Rosberg trionfa a Spa. Ecatombe Ferrari

LA MERCEDES DI ROSBERG TRIONFA NEL GP DEL BELGIO

hamilton-vs-rosberg-300x168 Rosberg trionfa a Spa. Ecatombe Ferrari

INCREDIBILE ERRORE DI VETTEL ALLA PARTENZA

 

Dopo lo stop di quattro settimane per la pausa estiva, la Formula1 ha riacceso i motori con il Gp di Spa-Francorchamps. Al traguardo del Gp del Belgio, tredicesima gara stagionale, la Mercedes di Rosberg ha trionfato davanti alla Red Bull di Ricciardo – quarto podio stagionale – e al compagno di squadra Hamilton a podio dopo un’avvincente rimonta dall’ultima posizione. Gara sospesa al decimo giro per l’incidente di Magnussen – fortunatamente illeso – che ha distrutto la sua Renault F1 contro il guard rail. Alla ripresa del Gp, è andato in scena il monologo di Rosberg che ha dominato dall’inizio alla fine il Gp di Spa. Giornata negativa per le rosse di Maranello giunte in sesta posizione con Vettel e in nona con Raikkonen. Dopo la seconda fila conquistata nelle qualifiche di sabato, le Ferrari si sono autoeliminate dalla vittoria finale, a causa di un clamoroso errore di Vettel alla partenza che ha impattato contro il compagno di squadra Raikkonen, chiuso a sandwich tra la rossa di Vettel e la Red Bull di Verstappen. Una gara che la Ferrari avrebbe potuto vincere considerando le 4 vittorie ottenute da Raikkonen sul tracciato di Spa, e le potenzialità della SF16-H espresse sia nelle prove libere che in qualifica con la seconda fila ottenuta dai piloti. In pochi metri la Ferrari di Vettel ha gettato al vento la possibilità di ottenere la prima vittoria stagionale, nonché, punti preziosi per i piazzamenti che contano nella classifica costruttori. Un risultato questo, che porta a quattro i Gp disputati senza la gioia del podio.

 

I commenti dei protagonisti.

 

Rosberg: “Grazie mille a tutti. È stato un gran bel weekend, completato da una grande gara. Per me oggi è tutto andato per il meglio. Qui in Belgio c’è sempre una grande atmosfera. Ringrazio il pubblico, oltre al mio team per l’ottimo lavoro. Complimenti anche a Hamilton per la bella rimonta, arrivando sul podio”.

 

Ricciardo: “Tutto bellissimo, nonostante la confusione alla partenza. Aver tenuto dietro Lewis è un grande risultato”.

 

Hamilton: “Abbiamo fatto un lavoro fantastico. Sono molto contento di questo 3° posto arrivato dopo il cambio motori. Gara bellissima, clima straordinario”.

 

Vettel: “Ho avuto una partenza fantastica eravamo pronti a prendere la seconda posizione alla prima curva. Per me era difficile vedere Kimi, avrei dovuto dargli più spazio, ma ho capito dopo che Max stava entrando all’interno. Toccarci era l’ultima cosa che avremmo voluto fare. Posteriore e fondo danneggiati, c’è costato un po’. Almeno siamo andati a punti”.

 

Raikkonen: “Non saprei se ho colpa, sicuramente sono rimasto bloccato in mezzo alla partenza e non sapevo dove andare. Difficile dire di chi è la colpa”.

 

 

Il weekend di Spa.

 

In qualifica terza pole consecutiva per la Mercedes di Nico Rosberg che ha preceduto l’idolo di casa Max Verstappen su Red Bull. Ottima prestazione delle Ferrari che ha centrato la seconda fila con Raikkonen e Vettel. In ultima posizione Lewis Hamilton dopo aver accumulato ben 55 penalità nel corso delle prove per le continue sostituzioni di motore e di altre componenti tecniche della sua monoposto. Penalità anche per la McLaren di Alonso.

