Ferrari e Vettel, capolavoro in Bahrain

579

a cura di Massimiliano Aquino

Prestazione maiuscola della Ferrari e di Sebastian Vettel, che vince la seconda gara stagionale.

 

Il Tedesco della Ferrari centra  dunque la seconda vittoria in stagione – dopo quella ottenuta nel Gp di Australia – che lo rilancia al comando della classifica piloti. Il weekend del Bahrain si tinge di rosso. Dopo le difficoltà avute durante le prove libere del venerdì, e le qualifiche di sabato, la Ferrari mette le ruote davanti a tutti al termine del Gp. Partito dalla seconda fila, Vettel ha superato sia Hamilton che Bottas, per poi resistere negli ultimi giri alla rimonta dell’Inglese, penalizzato di 5″ per un’irregolarità nella corsia box ai danni della Red Bull di Ricciardo.

 

In qualifica, pole position per la Mercedes di Bottas – prima pole in carriera – che fa registrare il nuovo record del tracciato. La vettura di Vettel ottiene il tempo in griglia, mentre Raikkonen non riesce ad andare oltre il quinto tempo. Le Red Bull di Ricciardo e Verstappen si qualificano rispettivamente con il quarto e il sesto tempo. Non sembra avere fine il calvario di Fernando Alonso che non va oltre il quindicesimo tempo. Rientra al volante della Sauber, Pascal Wehrlein, che in seguito all’incidente accorso quest’inverno nella Race of the champions, è stato sostituito nei Gp di Australia e Cina dall’Italiano Antonio Giovinazzo.

 

In gara partenza sprint di Vettel che al termine del primo giro, è già sotto gli scarichi della vettura di Bottas. Hamilton in terza posizione precede la Red Bull di Verstappen, e la Sauber di Massa che riesce a sopravanzare la Ferrari di Raikkonen. Dopo 11 giri la Ferrari richiama ai box la rossa di Vettel nel tentativo di superare la vettura di Bottas con la strategia del pit stop. La Red Bull fa rientrare la vettura di Verstappen che termina la sua gara subito dopo la sosta per un incidente causato da un problema ai freni. Al 13º giro collisione tra Sainz e Strool – al termine del rettilineo principale – e safety car in pista. Rientrano tutte le vetture, Bottas precede Hamilton che ostacola l’ingresso in pit-lane di Ricciardo, e rincorre in una penalità di 5″. Secondo pit stop per Vettel al 33º giro. L’Inglese della Mercedes al 42º giro effettua la seconda sosta con relativa penalità. La Mercedes di Hamilton dopo aver conquistato la seconda posizione ai danni del compagno di squadra, inizia una spettacolare rimonta sulla vettura di Vettel che conduce la gara con un vantaggio di 19″ sull’Inglese. Giro dopo giro, la Mercedes riduce il distacco dalla Ferrari di Vettel, ma è la vettura del Tedesco a trionfare al termine dei 57 giri di gara. Una vittoria che rende meno opaca la prestazione della Ferrari di Raikkonen. Il Tedesco della Ferrari è il nuovo leader della classifica con   68 punti contro i 61 di Hamilton.

 

Vettel: “Mi sto godendo la macchina, ma è presto per fare programmi a lunga scadenza. Siamo solo all’inizio. Sono contento per il team e per i ragazzi che lavorano giorno e notte. È stata una giornata grandiosa , una vittoria di tutta la squadra”.

 

Hamilton: “Congratulazioni a Sebastian, è stata una gara molto difficile per me, 6″ di ritardo sono tanti. Non sono partito benissimo, ma ho cercato di recuperare dando tutto quello che avevo. La Ferrari ha fatto un grande lavoro. Sono deluso  perchè ho perso dei punti per me ela Mercedes”.

 

Il weekend

Gp del Baharain, 5,412km, 57 giri.

Qualifiche: 1 V. Bottas 1’28″769 2 L. Hamilton; 3 S. Vettel 1’29″247 4 D. Ricciardo; 5 K. Raikkonen 1’29″567 6 M. Verstappen; 7 N. Hulkenberg 8 F. Massa; 9 R. Grosjean 10 J. Palmer; 11 D. Kvyat 12 L. Stroll; 13 P. Wehrlein 14 E. Ocon; 15 F. Alonso 16 C. Sainz; 17 S. Vandoorne 18 S. Perez; 19 M. Ericsson 20 K. Magnussen.

Ordine d’arrivo: 1 Vettel 1h33’53″373 (Ferrari), 2 Hamilton (Mercedes), 3 Bottas (Mercedes), 4 Raikkonen (Ferrrai), 5 Ricciardo (Red Bull), 6 Massa (Williams), 7 Perez (Force India), 8 Grosjean (Haas), 9 Hulkenberg (Renault), 10 Ocon (Force India), 11 Wehrlein +1 giro (Sauber), 12 Palmer +1 giro (Renault), 13 Kvyat +1 giro(Toro Rosso).

 

Classifica piloti

 

1 Vettel 68 punti, 2 Hamilton 61, 3 Bottas 38, 4 Raikkonen 34, 5 Verstappen 25, 6 Ricciardo 22, 7 Massa 16, 8  Perez 14, 9 Sainz 10, 10 Magnussen 4, Grosjean 4, 11 Ocon 3, 12 Hulkenberg 2, Kvyat 2.

Classifica costruttori

1 Ferrari 102 punti, 2 Mercedes 99, 3 Red Bull 47, 4 Force India 17, 5 Williams 16, 6 Toro Rosso 12, 7 Haas 8, 8 Renault 2.

 

Prossimo appuntamento 30 aprile Gp di Russia.