Formula E…che spettacolo!

LA FORMULA E CONQUISTA LA CITTA’ DI ROMA SPETTACOLO NELLA ZONA EUR

received_1595214633920806-300x230 Formula E...che spettacolo!DA 67 anni dall’ultima competizione automobilistica, la Capitale d’Italia ha ospitato la ePrix di Roma, settimo appuntamento del mondiale di Formula E – giunto alla sua quarta edizone – che si concluderà il prossimo 28 luglio con la ePrix di Montrèal. Tredici gare totalmente ‘green’ disputate su percorsi cittadini. Dieci i team presenti. Venti i piloti, che a bordo delle loro monoposto elettriche, hanno attraversato le strade cittadine. Vetture ‘ecologiche’ con motori alimentati da moderne batterie – capaci di erogare una potenza di 200KW – a differenza dei motori V8 delle monoposto di Formula Uno. Nessun rumore al loro passaggio. Ma velocità simili alle vetture di Formula Uno ragginte nel GP cittadino di Montecarlo. I 250 CV dei motori a batteria, infatti, consentono alle macchine di Formula E di raggiungere la velocità massima di 250 chilometri orari senza inquinare l’ambiente.

Per la prima volta, la manifestazione sportiva ha fatto capolinea su un percorso italiano. Il GP di Roma ha interessato la zona Eur della città. Un evento organizzato nei minimi dettagli, che ha coinvolto in prima persona anche il Vescovo di Roma. Nella giornata di mercoledì 13 aprile, infatti, una delegazione della Formula E è stata ricevuta in Vaticano da Papa Francesco, che dopo la benedizione di rito, ha avuto modo di ammirare i prototipi delle auto elettriche, che di li ha poco, hanno gareggiato sull’asfalto di Roma. Diverse le attività alle quali hann preso parte cittadini e turisti. A pochi metri dalla pista, l’organizzazione ha allestito un E-Village, dove, appassionati, curiosi, e famiglie con bambini, hanno avuto la possibilità di intrattenersi con musica dal vivo, corse virtuali, mostre di veicoli elettrici e ibridi, e degustazioni gastronomiche. Il GP di Roma potrebbe entrare nel calendario di Formula E per i prossimi tre anni. Una partecipazione che porterebbe secondo le stime del Campidoglio un indotto di 60 milioni di euro.

Con un post pubblicato su facebook nella giornata di martedì 10 aprile, la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha così commentato l’evento.
“Roma e le altre grandi metropoli del mondo, da Hong Kong a Montreal, insieme all’evento sportivo accolgono la sfida della sostenibilità. La nostra città vuole essere leader in un processo che inevitabilmente, al fine di salvaguardare le scarse risorse del Pianeta, condurrà i grandi centri urbani ad adottare nuovi modelli di sviluppo.
È un percorso che abbiamo avviato e che produce benefici immediati: 60 milioni di euro di indotto economico in tre anni, fra 30 e 40 anni mila turisti in più nel periodo di gara, 700 colonnine di ricarica istallate nel triennio. Questa è l’eredità che ci lascerà la Formula E.
I cittadini ne hanno capito l’importanza: tutti i 15 mila biglietti di tribuna sono stati venduti in poche ore e molte persone assisteranno gratuitamente alla gara, lungo il circuito, e potranno partecipare ai tanti eventi collaterali a partire da venerdì”.

Consapevole del disagio creato per la manifestazione, l’ad di Formula E, Alejandro Agag, ha ringraziato la città per il sold out dei biglietti – oltre 15 mila – venduti, e per la macchina ogranizzativa che ha consentito il suo svolgimento.

Il circuito capitolino ha interessato via Cristoforo Colombo – dove è stata posizionata la linea di partenza – prima di attraversare piazza Guglielmo Marconi per la prima svolta a sinistra. La seconda curva a 90 gradi ha portato i piloti a transitare fra il palazzo della Scienza Universale e la Nuvola di Fukas. Un tratto misto del percorso, ha preceduto l’area del palazzo dei Congressi, che ha ospitato la pit lane e la linea del traguardo. Avanti verso la parte più guidata del circuito per viale dell’Arte e viale dell’Artigianato, che hanno preceduto il passaggio sul rettilineo di viale delle Tre Fontane. Dopo il rettilineo, curvone in salita a destra per viale dell’Agricoltura, e via Ciro il Grande, seguito da una svolta a sinistra che ha portato le vetture elettriche a transitare nei pressi del viale del palazzo della Civiltà del Lavoro. Una curva a destra ha riportato i piloti a percorre via Cristoforo Colombo. Negli ultimi metri del percorso, la variante accanto l’obelisco di piazza Guglielmo Marconi ha preceduto la linea di partenza.

