 22 M. Ericsson

In gara.

1° giro Rosberg parte e viene superato da Hamilton, Verstappen, e Ricciardo. Le Ferrari si scambiano le posizioni con Vettel che ne approfitta.

4° giro: 1 Hamilton, 2 Verstappen, 3 Ricciardo, 4 Rosberg, 5 Vettel, 6 Raikkonen, 7 Bottas, 8 Hulknberg, 9 Button, 10 Massa nelle prime dieci posizioni.

6° giro Vettel perde contatto da Rosberg. Il distacco è di 1”3.

11° giro pit stop per Rosberg e Ricciardo entrambi montano gomme ultrasoft.

12° giro pit stop per Ricciardo che monta gomme soft.

14° giro pit stop per Hamilton e Raikkonen entrambi montano gomme soft.

16° giro pit stop per Vettel. Gomme soft anche per la Ferrari numero 5.

20° giro Hamilton il più veloce anche con gomme morbide.

23° giro: 1 Hamilton, 2 Verstappen, 3 Ricciardo, 4 Rosberg, 5 Vettel, 6 Raikkonen, 7 Bottas, 8 Hulknberg, 9 Button, 10 Alonso.

27° giro secondo pit stop anticipato per Rosberg. Gomme soft.

29° giro pit stop per Verstappen che viene superato da Rosberg proprio mentre guadagna la pista dopo la sosta.

31° giro seconda sosta per Vettel che monta gomme ultrasoft.

32° giro seconda sosta anche per Raikkonen che monta gomme ultrasoft.

34° giro penalità di 5” per Rosberg per aver portato Verstappen fuori pista durante il sorpasso.

35° giro pit stop per Hamilton.

36° giro bagarre tra tra Rosberg, Verstappen e Ricciardo racchiusi in 6″1.

39° giro la Red Bull velocissima di Ricciardo supera Verstappen.

44° giro terza sosta per Rosberg che sconta anche i 5” di penalità. Pit stop anche per Verstappen.

46° giro pit stop per Ricciardo e Vettel. Gomme ultrasoft per la Red Bull, gomme soft per la Ferrari.

47° giro terza sosta anche per il leader della corsa Hamilton. Pit stop anche per Raikkonen. Al traguardo con gomme morbide per entrambi.

50° giro Ricciardo in rimonta su Hamilton. Il distacco è sceso a 6”.

55° giro Hamilton controlla Ricciardo rispondendo con giri veloci.

67° giro Hamilton trionfa anche in Germania! A podio Ricciardo e Verstappen.

Al traguardo: 1 Hamilton, 2 Ricciardo, 3 Verstappen, 4 Rosberg, 5 Vettel, 6 Raikkonen, 7 Hulknberg, 8 Button (+1 giro), 9 Bottas (+1 giro), 10 Perez (+1 giro), 11 Gutierrez (+1 giro), 12 Alonso (+1 giro), 13 Grosjean (+1 giro), 14 Sainz (+1 giro), 15 Kvyat (+1 giro), 16 Magnussen (+1 giro), 17 Wehrlein (+2 giri), 18 Ericsson (+2 giri), 19 Palmer (+2 giri), 20 Haryanto (+2 giri). Out Nasr, Massa.

Classifica e risultati in gara dopo 12 Gp disputati.

Hamilton 217 punti. Risultati in gara: 2, 3, 7, 2, R, 1, 1, 5, 1, 1, 1, 1.

Rosberg 198 punti. Risultati in gara: 1, 1, 1, 1, R, 7, 5, 1, 4, 3, 2, 4.

Ricciardo 133 punti. Risultati in gara: 4, 4, 4, 11, 4, 2, 7, 7, 5, 4, 3, 2.

Raikkonen 122 punti. Risultati in gara: R, 2, 5, 3, 2, R, 6, 4, 3, 5, 6, 6.

Vettel 120 punti. Risultati in gara: 3, R, 2, R, 3, 4, 2, 2, R, 9, 4, 5.

Verstappen 115 punti. Risultati in gara: 10, 6, 8, R,1, R, 4, 8, 2, 2, 5, 3.

Bottas 58 punti. Risultati in gara: 8, 9, 10, 4, 5, 11, 3, 6, 9, 14, 9, 9.

Perez 48 punti. Risultati in gara: 13, 16, 9, 3, 7, 3, 10, 3, R, 6, 11, 10.

Massa 38 punti: Risultati in gara: 5, 8, 6, 5, 8, 10, R, 10, R, 11, 18, R.

Hulknberg 33 punti. Risultati in gara: 7, 15, 15, R, R, 6, 8, 9, R, 7, 10, 7.

Sainz 30 punti. Risultati in gara: 9, R, 9, 12, 6, 8, 9, R, 8, 8, 8, 14.

Grosjean 28 punti. Risultati in gara: 6, 5, 19, 8, R, 13, 14, 13, 7, R, 14, 13.

Alonso 24 punti. Risultati in gara: R, NC, 12, 6, R, 5, 11, R, R, 13, 7, 12.

Kvyat 23 punti. Risultati in gara: R, 7, 3, 15, 10, R, 12, R, R, 10, 16, 15.

Button 17 punti. Risultati in gara: 14, R, 13, 10, 9, 8, R, 11, 6, 12, R, 8.

Magnussen 6 punti. Risultati in gara: 12, 11, 17, 7, 15, R, 16, 14, 14, R, 15, 16.

Wrhrlein 1 punto. Risultati in gara: 16, 13, 18, 18, 16, 14, 17, R, 10, R, 19, 17.

Vandorne 1 punto. Risultati in gara: NC, 10, NC, NC, NC, NC, NC, NC, NC, NC, NC, NC.

Gutierrez risultati in gara: R, R, 14, 17, 11, 12, 13, 16, 11, 16, 13, 11.

Nasr risultati in gara: 15, 14, 20, 18, 14, R, 18, 12, 13, 15, 17, R.

Haryanto risultati in gara: R, 17, 21, R, 17, 15, 19, 18, 16, R, 21, 20.

Palmer risultati in gara: 11, R, 22, 20, 13, R, R, 15, 12, R, 12, 19.

Ericsson risultati in gara: NC, 12, 16, 14, 12, R, 15, 17, 15, R, 20, 18.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here