Vettel in confusione, Hamilton ok al Gp Francia

LA MERCEDES DI HAMILTON VINCE IL GP DI FRANCIA. VETTEL TAMPONA BOTTAS.

(Massmiliano Aquino)

Lewis Hamilton conquista il GP di Francia. Dopo 10 anni dall’ultima edizione del GP di Francia vinto dalla Ferrari di Felipe Massa, il pilota inglese della Mercedes taglia il traguardo davanti alla Red Bull di Max Verstappen, e alla Ferrari di uno strepitoso Kimi Raikkonen. In zona punti, Ricciardo, Vettel, Magnussen, Bottas, Sainz, Hulkenberg, Leclerc. La vittoria del pilota inglese in terra francese è la 66esima in carriera. L’errore di Vettel in partenza ha spianato la strada alla vittoria di Hamilton, che al termine dei 53 giri di gara, ha festeggiato la sua terza vittoria stagionale e la nuova leadership della classifica con 14 punti di vantaggio sul pilota tedesco. Un GP sfortunato per la rossa di Maranello. Dopo aver conquistato la prima fila nelle qualifiche, la Ferrari numero 5 è stata costretta a rimontare dal fondo, dopo il tamponamento di Vettel su Bottas alla partenza, che di fatto, ha costretto entrambi i piloti a un rientro ai box per sostituire l’ala anteriore della Ferrari, e la gomma posteriore sinistra della Mercedes. Dopo l’incidente al via, Vettel ha iniziato a rimontare giro dopo giro. Ma la penalità di 5″ rimediata per la manovra del primo giro, ha rallentato il forcing della Ferrari che ha chiuso la gara in 5º posizione. Buona la prestazione della Ferrari di Raikkonen, che dopo aver montato le gomme supersoft al cambio gomme, nella seconda parte di gara è stata la vettura più veloce in pista, tanto, da consentire al finlandese di raggiungere il podio ai danni di Ricciardo a 4 giri dal termine. Un risultato da cui ripartire per i prossimi GP. In 10°posizione la Sauber di Leclerc, candidato per sostituire Raikkonen in Ferrari dalla prossima stagione. Ritirati per incidente la Williams di Stroll, la Force India di Ocon, e la Toro Rosso di Gasly. Problemi al motere per la Force India di Perez. Ancora una gara da dimenticare per Fernando Alonso, che durante un team radio, non ha risparmiato criticje al team per l’ennesima prova insufficiente della sua McLaren.

La cronaca

Alla partenza la Ferrari di Vettel tampona la Mercedes di Bottas costringendo la Safety car a scendere in pista. Hamilton prende in mano la leadership del GP seguito dalla Red Bull di Verstappen, dalla Renault di Sainz, e dalla Red Bull di Ricciardo. Durante il contatto, Vettel danneggia l’ala anteriore, Bottas rimedia una foratura sulla posteriore sinistra. I due piloti sono costretti a rimontare dalle retrovie. In occasione del pit stop, gomma soft per Vettel e Bottas. La Renault di Sainz approfitta dell’incidente di Vettel e Bottas alla partenza per conquistare la terza posizione. Incidente tra Gasly e Ocon, entrambi costretti al ritiro. La manovra di Vettel ai danni di Bottas, determina 5″ di penalità per il pilota. La classifica dopo il rientro della safety car al 6º giro: 1 Hamilton, 3 Verstappen, 3 Sainz, 4 Ricciardo, 5 Magnussen, 6 Raikkonen, 7 Leclerc, 8 Grosjean, 9 Perez, 10 Hulkenberg, 11 Ericsson, 12 Vandoorne, 13 Vettel, 14 Hartley, 15 Stroll, 16 ottas, 17 Sirotkin, 18 Alonso. Dopo 9 giri le rosse all’attacco con Raikkonen su Magnussen per la 5º posizone, e Vettel in 11º posizion. Al 14º giro la Ferrari di Vettel sale in 8º posizione. Dopo 20 giri Vettel riduce a 30″ il distacco da Hamilton. Al 29º giro scatenata la Ferrari di Vettel che si libera anche della Red Bull di Ricciardo subito dopo la sosta ai box. La classifica dopo 30 giri: 1 Hamilton, 2 Verstappen, 3 Raikkonen, 4 Ricciardo, 5 Vettel, 6 Hulkenberg, 7 Bottas, 8 Leclerc, 9 Grosjean, 10 Vandoorne, 11 Sainz, 12 Hartley, 13 Magnussen, 14 Ericsson, 15 Alonso, 16 Stroll, 17 Sirotkin. Pit stop per Hamilton al 43º giro. Al 35º giro pit stop per Raikkonen che rientra in 5º posizione. Al 39º giro la Ferrari di Raikkonen supera la rossa di Vettel in leggero calo con le prestazioni delle gomme, e guadagna la 4º posizione. Al 41º giro seconda sosta per Vettel e Bottas, con il pilota tedesco che sconta anche la penalità di 5″. Al 49º uno strepitoso Raikkonen si porta sul gradino più basso del podio dopo il sorpasso ai danni di Riccairdo. Davanti Hanilton controlla il vantaggio di 7″ su Verstappen. Bagarre al 50º giro simo giro tra Sainz, Magnussen, e Bottas per la 6º posizione. Al 51º giro l’esplosione di un pneumatico costringe la Williams di Stroll ad  abbandonare la gara. Al termine dei 53 giri di gara, la Mercedes di Hamilton taglia il traguardo davanti alla Red Bull di Verstappen, e alla Ferrari di un ritrovato Raikkonen. A punti: Ricciardo, Vettel, Magnussen, Bottas, Sainz, Hulkenberg, Leclerc.

