Il Sindaco di Amendolara accoglie una delegazione dell’Unione dei Comitati Cittadini Liberi di Bisignano. Obbiettivo Comune la modifica della Legge Regionale 11/2003

trib-300x212 Il Sindaco di Amendolara accoglie una delegazione dell’Unione dei Comitati Cittadini Liberi di Bisignano. Obbiettivo Comune la modifica della Legge Regionale 11/2003

Una delegazione dell’Unione dei Comitati Cittadini Liberi di Bisignano ha incontrato il Sindaco di Amendolara. Il primo cittadino del Comune dello Ionio cosentino, detentore della bandiera blu per il mare più pulito della costa calabrese, ha ricevuto ieri pomeriggio la visita di alcuni rappresentanti dell’UCCL di Bisignano per discutere in merito alle problematiche riguardanti i nuovi Consorzi di Bonifica della regione.

L’idea comune scaturita dopo il breve incontro è la necessaria modifica della Legge Regionale 11/2003 in materia di ordinamento e gestione dei Consorzi di Bonifica in Calabria, al fine di porre un argine definitivo agli ingiusti pagamenti che l’Ente impositore continua a inviare ai consorziati tramite Equitalia SPA a soli fini istituzionali anche per quei territori cosiddetti “asciutti”cioè da sempre privi di servizi, dissestati e classificati come macchia mediterranea.

Ciminelli Salvatore Antonio noto avvocato, patrocinante in Cassazione e Sindaco della comunità di Amendolara riferisce ai rappresentanti del Comitato di Bisignano l’urgenza d’indire già dalla prossima settimana un’assemblea pubblica alla presenza dei Sindaci dei bacini consortili interessati alla problematica del Consorzio.

Inoltre, lo stesso Ciminelli informa la delegazione dell’UCCL di Bisignano di una proposta di modifica alla Legge  Regionale 11/2003 al vaglio di una commissione specializzata romana, la quale ha come obiettivo una norma certa in grado di tutelare i piccoli  proprietari terrieri, i quali sono chiamati a pagare un tributo ingiusto imposto dalla Legge  Regionale in vigore per soli fini istituzionali.

Ciminelli continua nella sua esposizione e assicura la sua personale determinazione a portare avanti la battaglia nei confronti di un sistema mangiasoldi di anomala evidenza, convogliando la benemerita collaborazione di gran parte degli amministratori dei comuni del comprensorio dell’alto Ionio cosentino e invitando l’UCCL di Bisignano a una particolare collaborazione di appoggio alla causa tramite la raccolta di cinquemila firme a supporto della proposta di Legge da presentare anche con il sostegno delle delibere dei Sindaci dei Bacini Meridionali di tutta la valle del Crati.

L’Unione dei Comitati Cittadini Liberi di Bisignano ribadisce sul lavoro svolto fino a oggi nel territorio meridionale preservandosi di visualizzare i contenuti alla modifica della Legge 11/2003 approntata dalla commissione specializzata romana per confrontarla con la richiesta di modifica impressa sui moduli della raccolta firme.

In attesa di aggiornamenti e di nuove riunioni l’UCCL comunica a tutti gli agricoltori e soprattutto ai piccoli proprietari terrieri la propria determinazione a trovare una collaborazione comune con tutti i focolai di protesta presenti sul territorio diventando espressione comune del malcontento generalizzato soprattutto nelle parti di territorio classificate asciutte.

19/06/2012            Alberto De Luca per L’Unione dei Comitati Cittadini Liberi di Bisignano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here