Pensate ai cittadini per una volta!

Dall’aumento del 40% della tariffa TARES, alla chiusura illogica delle luci dopo una certa ora della notte, al posizionamento di PSEUDO AUTOVELOX, si capisce bene quanto l’amministrazione comunale di Bisignano capeggiata da Umile Bisignano sia in completa difficoltà nel pareggiare il bilancio.

Le spese di una cattiva gestione del Comune di Bisignano le pagheranno i cittadini, attraverso l’esborso di aliquote esose per servizi inefficienti.

Il PD di Bisignano condivide la soluzione avanzata dell’UDC nei giorni scorsi: per l’art.22 del regolamento TARES (mancato svolgimento del servizio) chiediamo la diminuizione dell’aliquota al 20%.

Ribadiamo inoltre che Umile Bisignano e il suo vice Damiano Grispo non hanno saputo gestire la questione rifiuti pur essendo stati finanziati per centinaia di migliaia di euro e ora vogliono che Bisignano accolga un mega impianto che sarà la fine per l’agricoltura del nostro paese e per la salute dei cittadini e del territorio.

I buoni amministratori sono quelli che investono le proprie finanze per valorizzare il proprio territorio, tentando in tutti i modi di creare economia che possa a sua volta generare lavoro e crescita. I buoni amministratori sono anche quelli che investono sul patrimonio culturale di un paese, dando ai giovani un motivo per restare.

I buoni amministratori non alzano aliquote del 40% pur sapendo di erogare un cattivo servizio e non si arrampivano sugli specchi per rimediare ad anni di sprechi e politiche clientelari.

Bisignano
13/03/2014 – Partito Democratico Bisignano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here