Gp Malesia, a sorpresa doppietta Red Bull

331

—- di Massimiliano Aquino

Doppietta Red Bull nel Gp della Malesia. Sul circuito di Sepang, Daniel Ricciardo ha trionfato davanti al compagno red-bull-sorpassadi squadra Max Verstappen, e alla Mercedes di Nico Rosberg. Al via Hamilton parte bene e mantiene il comando della corsa. Nelle retrovie Vettel cerca di infilarsi tra le due Red Bull, ma il suo tentativo finisce contro la vettura di Rosberg che dopo essere stato tamponato dalla rossa del Tedesco, finisce in testacoda in ultima posizione. Ferma a bordo pista la Ferrari di Vettel.  Il Gp è un monologo assoluto di Hamilton che riesce a staccare le due Red Bull. La Ferrari di Raikkonen si limita a controllare la quarta posizione senza lo spunto vincente per attaccare il podio. Colpo di scena al 40° giro.  Il motore della Mercedes di Hamilton va in fiamme e gara terminata in anticipo per il pilota Inglese. La Ferrari di Raikkonen è virtualmente sul podio, ma subisce il sorpasso di Rosberg. Il Tedesco della Mercedes però viene penalizzato di 10″ al traguardo per il sorpasso su Raikkonen, ma il Finlandese della Ferrari a 2 giri dal termine, regala il podio a Rosberg con un errore che da 8″ porta a 12″ il distacco dalla Mercedes. Per la rossa di Maranello un altro weekend da dimenticare, con Vettel che mette fuori gara la rossa numero 5 dopo pochi metri, e con Raikkonen che getta via il podio a 2 giri dal termine. Rosberg a 5 gare dal termine porta a 23 i punti di vantaggio su Hamilton. La Red Bull con la doppietta si Sepang, ipoteca il secondo posto nel mondiale costruttori.

 

Il weekend di Sepang

f1-scontro

A sei gare dal termine del mondiale di Formula1, Lewis Hamilton prova a mettere pressione al compagno di squadra – leader del mondiale – con la pole numero 57 in carriera e il nuovo record del tracciato. Una lotta a due che ancora una volta ha estromesso le Ferrari e le Red Bull dalla lotta per la prima fila. In quinta posizione la Ferrari di Vettel, seguito dal compagno di squadra Raikkonen.

 

In qualifica

1 L. Hamilton 1’32″850 2 N. Rosberg

3 M. Versatppen 4 D. Ricciardo

 

5 S. Vettel 1’33″584 6 K. Raikkonen 1’33″632

 

7 S. Perez 8 N. Hulknberg

 

9 J. Button 10 F. Massa

 

11 V. Bottas 12 R. Grosjean

 

13 E. Gutierrez 14 K. Magnussen

 

15 D. Kvyat 16 C. Sainz

 

17 M. Ericsson 18 F. Nasr

 

19 J. Palmer 20 E. Ocon

 

21 P. Wehrlein 22 F. Alonso (+30 posizioni per sostituzione cambio, motore, power unit)

 

In gara

 

Partenza – Hamilton mantiene la prima posizione. La Ferrari di Vettel cerca di sorprendere le 2 Red Bull ma c’è il contatto con la monoposto di Rosberg. La Ferrari numero 5 rompe la sospensione e rimane fermo a bordo pista. Proseguono le due Red Bull. Dopo il contatto con Vettel, Rosberg è finito in 17° posizione. La direzione gara manda in pista la Virtual Safety car.

 

3° giro: 1 Hamilton, 2 Ricciardo, 3 Perez, 4 Raikkonen, 5 Verstappen, 6 Button, 7 Hulkenberg, 8 Bottas, 9 Grosjean, 10 Ocon.

 

4° giro Verstappen attacca prima Raikkonen e poi Perez in un solo giro guadagnando la terza posizione.

 

6° giro Perez comunica ai box di essere stato superato da Verstappen in regime di VSC.

 

7° giro Rosberg è risalito in 12° posizione.

 

9° giro Vettel finisce sotto investigazione per l’incidente al via.

