Rosberg vince a Baku, Ferrari seconda

333

imagesLA MERCEDES DI ROSBERG VINCE IL PRIMO GP DELL’AZERBAIGIAN

BUONA LA PRESTAZIONE DI VETTEL SECONDO AL TRAGUARDO

— a cura di Massimiliano Aquino —

Nel Gp dell’Azerbaigian ottava prova del mondiale di Formula uno, la Mercedes di Nico Rosberg trionfa davanti alla Ferrari di Vettel e alla Force India di Perez. Sul tracciato cittadino di Baku, la Mercedes di Nico Rosberg per la sesta volta in carriera, ha dominato il Gp dall’inizio alla fine. Con una vettura perfetta, il Tedesco, ha raggiunto la diciannovesima vittoria in carriera, incrementando il vantaggio nella classifica mondiale. Segnali di ripresa dalla rossa di Maranello, con Sebastian Vettel che è riuscito a rispondere giro dopo giro, ai tempidella Mercedes di Rosberg. La Ferrari di Raikkonen ha terminato la gara in quarta posizione, perdendo il gradino più basso del podio, proprio nell’ultimo giro, dove uno strepitoso Perez, è riuscito a mettere le ruote della Force India davanti alla rossa di Maranello. Un podio, che il Finlandese avrebbe comunque perso, a causa della penalizzazione di 5” per avere oltrepassato la linea bianca della corsia dei box. Ferrari all’attacco nel primo Gp dell’Azerbaigian. Dopo le deludenti prestazioni dei precedenti Gp, gli uomini al muretto, avevano provato a reagire al predominio Mercedes con un solo pitstop sulla monoposto di Vettel, ma la stessa strategia adottata dai tecnici Mercedes, hanno di fatto, lasciato le posizioni invariate sino al traguardo. Alla Ferrari di Vettel, serviranno altri decimi sul giro, per rilanciare le ambizioni mondiale dopo 8 Gp disputati, e con un ritardo di 45 punti dal leader della classifica.Deludente la prestazione delle Red Bull. Entrambi i piloti infatti, non hanno mai trovato il feeling con la loro monoposto, nonostante il secondo tempo di Ricciardo nelle qualifiche di sabato. Ricciardo ha terminato la gara al settimo posto, mentre Verstappen ha chiuso in ottava posizione. Da segnalare i 378km/h raggiunti dalla Williams di Bottas. Battuto il record di Montoya del 2005 che con la McLaren aveva raggiunto nel Gp di Monza, i 372km/h.

Il weekend di Baku.

I numeri del circuito

Gp di Azerbaigian – Baku

Primo Gp 19/06/2016.

51 giri per un totale di 306.049km.

Lunghezza tracciato 6.003km.

Sul tracciato sono 20 le curve da percorrere durante il giro.

In qualifica pole position per la Mercedes di Rosberg. Un dominio assoluto quello della Mercedes che negli ultimi due anni, ovvero, da quando si è passati ai motori ibridi, ha ottenuto 42 pole position su 45.

1 N. Rosberg 1’42”758 2 D. Ricciardo

3 S. Vettel 4 K. Raikkonen

5 F. Massa 6 D. Kvyat

7 S. Perez (+5 posizione sostituzione cambio) 8 V. Bottas

9 M. Verstappen 10 L. Hamilton

11 R. Grosjean 12 N. Hulknberg

13 C. Sainz 14 F. Alonso

15 E. Gutierrez 16 F. Nasr

17 R. Haryanto 18 P. Wehrlein

19 J. Button 20 M. Ericsson

21 K. Magnussen J. Palmer

In gara.

In partenza i piloti di testa mantengono le rispettive posizioni. Da segnalare Perez che si porta a ridosso 161133503-991a52af-ed56-47d4-b979-3153cce798dadei primi in quinta posizione.

2º giro Hamilton in decima posizione intrappolato nel traffico.

3º giro: 1 Rosberg, 2 Ricciardo, 3 Vettel, 4 Raikkonen, 5 Perez, 6 Massa, 7 Bottas, 8 Verstappen, 9 Hamilton, 10 Grosjean.

