Gli ultimi 90° della Prima Fase

 

Finito il secondo rush di gare mondiali, cocenti eliminazioni e clamorose sorprese tingono il cammino delle 32 squadre impegnate nella rassegna iridata. Ecco un’analisi girone per girone del borsino delle squadre, pronte a tutto per ottenere il pass per gli ottavi di finale.

Partiamo dal Gruppo A, quello dei padroni di casa del Brasile, questa sera impegnati contro il Camerun già eliminato. I cinque volte campioni del mondo con una vittoria sarebbero sicuri degli ottavi ma non del primo posto, poiché in caso di contemporanea vittoria del Messico contro la Croazia si dovrebbe guardare la differenza reti tra le due squadre: al momento sono entrambe a +2. La Croazia con una vittoria si qualificherebbe di sicuro, a discapito del Messico. L’unico modo per vedere i padroni di casa già fuori al primo turno è che il Brasile deve perdere mentre Croazia e Messico pareggiano, ma almeno sulla carta questa resta un’ipotesi molto fantasiosa.

Nel Girone B Olanda e Cile si contendono oggi pomeriggio il primo posto del girone, con gli olandesi che in caso di pareggio otterrebbero ugualmente la leadership per una migliore differenza reti. Tra Spagna e Cile, invece, si gioca solo per l’onore.

Nel Girone C la Colombia è praticamente sicura del primo posto (per perderlo la Costa d’Avorio dovrebbe vincere e ricucire lo strappo di 4 gol che separa le due squadre nella differenza reti), mentre la Costa d’Avorio con una vittoria o un pareggio sarebbe qualificata. In caso di arrivo a 4 punti tra Costa d’Avorio e Giappone deciderà la differenza reti (rispettivamente 0 e -1 al momento) e, in caso di nuova parità, il numero di gol segnati dalle squadre (al momento 3 e 1).

Nel Girone D ne parliamo nel seguente articolo: http://www.bisignanoinrete.com/?p=14071

Nel Girone E la Francia con un pari è sicura del primo posto, mentre Svizzera e Ecuador si giocano la seconda piazza: entrambe a 3 punti, la differenza reti al momento premia i sudamericani (0 e -2). La Svizzera però gioca l’ultima gara contro il già eliminato Honduras, mentre l’Ecuador affronta proprio la Francia, già a sei punti e con la differenza reti a +6 che la protegge anche in caso di sconfitta dalla perdita del primo posto del girone.

Il Girone F vede ancora tutto aperto: l’Argentina è qualificata ma deve mantenere i due punti di vantaggio nello scontro diretto contro la Nigeria per non perdere il primo posto (e l’Argentina vista contro l’Iran non ha certo incantato). Allo stesso tempo la Nigeria deve mantenere i tre punti di vantaggio (e il +1 nella differenza reti) sull’Iran, che incontra la già eliminata Bosnia e cercherà di vincere per migliorare la sua differenza reti che al momento dice -1.

Nel Girone G la Germania e gli Stati Uniti degli amici Low-Klinsmann con un pari all’ultima giornata si garantirebbero il passaggio agli ottavi, con i teutonici primi del girone. Klinsmann però ha l’occasione di chiudere il girone al primo posto e quindi cercherà di dare del filo da torcere ai tedeschi. Ghana e Portogallo non possono fare altro che tifare nella vittoria di una delle due rivali e, allo stesso tempo, vincere il loro scontro diretto: chi vincerà questa gara potrà ancora sperare di non tornare a casa. Ecco le rispettive differenze reti: Germania +4, Usa +1, Ghana -1, Portogallo -4.

Nel Girone H il Belgio è già agli ottavi ma con un pari contro la Corea del Sud sarebbe anche sicuro del primo posto. La Russia di Fabio Capello, invece, deve vincere il suo scontro diretto contro l’Algeria per poterla superare al secondo posto, sperando che la Corea del Sud non ottenga una larga vittoria contro il Belgio. Una sconfitta del Belgio e una vittoria dell’Algeria, invece, regalarebbe un sorprendente primo posto per gli africani, prima squadra di quel continente a segnare quattro gol in una gara mondiale.

Comincia, così, oggi pomeriggio l’ultimo turno di questa prima fase mondiale. I verdetti stanno per essere serviti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here