Nicoletti: riconfermato non per merito degli intellettuali di partito

1651

COMUNICATO STAMPA

Lo straordinario risultato conseguito alle elezioni provinciali, con la riconferma del sottoscritto, dimostra la validità del lavoro svolto, sia a livello provinciale che locale. Intanto ringrazio i consiglieri comunali della mia città che mi hanno votato, l’on. Ferdinando Aiello che ha permesso insieme a consiglieri di altri Paesi, che venisse eletto un bisignanese, al contrario di qualche intellettuale di partito che ha perorato la causa di consiglieri di altri comuni.

Una felice circostanza, quella di questo appuntamento elettorale, che dimostra come le diverse posizioni si possono incontrare ed il lavoro comune per il bene della città, è riuscito ad avere la meglio su ideologie ed interessi personali che non guardano allo sviluppo della nostra comunità.

Non posso che essere orgoglioso di questo importante risultato che va oltre anche alle funeste previsioni di chi, è rimasto vittima  “sacrificale” dei suoi stessi sistemi.

La mia candidatura, al contrario, era è resta figlia di un accordo con il territorio che, acquisito questo risultato, guarda già oltre.

Il mio lavoro riparte da fatti già acquisiti come la realizzazione della rotatoria all’incrocio di Sellitte, dall’asfalto di alcune importati strade che attraversano il territorio bisignanese e, soprattutto dalla scuola.

Si proprio dalla scuola. Come si ricorderà già lo scorso anno, con apposita mozione proposta dal sottoscritto in consiglio provinciale, si era riusciti a raggiungere risultati inaspettati con la delibera dell’autonomia per l’Istituto di Istruzione Superiore “E. Siciliano”. Delibera stravolta in sede di ratifica alla Regione.

Ora, si sta rincorrendo oggi, qualcosa che io avevo ottenuto nel 2015, facendo sciacallaggio e bassa politica. Se questa volta non è stato possibile ottenere lo stesso risultato, certo, non mi si possono addossare responsabilità che non mi appartengono.

Il sottoscritto, ha già chiesto un incontro al neo presidente della Provincia che si è dichiarato disponibile a ricevere il sindaco, gli studenti, i genitori e il corpo docente che hanno realmente a cuore le sorti per l’istituto “E. Siciliano”. Tutto ciò fermo restante la giusta posizione del Comune che, fino ad oggi, ha messo in campo ogni azione utile, sia a livello istituzionale che a livello giudiziario. Azioni che potrebbero, al di la di ogni singola e banale strumentalizzazione, portare a reali risultati.

Il sottoscritto, come sempre, resta a disposizione di ogni singolo cittadino, è felice di lavorare per il bene della comunità.