GP Francia, Le Castellet, 5,842, 53 giri, 309,626km totali.

Griglia di partenza

1 L. Hamilton (Mercedes) 1’30″029 2 V. Bottas (Mercedes) 1’30″147, 3 S. Vettel (Ferrari) 1’30″400 4 M. Verstappen (Red Bull) 1’30″705, 5 D.Ricciardo (Red Bull) 1’30″895 6 K. Raikkonen (Ferrari) 1’31″057, 7 C. Sainz (Renault) 1’32″126 8 C. Leclerc (Sauber) 1’32″635, 9 K. Magnussen (Haas) 1’32″930 10 R. Grosjean (Haas) no time, 11 E. Ocon (Force India) 1’32″075 12 N. Hulkenberg (Renault) 1’32″115, 13 S. Perez (Force India) 1’32″454 14 P. Gasly 1’32″460, 15 M. Ericsson (Sauber) 1’32″820 16 F. Alonso (McLaren) 1’32″976, 17 S. Vandoorne (McLaren) 1’33″162 18 S. Sirotkin (Williams) 1’33″636, 19 L. Stroll 1’33″729 20 B. Hartley (Toro Rosso) 1’33″025 penalizzato per cambio power unit

Ordine d’arrivo

1 L. Hamilton 1h30’11″385, 2 M. Verstappen +7″090, 3 K. Raikkonen +25″888, 3 4. Ricciardo +34″736, 5 S. Vettel +1’01″935, 6 K. Magnussen +1’19″364, 7 V. Bottas 1’20″632, 8 C. Sainz 1’27″184, 9 N. Hulkenberg 1’31″989, 10 C. Leclerc 1’33″873, 11 R. Grosjean +1 giro, 12 S. Vandoorne +1 giro, 13 M. Ericsson +1 giro, 14 B. Hartley +1 giro, 15 S. Sirotkin +1 giro, 16 F. Alonso +1 giro.

Classifica piloti

  1. Hamilton 155, S. Vettel 131, D. Ricciardo 96, V. Bottas 92, K. Raikkonen 83, M. Verstappen 68, N. Hulkenberg 34, F. Alonso 32, C. Sainz 28, K. Magnussen 27, P. Gasly 18, S. Perez 17, E. Ocon 11, C. Leclerc 11, S. Vandoorne 8, L. Stroll 4, M. Ericsson 2, B. Hartley 1.

Classifica costruttori

Mercedes 237, Ferrari 214, Red Bull 164, Renault 62, McLaren 40, Force India 28, Haas 27, Toro Rosso 19, Sauber 11, Williams 4.

Prossimo appuntamento 1 luglio GP Austria – Spielberg.

 

Dm Web di De Marco Fabrizio