Gp Cina…che disastro

LA RED BULL DI RICCIARDO TRIONFA IN CINA VERSTAPPEN ELIMINA VETTEL
received_1595907137184889-300x220 Gp Cina...che disastroLa Red Bull di Daniel Ricciardo vince il GP della Cina. Una gara spettacolare quella del pilota australiano, che dopo una serie di sorpassi, ha trionfato sul circuito di Shanghai davanti alla Mercedes di Valtteri Bottas e alla Ferrai di Kimi Raikkonen. Una gara caratterizzato dai colpi di scena in pista. La partenza sprint di Sebastian Vettel sembrava indirizzare la sorti della gara verso un altro successo della Ferrai. Al contrario, il ritorno delle due Red Bull ha cambiato il finale della corsa. Dopo il pit stop la Ferrari di Vettel si è ritrovata alle spalle della Mercedes di Valtteri Bottas, che con un giro super è riuscito a scavalcare il ferrarista con la sosta ai box. L’incidente in pista al 31° giro tra le due Toro Rosso di Gasly e Hartley ha mandato in pista la safety car che ha ricompattato il gruppo. Prima Verstappen, poi Ricciardo, hanno iniziato una rimonta strepitosa, sorpasso dopo sorpasso. Al 39° giro Verstappen ha provato l’attacco sulla Mercedes di Hamilton, ma il suo tentativo è terminato con un fuori pista senza conseguenze. Al 41° giro è iniziato il capolavoro di Ricciardo, che dopo aver raggiunto la zona podio ai danni di Hamilton, Raikkonen, e Alonso, ha superato prima Vettel in seconda posizione, poi Bottas al comando della gara. Dopo l’ennesima rimonta, Verstappen al 44° giro ha tamponato la Ferrari di Vettel mandandola fuori pista. Gara compromessa per il pilota della Ferrari che ha chiuso in ottava posizione, e dieci secondi di penalità al pilota Red Bull da scontare dopo il traguardo. La gara è stata vinta da Ricciardo davanti a Bottas e Raikkonen. In zona punti Hamilton, Verstappen, Hulkenberg, Alonso, Vettel, Sainz, e Magnussen.
La cronaca
Inizia bene il GP di Vettel che respinge l’attacco del compagno di squadra Raikkonen e tenta subito la fuga. Il finlandese delle Ferrari nel tentativo di superare Vettel, viene superato dalla Mercedes di Bottas che cerca subito di riportarsi negli scarichi di Vettel. La Red Bull di Verstappen mette le ruote davanti la Mercedes di Hamilton. La top ten dopo la partenza: Vette, Bottas, Raikkonen, Hamilton, Ricciardo, Hulkenberg, Sainz, Grosjean, Magnussen. Il primo pit stop è di Carlos Sainz al 17° giro. La Ferrari di Vettel porta a 3″ il vantaggio su Bottas. Al 18° giro rientra per in cambio gomme la Red Bull di Verstappen. Al 19° cambio gomme per la Mercedes di Hamilton. La Mercedes di Bottas rientra per il pit stop al 20° giro. Le due Ferrari al comando della gara. Al 21° giro pit stop per Vettel ma al suo rientro pista ritrova la Mercedes di Bottas davanti. In un solo giro il pilota della Mercedes è riuscito a guadagnare decimi preziosi sulla rossa di Vettel. Dopo 28 giri rientra la Ferrari di Raikkonen per il pit stop. La Ferrari di Raikkonen rientra in pista in 6 posizione° alle spalle di Bottas, Vettel, Verstappen, Ricciardo, e Alonso. Incidente in casa Toro Rosso al 31° giro con Gasly che tampona Hartley ma le vetture restano in pista. Safety car in pista per rimuovere i detriti in pista. Doppio pit stop in casa Red Bull. La safety car favorisce Vettel che può avvicinarsi a Bottas ma in terza posizione ora c’è Hamilton. Dopo la ripartenza dalla safety car le posizioini restano invariate ma con Verstappen negli scarichi della Mercedes di Hamilton. Ricciardo approfitta della bagarre davanti e supera la Ferrari di Raikkonen che non riesce nemmeno a difendersi. Al 39° giro Verstappen prova l’attacco alla Mercedes di Hamilton ma il suo tentativo termina con un fuori pista. Verstappen rientra in pista ma rientra in quinta posizione alle spalle di Ricciardo. Al 41° giro strepitoso sorpasso di Ricciardo su Hamilton. Dai box Red Bull comunicano a Ricciardo di provare l’attacco sulla Ferrari di Vettel. La Red Bull di Verstappen supera la Mercedes di Hamilton. Le due Red Bull volano in pista in questo finale di gara. Al 43° Ricciardo supera Vettel. Al 44° giro Verstappen tampona la Ferrari di Vettel. Al 45° Ricciardo si porta al comando della gara con un sorpasso su Bottas. Al termine del GP 10″ di penalità alla Red Bull di Verstappen. Al 48° giro Verstappen sorpasso su Hamilton. Bagarre in pista per la seconda posizione tra la Mercedes di Bottas e la Ferrari di Raikkonen. Vettel in difficoltà viene superato dalla McLaren di Alonso. La Red Bull di Daniel Ricciardo vince in GP della Cina davanti alla Mercedes di Bottas e alla Ferrai di Raikkonen.
