90°minuto, puntata 09-11-2014

Per la prima volta in hd (e finalmente!), 90° minuto sembra essere diventato un programma anche gradevole. Attenzione, rimpiango sempre le vecchie gestioni, però qualcosina in più sta uscendo fuori alla distanza. Chiaro è che Marco Mazzocchi ha limitato il suo sarcasmo, dando uno spazio più sensato a Jacopo Volpi e agli ospiti. A questo giro tocca ad Angelo Di Livio e a Beppe Dossena, inquadrato dopo esser stato punto in faccia da uno sciame (oppure ha l’acne a pallottole). Non ha fortuna neanche quando prende la parola, poiché si sovrappone a lui la voce di Paolo Paganini al commento integrale del match di “Marassi”. La copertina di Enrico Testa parla di una «melissa di Nonna Papera» e delle terze maglie, obbrobriose e poco consone a tutto. Ricordiamo che in questa giornata ne abbiamo viste ben tante orripilanti, ma ormai questo è l’aspetto meno cruento del calcio attuale. I servizi iniziano, gli anticipi incalzano: Federico Calcagno per Sassuolo-Atalanta 0-0 (dove Leonardo Pavoletti subisce uno spogliarello, per restare sul tema maglie) e Stefano Mattei per Sampdoria-Milan 2-2 fanno il loro dovere. Per l’attualità, ecco Franco Lauro a commentare in studio Cagliari-Genoa 1-1: si sarebbe divertito di più con una grappolata di gol da ambedue le parti. Elementare è nel commento Giuseppe Galati per la partita degli scarponi sbarcati in Serie A per caso, ovvero Chievo-Cesena 2-1. Addirittura bacchettone è Alberto Rimedio per Palermo-Udinese 1-1 sui controfalli, mentre c’è Dario Di Gennaro per Empoli-Lazio 2-1, quasi rincuorato dopo la scorsa domenica al “Bentegodi”. Il migliore è Gianni Cerqueti per Juventus-Parma 7-0: commentare una gara così assurda nel punteggio e nelle maglie (sembrava di vedere Chelsea-Avellino, e il risultato sarebbe stato anche inferiore) non è sempre facile. I frame, collocati a casaccio, ci riportano indietro volentieri con Ferruccio Gard per un Verona-Roma 2-2 del 1989 e, nello stesso anno, per un collegamento “acciaccato” da Milano (non ho riconosciuto l’inviato, chiedo venia). Si vede un Paolo Valenti già sofferente in qualche modo, un pensiero va sempre al maestro. Ah…c’è una clip per Alessandro Del Piero. Auguri!!!!!!!!

I “Tempi supplementari” trovano, come sempre, la schitarrata di Steve Rodney: è una delle poche cose azzeccate nel montaggio tra gol e musica. Thomas Villa e Alessandro Antinelli danno le ultime su Inter-Verona e Roma-Torino prima di passare su Rai Sport 1, tornando nella giungla del 57, preceduti da un filmato di pallanuoto di mezzo secolo prima. Beppe Dossena racconta di aver scoperto Paulo Dybala a Cordoba, in Argentina e in studio fanno finta di credergli. Si aggiorna Fiorentina- Napoli (termina 0-1) e la cosa più interessante è la discussione sulle nuove regole del fuorigioco, ben spiegate da Tiziano Pieri e quasi introdotte per prendere in castagna i sei arbitri di gioco: già, come se fosse così facile…

Riaccendendo i motori dei miei recenti ricordi di 90° minuto, ecco un esercito d’inviati che hanno strappato più di un sorriso. Parliamo di un periodo post Paolo Valenti, era gente che vedevo da bambino/adolescente e via discorrendo. In Campania le retrocessioni di Napoli e Salernitana passarono per i commenti di Carlo Verna e Armando Palanza, da Reggio Calabria, qualche volta, compariva Santi Trimboli, mentre Franco Strippoli, anche nel nuovo millennio, prendeva con il suo faccione tutto il teleschermo.franco-strippoli-300x201 90°minuto, puntata 09-11-2014 A Lecce, per altro, successivamente mandarono Gigi Cavone: definì Ignacio Castillo nel commento come “giovane” (e aveva già 33 anni) e da quel momento fu accantonato. A Udine mandavano spesso e volentieri Alessandro Forti, che fu poi coordinatore del programma, e Gabriella Fortuna, spesso dopo le radiocronache a “Tutto il calcio minuto per minuto”: ricordava qualche teacher punitiva. Francesco Pancani, uno da ciclismo, fece qualche comparsata da Siena, un po’ come Enzo Baldini da Empoli. Marco Civoli comparve per due puntate nel 2008-2009, raccontando le epiche Cagliari-Inter 2-1 e Inter-Atalanta 4-3: come si era seduto lui su una sedia, nessuno mai avrebbe più usato. Proprio all’ultima di 90° minuto in quella stagione comparve Nuccio De Simone per Reggina-Siena 1-1. Edi Dembinski, invece, è passato al basket ma prima ha avuto sul groppone i famigerati 0-0 del Chievo Verona dal “Bentegodi”. Luca Pisinicca ha esordito in Lecce-Udinese 2-0 del 2011-12: Franco Lauro lo annunciò sulla musichetta e fu uno spasso. Vincenzo Di Monte sembrava l’ovvietà fatta umana nella scorsa stagione, commentando il Sassuolo in trasferta, mentre Angelo Oliveto avrebbe fatto un successone negli anni Settanta. Molti magari li dimentico, tra due settimane rinfocolerò probabilmente qualche altra perla.

Massimo Maneggio

Per rivedere la puntata del 9-11-2014:

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/90-Minuto-04735aa2-f7e2-45f9-a8a1-09ab81e0e120.html

“Tempi Supplementari”: http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/-0b21993f-bd37-44d6-9a41-b60677a00b44.html

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here