 

10° giro pit stop per Verstappen e Rosberg.

 

12° giro: 1 Hamilton, 2 Ricciardo, 3 Raikkonen, 4 Verstappen, 5 Bottas, 6 Sainz, 7 Ericsson, 8 Perez, 9 Rosberg, 10 Palmer.

 

16° giro Rosberg guadagna l’ 8° posizone.

 

19° giro Rosberg in sesta posizione.

 

21° giro pit stop per Hamilton e Raikkonen.

 

22° giro pit stop per Ricciardo. Verstappen leader della corsa.

 

23° giro: 1 Verstappen, 2 Hamilton, 3 Ricciardo, 4 Raikkonen, 5 Rosberg, 6 Bottas, 7 Perez, 8 Button, 9 Hulkeberg, 10 Alonso.

 

25° giro Verstappen ha 6″700 di vantaggio su Hamilton dopo la sosta.

 

27° giro pit stop per Verstappen.

 

30° giro pit stop per Bottas dopo 30 giri…

 

32° giro pit stop per Rosberg.

 

33° giro pit stop per Raikkonen.

 

34° giro: 1 Hamilton, 2 Ricciardo, 3 Verstappen, 4 Raikkonen, 5 Rosberg, 6 Button, 7 Bottas, 8 Perez, 9 Alonso, 10 Sainz.

 

36° giro Rosberg sotto gli scarichi di Raikkonen.

 

38° giro Rosberg attacca Raikkonen e si porta in terza posizione. Contatto tra la Ferrari e la Mercedes durante le fasi di sorpasso.

 

39° giro bagarre tra i piloti Red Bull per la seconda posizione: Verstappen attacca Ricciardo ma il sorpasso deve essere rimandato.

 

40° giro Rosberg sotto investigazione per il sorpasso su Raikkonen.

 

40° giro COLPO DI SCENA: IN FIAMME IL MOTORE MERCEDES DI HAMILTON! MONDIALE RIAPERTO.

 

42° giro entrambe le Red Bull al cambio gomme. Stessa strategia di Rosberg.

 

44° giro penalità di 10″ per Rosberg per il sorpasso su Raikkonen.

 

45° giro: 1 Ricciardo 2″ di vantaggio su Verstappen, 3 Rosberg, 4 Raikkonen, 5 Bottas, 6 Perez, 7 Alonso, 8 Hulknberg, 9 Button, 10 Palmer.

 

50° giro Verstappen a 1″ da Ricciardo. Raikkonen virtualmente sul podio nonostante la 4° posizione. Rosberg infatti dovrà scontare 10″ di penalità al traguardo e il vantaggio sul Finlandese è di 8″.

 

52° giro posizioni congelate in casa Red Bull.

 

54° giro Raikkonen regala il podio a Rosberg. Un errore del Finlandese ha portato a 12″ il distacco da Rosberg.

 

56° giro Ricciardo vince il Gp davanti al compagno di squadra e alla Mercedes di Rosberg, autore di una strepitosa vittoria dopo il contatto con Vettel. Seguono: 4 Raikkonen, 5 Bottas, 6 Perez, 7 Alonso, 8 Hulknberg, 9 Button, 10 Palmer, 11 Sainz, 12 Ericsson (+1 giro), 13 Massa (+1 giro), 14 Kvyat (+1 giro), 15 Whrlein (+1 giro), 16 Ocon (+1 giro). Out: Nasr, Hamilton, Gutierrez, Magnussen, Grosjean, Vettel.

 

La classifica

1 Rosberg 288 punti, 2 Hamilton 265, 3 Ricciardo 204, 4 Raikkonen 160, 5 Vettel 163, 6 Verstappen 153, 7 Bottas 80, 8 Perez 74, 9 Hulknberg 50, 10 Alonso 42, 11 Massa 41, 12 Sainz 30, 13 Grosjean 28, 14 Kvyat 25, 15 Button 19, 16 Magnussen 7, 17 Vandoorne 1, 18 Wehrlein 1.

Prossimo appuntamento 9 ottobre GP di Suzuka – Giappone.

 

 

 

red-bull-sorpassa