Gp Malesia, per la Ferrari una jella scarogna di tutti i colori