5º giro Red Bull in difficoltà. Vettel negli scarichi di Ricciardo, Verstappen subisce il doppio sorpasso da Bottas e Hamilton.

6º giro Vettel si porta in seconda posizione dopo il sorpasso effettuato ai danni di Ricciardo.

7º giro Rosberg conduce la gara con 7” di vantaggio su Vettel.

9º giro primo pit stop per la Ferrari di Raikkonen.

10º giro Rosberg porta a 10” il vantaggio su Vettel.

14º giro penalità di 5” a Raikkonen per avere oltrepassato la linea di demarcazione dei box.

16º giro pitsop per la Mercedes di Hamilton.

17º giro Rosberg ha 18” di vantaggio sulla Ferrari di Vettel.

19º giro Raikkonen sorpasso su Ricciardo.

20º giro bagarre tra Perez, Massa ed Hamilton.

21º giro Vettel ai box. Si preannuncia una sola sosta per la Ferrari numero 5.

22º giro pit stop per Rosberg. Identica a quella della Ferrari la strategia della Mercedes. Rosberg al tragurdo con un solo pit stop.

26º giro: 1 Rosberg, 2 Raikkonen, 3 Vettel, 4 Perez, 5 Hamilton, 6 Massa, 7 Bottas, 8 Hulknberg, 9 Sainz, Ricciardo.

28º giro ordine di scudiera in Ferrari: Raikkonen cede la posizione a Vettel.

30º giro duello a distanza tra Rosberg e Vettel a suon di giri record.

33º giro prosegue la gara perfetta di Perez in quarta posizione a 2” da Raikkonen.

38º giro Hamilton occupa la quinta posizione a 42” dal compagno di squadra.

41º giro Perez prepara l’attacco alla Ferrari di Raikkonen.

43º giro Hamilton da segni di ripresa ma i giochi sembrano oramai terminati.

47º giro Vettel ha un ritardo di 17” da Rosberg.

51º giro clamoroso sorpasso all’ultimo giro di Perez su Raikkonen. Gran podio per la Force India!

Al traguardo: 1 Rosberg 1h48’942”, 2 Vettel, 3 Perez, 4 Raikkonen, 5 Hamilton, 6 Bottas, 7 Ricciardo, 8 Verstappen, 9 Hulknberg, 10 Massa, 11 Button, 12 Nasr a 1 giro, 13 Grosjean a 1 giro, 14 Magnussen a 1 giro, 15 Palmer a 1 giro, 16 Gutierrez a 1 giro, 17 Ericsson a 1 giro, 18 Haryanto a 2 giri. Out Alonso, Wehrlein, Sainz, Kvyat.

Rosberg: “Grande pista, gara entusiasmante, sono felice perché tutto è andato secondo i piani sia in qualifica sia in gara. Ho spinto al massimo dall’inizio alla fine”.

Vettel: “Abbiamo ottenuto il secondo posto consecutivo, abbiamo preso buoni punti, il passo e la macchina ci sono, stiamo recuperando. Il circuito? In alcuni punti bisognava essere molto aggressivi”.

Arrivabene team principal Ferrari: “Vettel non mi sorprende, è un grandissimo campione, la squadra ha lavorato bene, non siamo ancora davantima ci arriveremo. Kimi si è fatto passare dalla Force India perché era fuori con i consumi e aveva 5” di penalità. Anche lui era in palla oggi”.

La classifica: 1 Rosberg 141 punti, 2 Hamilton 117, 3 Vettel 96, 4 Raikkonen 81, 5 Ricciardo 78, 6 Verstappen 54, 7 Bottas  52, 8 Perez 39, 9 Massa 38, 10 Kvyat 22, 11 Grosjean 22, 12 Hulknberg 20, 13 Alonso 18, 14 Sainz 18, 15 Magnussen 6, 16 Button 5, 17Vandorne 1.

Prossimo appuntamento 3 luglio Gp d’Austria – Zeltweg.