Champions League 2014-15: analisi sui sorteggi delle semifinali

Letture: 1819
R&B Sport

Sarà il Real Madrid l’avversario della Juventus nella semifinale di Champions.

Tra le tre possibili avversarie dei bianconeri è stato pescato quello sulla carta meno forte, anche se si parla comunque di una corazzata e dei campioni d’Europa in carica. La squadra di Ancelotti, però, in questa stagione ha dimostrato più volte sbandamenti pericolosi a parte il famoso periodo tra Ottobre e Dicembre fatto solo di vittorie. Da allora qualche sconfitta in Liga, l’eliminazione dalla Coppa del Re, gli infortuni e la brutta figura contro lo Shalke 04 hanno minato lo spogliatoio dei campioni in carica, con la sconfitta nel Clasico di campionato ad aggravare ancor di più le cose.

Sulla carta il Real resta comunque nettamente superiore ai bianconeri ma, come si è visto nella scorsa edizione della Champions (sconfitta immeritata per 2-1 a Madrid e pari casalingo per 2-2) qualche speranza c’è. Innanzitutto in porta Casillas non è più una sicurezza come qualche stagione fa, mentre in difesa qualche errore non manca. Tra centrocampo e attacco sono molti gli infortuni che minano le sicurezze delle merengue ma ci sono ancora due settimane per recuperare tutti.

La Juventus, che giocherà l’andata in casa, dovrà sfruttare al massimo questo match per presentarsi al Bernabeu con qualche vantaggio da mettere sul piatto dello scontro qualificazione. Perdere allo Stadium significherebbe addio sogni di gloria già dopo i primi novanta minuti. Il mondo Juve è anche curioso di vedere come reagirà Morata a sfidare i suoi ex compagni (e forse anche futuri).

Allegri contro Ancelotti, inoltre, sarà una grande sfida nella sfida (come anche Buffon e Tevez vs CR7): il primo aspira a diventare anche lui un giorno campione d’Europa come fatto per ben tre volte da Carletto da quando è diventato allenatore.

Precedenti: sono sette i successi bianconeri contro gli otto madridisti (solo un pareggio). Le due squadre si sono incrociate in semifinale Champions nel 2003 con la Juve di Lippi che rimontò con una stupenda vittoria per 3-1 la sconfitta dell’andata (2-1) in terra di Spagna. Detto della scorsa stagione, da ricordare ci sono anche gli Ottavi 2005 (vittoria per 1-0 del Real all’andata ma al ritorno splendido 2-0 Juve ai supplementari), il girone nel 2008 (vittorie bianconere in entrambe le gare) e la finale 1998 vinta 1-0 dalle merengue.

Nell’altra semifinale Guardiola torna a casa: sarà Bayern Monaco-Barcellona. Sfida stellare tra due squadre che ancora possono compiere l’impresa di fare il Triplete. Sulla carta non ci sono favoriti e il fattore infortunati in casa bavarese potrà segnare il confronto, ma restano comunque due gare da seguire fino all’ultimo secondo. Difficilmente vedremo il Bayern asfaltare i catalani come avvenuto due stagioni fa in semifinale (4-0 e 3-0) e allo stesso tempo difficilmente vedremo i blaugrana asfaltare per 4-0 i tedeschi al Camp Nou come nei Quarti del 2009.

I precedenti: cinque vittorie tedesche, una vittoria catalana e due pareggi. Oltre alla semifinale 2013, le due squadre si sfidarono in una semifinale Uefa nel 1995/96 con la vittoria tedesca per un complessivo 4-3.

Non ci resta quindi che aspettare queste due semifinali e goderci lo spettacolo della Champions League.