Gp Bahrain, Grosjean vivo per miracolo

Letture: 1468

HAMILTON VINCE IN BAHRAIN

BRIVIDI PER L’INCIDENTE DI GROSJEAN

Lewis Hamilton vince il GP del Bahrain. Il pilota inglese nonostante il settimo titolo mondiale conquista l’ennesima vittoria in stagione. Alle sue spalle le Red Bull di Max Verstappen e Alexander Albon. Un GP caratterizzato da una bandiera rossa e due safety car in pista. Drammantico incidente alla partenza nel GP del Bahrain. Subito dopo la prima curva, la Haas di Grosjean dopo un contatto con l’Alpha Tauri di Kvyat, perde il controllo e si schianta contro le barriere. Nell’impatto la vettura del pilota francese si spezza in due e prende fuoco. Miracolosamente illeso il pilota che riesce ad uscire dall’auto in fiamme sulle sue gambe. Bandiera rossa e tutti in pit lane. Dai primi accertamenti Grosjean avrebbe riportato una frattura alle costole, oltre a piccole ustioni alle mani e ai piedi. La gara riprende Si alle 16:40 con le vetture in griglia. Nuova partenza, ennesimo incidente. Contatto in staccata tra l’Alpha Tauri di Kvyat e la Racing Point di Stroll che si ribalta. Esce indenne Stroll ma safety car in pista. Bottas ne approfitta per il cambio gomme. Dopo 9 giri rientra la safety car. Hamilton conduce la gara davanti a 2 Verstappen, 3 Perez, 4 Albon, 5 Norris, 6 Ocon, 7 Leclerc, 8 Sainz, 9 Ricciardo, 10 Gasly, 11 Kvyat, 12 Russel, 13 Raikkonen, 14 Latifi, 15 Vettel, 16 Bottas, 17 Giovinazzi, 18 Magnussen. Leclerc in due giri subisce il sorpasso di Sainz, Ricciardo, e Gasly. Al 20° giro pit stop per Lewis Hamilton. Verstappen leader della corsa. Un giro dopo rientra Verstappen seguito da Perez. Al giro 22 si ferma Sainz per il cambio gomme. Posizioni invariate dopo il pit stop. Verstappen con gomma bianca potrebbe arriva fino in fondo. Hamilton con gomma gialla deve fermarsi per la regola della doppia mescola. Al 34° giro cambio gomme per Verstappen che monta ancora gomma bianca. Un giro dopo rientra anche Hamilton. Si ferma per il cambio gomme la Ferrari di Vettel al 40° giro. Due giri dopo seconda sosta per Leclerc. Entrambi i piloti sono fuori dalla zona punti. A 15 giri dalla conclusione, Vettel è in 16° posizone. Leclerc in 12° posizione. Al 47° giro terzo pit stop per Max Verstappen. A due giri dalla conclusione cede il motore della Racing Point di Sergio Perez che parcheggia in una zona pericolosa. Safety car in pista per gli ultimi chilometri. Perez giù dal podio tradito dal motore. Hamilton taglia in traguardo dietro la vettura di sicurezza davanti alle Red Bull di Max Verstappen e Alexander Albon, questultimo, clamorosamente a podio grazie al ritiro di Perez. Da dimenticare la gara di Valtteri Bottas umiliato ancora una volta dal compagno di squadra e giunto in 8° posizione al traguardo. Dopo la partenza disastrosa, Bottas non è riuscito a recuperare posizioni. Ottime prestazioni in gara per Renault o McLaren. Giro record di Verstappen al 48° che ottiene il punto addizionale e continua ad insidiare la seconda posizione in classifica di Valtteri Bottas. Tra sette giorni si corre il secondo GP del Bahrain.

GP di Bahrain, Sakhir, 5.412 km, 308.238 km totali.
Qualifiche
1 L. Hamilton (Mercedes) 1’27″264, 2 V. Bottas (Mercedes) 1’27″553, 3 M. Verstappen (Red Bull) 1’27″678, 4 A. Albon (Red Bull), 5 S. Perez (Racing Point) 1’28″332, 6 D. Ricciardo (Renault) 1’28″417, 7 E. Ocon (Renault) 1’28″419, 8 P. Gasly (Alpha Tauri) 1’28″448, 9 L. Norris (Mclaren) 1’28″542, 10 D. Kvyat (Alpha Tauri) 1’28″618, 11 S. Vettel (Ferrari) 1’29″149, 12 C. Leclerc (Ferrari) 1’22″165, 13 L. Stroll (Racing Point) 1’29″557, 14 G. Russel (Williams) 1’31″218, 15 C. Sainz (McLaren) no time, 16 A. Giovinazzi (Alfa Romeo) 1’29″491, 17 K. Raikkonen (Alfa Romeo) 1’29″810, 18 K, Magnussen (Haas) 1’30″111, 19 R. Grosjean (Haas) 1’30″138, 20 N. Latifi (Williams) 1’30″749.
Ordine d’arrivo
1 L. Hamilton 1h34’01″829, 2 M. Verstappen +1″254, 3 A. Albon +18″005, 4 L. Norris +11″337, 5 C. Sainz +11″787, 6 P. Gasly +11″942, 7 D. Ricciardo +19″368, 8 V. Bottas +19″680, 9 E. Ocon +22″803, 10 C. Leclerc +1 giro, 11 D. Kvyat +1 giro, 12 G. Russel +1 giro, 13 S. Vettel +1 giro, 14 N. Latifi +1 giro, 15 K. Raikkonen +1 giro, 16 A. Giovinazzi +1 giro.
Classifica piloti
L. Hamilton 332 punti, V. Bottas 201, M. Verstappen 189, D. Ricciardo 102, S. Perez 100, C. Leclerc 98, L. Norris 86, C. Sainz 85, A. Albon 85, P. Gasly 71, L. Stroll 59, E. Ocon 42, S. Vettel 33, D. Kvyat 26, N. Hulkenberg 10, K. Raikkonen 4, A. Giovinazzi 4, R. Grosjean 2, K. Magnussen 1, G. Russel 0, N. Latifi 0.
Classifica costruttori
MERCEDES 533, Red Bull 274, McLaren 171, Racing Point (penalizzata di 15 punti) 154, Renault 144, Ferrari 131, Alpha Tauri 97, Alfa Romeo 8, Haas 3, Williams 0.