Lsu-Lpu: Il sindaco sollecita il ministero e la regione per l’erogazione delle somme dovute

Letture: 1928

Il sindaco della città, Umile Bisignano, recependo le giuste preoccupazioni dei lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità, che dal primo gennaio non ricevono lo stipendio, ha scritto al Ministero del Lavoro ed al Dipartimento Lavoro della Regione Calabria per sollecitare “l’erogazione del contributo in seguito a stipula contratti di lavoro”. Il sindaco, nella missiva, firmata anche dal responsabile del personale, Fortunato Bisignano, ricorda che l’Amministrazione Comunale “ha stipulato il contratto di lavoro a tempo determinato a 43 lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità i quali, dal 31.12.2014, stanno regolarmente prestando attività lavorativa e a decorrere dall’inizio di tale attività non percepiscono più il sussidio quali lsu e lpu né percepiscono lo stipendio in quanto questo Ente non ha ancora ricevuto l’accredito del contributo concesso proprio per tale assunzioni”. Da qui l’esigenza di ribadire l’urgenza nella erogazione del contributo: “i 43 lavoratori, tutti con famiglia a carico, a causa delle precarie condizioni economiche, manifestano quotidianamente il disagio a cui sono sottoposti, per cui al fine di risolvere tale deprecabile situazione si sollecita l’erogazione del contributo di euro 483.513,90 da parte del Ministero del Lavoro e l’erogazione del contributo di euro 333.502,15 da parte della Regione Calabria”.