GP Cina, Shanghai, 5,451km, 56 giri, 305,066km totali.
Griglia di partenza
S. Vettel (Ferrari) 1’31″095 2 K. Raikkonen (Ferrari) 1’31″182; 3 V. Bottas (Mercedes) 1’31″625 4 L. Hamilton (Mercedes) 1’31″675; 5 M. Verstappen (Red Bull) 1’31″796 6 D. Ricciardo (Red Bull) 1’31″948; 7 N. Hulkenberg (Renault) 1’32″532 8 S. Perez (Force India) 1’32″758; 9 C. Sainz (Renault) 1’32″819 10 R. Grosjean; 11 K. Magnussen (Haas) 1’32″986 12 E. Ocon (Force India) 1’33″057; 13 F. Alonso (McLaren) 1’33″232 14 S. Vandoorne (McLaren) 1’33″505; 15 B. Hartley (Toro Rosso) 1’33″705 16 S. Sirotkin (Williams) 1’34″062 ; 17 P. Gasly (Toro Rosso) 1’34″101 18 C. Stroll (Williams) 1’34″285; 19 C. Leclerc (Alfa Rome Sauber) 1’34″454 20 M. Ericsson (Alfa Rome Sauber) 1’34″914.
Ordine d’arrivo
1 D. Ricciardo (Red Bull) 1h35’36″380, 2 V. Bottas (Mercedes) a 8″894, 3 K. Raikkonen (Ferrai) a 9″637, 4 L. Hamilton (Mercedes) a 16″985, 5 M. Verstappen (Red Bull) a 20″346, 6 N. Hulkenberg (Renault) a 21″052, 7 F. Alonso (McLaren) a 30″639, 8 S. Vettel (Ferrai) a 35″286, 9 C. Sainz (Renault) a 35″763, 10 K. Magnussen (Haas) A 39″594, 11 E. Ocon (Force India) A 44″050, 12 S. Perez (Force India) a 44″725, 13 S. Vandoorne (McLaren) a 49″373, 14 L. Stroll (Williams) A 55″490, 15 S. Sirotkin (Williams) a 58″241, 16 M. Ericsson (Alfa Romeo Sauber) a 1’02″604, 17 R. Grosjean (Haas) a 1’05″296, 18 P. Gasly (Toro Rosso) a 1’06″330, 19 C. Leclerc (Alfa Romeo Sauber) a 1’22″575.
Classifica piloti
S. Vettel 54 punti, L. Hamilton 45, V. Bottas 40, D. Ricciardo 37, K. Raikkonen 30, F. Alonso 22, N. Hulkenberg 22, M. Verstappen 18, P. Gasly 12, K. Magnussen 11, S. Vandoorne 6, C. Sainz 3, M. Ericsson 2, E. Ocon 1.
Classifica costruttori
Mercedes 85 punti, Ferrari 84, Red Bull 55, McLaren 28, Renault 25, Toro Rosso 12, Haas 11, Sauber 2, Force India 1.
Prossimo appuntamento 29 Aprile GP Azerbaigian – Baku.