Focus calendari Serie A: Udinese e Verona

 

Si conclude l’analisi dei calendari delle venti formazioni di Serie A. Ultimo atto con Udinese e Verona:

 

  • Udinese: i ragazzi di Stramaccioni iniziano in casa contro l’Empoli il primo campionato post-Guidolin e per il tecnico romano sarà subito un’importante banco di prova. E’ passato più di un anno da quell’Inter-Udinese 2-5 con il quale Strama si congedò dalla panchina nerazzurra dopo una pessima stagione conclusa al nono posto. Sono molti, quindi, gli obiettivi di rivalsa per il tecnico e la sua squadra, reduce anch’essa da una stagione anonima dopo le tre stagioni precedenti culminate con altrettante zone europee conquistate.

    Il primo banco di prova per i bianconeri sarà la sfida della seconda giornata allo Juventus Stadium, a cui seguiranno altre due complicate sfide: Napoli in casa e Lazio all’Olimpico. A Parma e Cesena in casa seguirà il Torino fuori e l’Atalanta al Friuli. Fiorentina-Udinese sarà l’antipasto di una nuova gara casalinga, quella contro il Genoa, a cui seguirà la trasferta di Palermo e il Chievo nelle proprie mura amiche. Tra la tredicesima e la quattordicesima giornata doppia trasferta milanese per i bianconeri: prima il Milan e poi l’Inter per testare le ambizioni europee dei friulani.

    Udinese-Verona e Verona-Udinese anticiperanno la durissima gara casalinga contro la Roma, mentre il gran finale sarà con Sassuolo fuori e Cagliari al Friuli.

    Analisi finale sulla difficoltà delle gare:

    Prime dieci giornate: livello 4

    Dall’11° alla 19°: livello 5

    Dalla 20°alla 30°: livello 4

    Dalla 31° alla 38°: livello 5

  • Verona: l’Hellas torna in campo dopo l’ultima splendida stagione che per poco non è valsa la qualificazione europea all’Europa League. Le ambizioni di Mandorlini e co ripartono da Bergamo e dalla sfida casalinga di Palermo, a cui seguirà il Torino all’Olimpico e il Genoa a Marassi. La trasferta romana contro la Roma anticiperà il doppio impegno casalingo contro Cagliari e Milan, a cui seguirà il Napoli al San Paolo, la Lazio in casa e il Cesena al Manuzzi.

    Inter-Verona e Fiorentina-Verona saranno due sfide difficili che anticiperanno la gara di Sassuolo e la sfida contro la Sampdoria. Le ultime cinque gare vedranno il Verona impegnato contro l’Udinese (trasferta), Chievo (in casa), Empoli (fuori), Parma (in casa) e infine la grande sfida contro la Juventus (andata allo Stadium).

    Toni e compagni dovranno cercare di ripetere la strepitosa stagione scorsa ma le partenze di Iturbe, Jorginho e Romulo possono essere macigni pesantissimi sulla squadra veronese. Ripetersi sarebbe un’impresa.

    Analisi finale sulla difficoltà delle gare:

    Prime dieci giornate: livello 4

    Dall’11° alla 19°: livello 4

    Dalla 20°alla 30°: livello 5

    Dalla 31° alla 38°: livello 3

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here