Atti per nomina dei responsabili settore illegittimi. Nicoletti: “Si rischia la paralisi amministrativa”

Letture: 5628


Il bando per il conferimento di sei incarichi di posizione organizzativa, prodotto dalla Giunta Comunale e dal Dirigente Generale che riguarda i dipendenti del Comune di Bisignano, rischia di andare deserto in quanto sarebbe illegittimo.

Con deliberazione della Giunta Comunale del 20/05/2019 vengono approvati i criteri generali per la selezione dei responsabili di settore e da questo viene indetta la procedura selettiva con Delibera n.87 che come spiega l’ex assessore Lucantonio Nicoletti, è una “evidente violazione dei regolamenti comunali, poichè il nostro comune non è dotato delle figure dirigenziali. Di conseguenza anche il successivo avviso pubblico con prot.9772 risulta illegittimo, poichè fondato sul regolamento anch’esso illegittimo approvato con la suddetta deliberazione”.

“Il nuovo assessore al Personale – scrive Nicoletti in una nota – inizia in maniera maldestra il suo nuovo incarico, facendo approvare in Giunta questa delibera. Ha già bloccato per due anni le attività produttive e l’agricoltura, poi ha voluto la delega al Personale, pensando di rimanere in comune a fare il regista, ma ha già iniziato a sbagliare”.
Ricordiamo infatti, che prima della revoca delle deleghe assessorili a Lucantonio Nicoletti e Gina Amodio, l’incaricato al personale era proprio Nicoletti, mentre l’ex vicesindaco Fusaro aveva la delega all’Agricoltura e alle attività Produttive.

La vicenda delle nomine sui nuovi responsabili di Settore aveva già suscitato qualche polemica nei mesi scorsi, in quanto venivano nominati per periodi molto brevi. Tutto questo, spiega ancora Nicoletti – “avrà ripercussioni sull’ente perchè a questo punto nessun dipendente della categoria D parteciperà e non potrà nemmeno partecipare chi ha ricoperto l’incarico per 3 anni di fila”. Il consigliere si riferisce al caso dell’attuale responsabile della Polizia Municipale che secondo il nuovo regolamento non potrà partecipare alla selezione: “Bisignano è già rimasto senza vigili, adesso rischiamo di rimanere anche senza il Comandante”.

Per quanto è dato sapere infatti, il nuovo bando rivolto ai dipendenti comunali e che scadrà il prossimo 4 giugno, sembra non interessare agli aventi diritto in quanto appunto ritenuto illegittimo.

“Per colpa di questa amministrazione che fa una gestione scellerata e ne sbaglia una al giorno – conclude Nicoletti – “il Comune rischia di rimanere senza nessun responsabile in tutti i settori e quindi si rischia una paralisi della macchina amministrativa. Amministrare non è un gioco e invito l’amministrazione a non giocare più con i cittadini”.