Sabato 14 aprile GP di Roma, zona Eur, 2,8km, 19 giri.

Ore 08:00 prima sessione di prove libere
Ore 10:00 seconda sessione di prove libere
Ore 12:00 qualifiche
Ore 12:45 super pole
Ore 15:00 parata dei piloti
Ore 16:00 gara

I team

Venturi Grand Prix – E. Mortara e M. Engel
Techeetah – A. Lotterer e E. Vergne
Renault e.Dams – N. Prost e S. Buemi
Nio Formula E Team – O. Turvey e L. Filippi
Mahindra Racing – N. Heidfeld e F. Rosenqvist
Panasonic Jaguar Racing – M. Evans e N. Piquet
Dragon Racing – J. Lopez e J. D’Ambrosio
DS Virgin Racing – S. Bird e A. Lynn
MS&AD Andretti – K. Kobayashi e A. F. Da Costa
Audi Sport ABT Schaffler – L. Di Grassi e D. Abt

Griglia di partenza

1 F. Rosenqvist (Mahindra Racing) 1’36”311 2 S. Bird (DS Virgin Racing); 3 M. Evans (Panasonic Jaguar Racing) 4 A. Lotterer (Techeetah); 5 S. Buemi (Renault e.Dams) 6 L. Di Grassi (Audi Sport ABT Schaffler); 7 O. Turvey (Nio Formula E Team) 8 J. E. Vergne (Techeetah); 9 D. Abt (Audi Sport ABT Schaffler) 10 N. Heidfeld (Mahindra Racing); 11 A. Lynn (DS Virgin Racing) 12 T. Blomqvist (MS&AD Andretti); 13 N. Piquet (Panasonic Jaguar Racing) 14 M. Engel (Venturi Grand Prix); 15 N. Prost (Renault e.Dams) 16 J. D’Ambrosio (Dragon Racing); 17 E. Mortara (Venturi Grand Prix) 18 L. Filippi (Nio Formula E Team); 19 J. M. Lopez (Dragon Racing) 20 A. F. Da Costa (MS&AD Andretti).

Ordine d’arrivo

1 S. Bird, 2 L. Di Grassi, 3 A. Lotter, 4 D. Abt, 5 J. E. Vergne, 6 S. Buemi, 7 J. D’Ambrosio, 8 M. Engel, 9 M. Evans, 10 E. Mortara, 11 A. F. Da Costa, 12 O. Turvey, 13 L. Filippi, 14 N. Prost, 15 T. Blomqvist, 16 N. Heidfeld.

Classifica piloti dopo sette ePrix disputati

1 J. E. Vergne 119 punti, 2 S. Bird 101, 3 F. Rosenqvist 82, 4 S. Buemi 60, 5 D.Abt 50, 6 N. Piquet 45, 7 M. Evans 43, 8 L. Di Grassi 39, 9 A. Lotterer 33, 10 O. Turvey 32, 11 E. Mortara 29, 12 N. Heidfeld 21, 13 A. Lynn 17, 14 A. F. Da Costa, 15 J. M. Lopez 13, 16 J. D’Ambrosio 12, 17 M. Engel 11, 18 N. Prost 7, 19 T. Blomqvist 4, 20 L. Filippi 1.

Classifica costruttori

1 Techeetah 152 punti, 2 DS Virgin Racing 18, 3 Mahindra Racing 103, 4 Audi Sport ABT Schaffler 89, 5 Panasonic Jaguar Racing 88, 6 Renault e.Dams 67, 7 Venturi Grand Prix 40, 8 Nio Formula E Team 33, 9 Dragon Racing 25, 10 MS&AD Andretti 20.

Calendario ePrix

2 dicembre 2017 ePrixdi Hong Kong Gara 1 – Hong Kong
3 dicembre 2017 ePrix di Hong Kong Gara 2 – Hong Kong
13 gennaio 2018 ePrix di Marrakesh – Marocco
3 febbraio 2018 ePrix di Santiago del Cile – Cile
3 marzo 2018 ePrix di Città del Messico – Messico
17 marzo 2018 ePrix di San Paolo – Brasile
14 aprile 2018 ePrix di Roma – Italia
28 aprile 2018 ePrix di Parigi – Francia
19 maggio 2018 ePrix di Berlino – Germania
10 giugno 2018 ePrix di Zurigo – Svizzera
14 luglio 2018 ePrix di New York Gara 1 – Stati Uniti
15 luglio 2018 ePrix di New York Gara 2 – Stati Uniti
28 luglio 2018 ePrix di Montreal Gara 1 – Canada
29 luglio 2018 ePrix di Montreal Gara 2 – Canada