 

1 N. Rosberg 1’46”744 2 M. Verstappen

3 K. Raikkonen 1’46”910 4 S. Vettel 1’47”108

5 D. Ricciardo 6 S. Perez

7 N. Hilknberg 8 V. Bottas

9 J. Button 10 F. Massa

11 R. grosjean 12 K. Magnussen

13 E. Gutierrez 14 J. Palmer

15 C. Sainz 16  P. Wehrlein.

17 F. Nasr 18 E. Ocon

19 D. Kvyat 20 M. Ericsson

21 F. Alonso (penalità di 35 posizioni) 22 L. Hamilton (55 posizioni di penalità).

 

In gara.

 

1° giro incidente tra Vettel e Raikkonen all’esterno della prima curva. Il Tedesco finisce fuori pista mentre il Finlandese procede lentamente con il fondo della Ferrari danneggiato. Clamoroso l’errore di Vettel.

 

2° giro Raikkonen e Verstappen ai box.

 

6° giro terribile incidente per Magnussen che disintegra la monoposto sulle barriere di protezione.  Pilota illeso e safety car in pista. Alcuni piloti tra cui Rosberg e Vettel ne approfittano per fare il primo pit stop.

 

10 giro° Red Flug. I detriti in pista hanno reso impraticabile le traiettorie. Piloti fermi ai box.

 

Alle 14:33 la direzione gara comunica la ripartenza alle 14:40.

 

12° giro Vettel in 10° posizione Raikkonen in 15°.

 

13° giro bagarre tra Raikkonen e Verstappen in lotta per la 14° posizione. I due piloti si sono sfiorati in più occasioni in un solo giro, con il Finlandese che ha dovuto allargare la traiettoria fuori pista per evitare il contatto.

15° giro: 1 Rosberg, 2 Ricciardo, 3 Hulknberg, 4 Hamilton, 5 Alonso, 6 Massa, 7 Perez, 8 Kvyat, 9 Grosjean, 10 Vettel.

 

18° giro Hamilton in rimonta. Il pilota Inglese è in 3° posizione dopo il sorpasso ai danni di Hulknberg.

 

21° giro pit stop per Hamilton.

 

22° giro: 1 Rosberg, 2 Ricciardo, 3 Hulkemberg, 4 Alonso, 5 Massa, 6 Perez, 7 Vettel, 8 Bottas, 9 Hamilton, 10 Raikkonen

 

23° giro contatto tra Alonso e Hulkemberg in uscita nella corsia dei box. Pit stop per Vettel.

 

24° giro Hamilton ritorna in 3° posizione dopo il pit stop di Perez. Sosta anche per  Raikkonen.

 

27° giro pit stop per Rosberg.

 

30° giro Rosberg ha 10” di vantaggio su Ricciardo, quest’ultimo nel mirino di Hamilton.

 

33° giro pit stop per Hamilton.

 

35° giro Rosberg ha 12” di vantaggio su Ricciardo. Più staccato Hamilton. Le Ferrari in lotta con le Williams.

 

36° giro Alonso tallonato dalle due Williams e da Rakkonen. Buona la prestazione dello Spagnolo della McLaren.

 

41° giro Raikkonen vicinissimo a Bottas.

 

44° giro Rosberg si aggiudica la vittoria del Gp davanti a Ricciardo ed Hamilton. Seguono 4 Hulknberg, 5 Perez, 6 Vettel, 7 Alonso, 8 Bottas, 9 Raikkonen, 10 Massa, 11 Verstappen, 12 Gutierrez, 13 Grosjean, 14 Kvyat, 15 Palmer, 16 Ocon, 17 Nasr.

 

La classifica.

 

1 Hamilton 232 punti, 2 Rosberg, 3 Ricciardo 151, 4 Vettel 128, 5 Raikkonen 124, 6 Verstappen 115, 7 Bottas 62, 8 Perez 58, 9 Hulknberg 45, 10 Massa 39, 11 Alonso 30, 12 Sainz 30, 13 Grosjean 28, 14 Kvyat 23, 15 Button 17, 16 Magnussen 6, 17 Vandoorne 1, 18 Wehrlein 1.

 

Prossimo appuntamento 4 settembre Gp di Monza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here