L’obbligo di reagire

Letture: 1448
R&B Sport

Brno doveva essere una tappa importante di questa stagione motociclistica e così effettivamente è stato. Lorenzo ha dominato il Gp conquistando di forza 25 meritatissimi punti che, uniti al deludente (per il passo gara e per il distacco finale) terzo posto di Valentino Rossi, lo proiettano in testa al Mondiale a pari punti proprio con il Dottore (anche se il maggior numero di vittorie stagionali dello spagnolo gli permette di essere virtualmente in testa alla classifica). E’ andato così in fumo quel tesoretto di 30 punti che Rossi aveva dopo 3 gp sul compagno di squadra: da lì in poi le cinque vittorie del 99 (contro una sola del 46) e i troppi terzi posti dell’italiano hanno permesso al maiorchino di conquistare la vetta mondiale e dar vita ad una seconda parte di stagione che si preannuncia da urlo sin da subito.

Tra due domeniche ci sarà il Gp di Silverstone, pista Yamaha e soprattutto pro Lorenzo. L’obbligo per Vale è di rispondere subito alla batosta subita oggi con una gara tutta d’attacco. Ok gli undici podi stagionali su undici Gp, ok i 14 podi consecutivi considerando anche la scorsa stagione, ma adesso ci vuole un cambio di marcia deciso. Se si vuole vincere questo titolo Mondiale bisogna non sbagliare più la partenza come avvenuto oggi (mentre Lorenzo sin da subito ha preso il volo) e cercare di tenere il passo dei primi due, Lorenzo e Marquez che nei primi giri se ne sono andati via in tandem. Il campione del Mondo in carica ha preso la paga dal connazionale ma ha comunque mantenuto facilmente la seconda posizione che gli permette di accorciare un altro pò dalla vetta. La distanza è sempre tanta ma Marquez conferma di aver superato il periodo nero e ora bisognerà fare i conti ogni gara anche con lui per strappare punti che a fine stagione potrebbero rivelarsi decisivi per tutti e tre i piloti.

Lorenzo in questo momento attraversa un buon momento e quindi occorrerà ritrovare ben presto il solito Valentino Rossi, quello che quando il gioco si fa duro e tutto sembra perduto sa piazzare il colpo a sorpresa lasciando tutti sbalorditi.

Valentino, la palla ora passa a te. Reagire è un obbligo.

Armando Zavaglia