Europa League 2014-15: il punto sulle semifinali d’andata

A poche ore dalle semifinali di ritorno di Europa League, analizziamo il borsino delle quotazioni di queste quattro squadre di arrivare a Varsavia:

Napoli-Dnipro: il Napoli dovrà vincere (o pareggiare con due o più gol) per arrivare in finale. Le accuse all’arbitraggio sono state moltissime, con l’errore evidente dell’arbitro norvegese sul gol del pareggio ucraino, ma i rimpianti napoletani devono essere legati anche alle tante occasioni fallite dopo aver sbloccato la gara con David Lopez. Adesso gli ucraini si ritrovano con il vantaggio di avere due risultati su due e due stagioni fa la sfida tra le due squadre in casa dei biancoblu terminò con la vittoria di quest’ultimi per 3-1. Passato a parte, il Napoli è più forte dei suoi rivali quindi ha tutto sulla carta per rimontare il match, serve però il miglior Napoli e non quello visto tra Empoli e Dnipro.

Fiorentina-Siviglia: Nel calcio mai dire mai ma questa volta sembra davvero una frase fatta. La Viola deve rimontare tre reti ai campioni in carica e obiettivamente sembra impossibile questa impresa per una formazione che dimostra evidenti limiti in fase offensiva. La Fiorentina crea tanto ma finalizza davvero poco e questo significa che o si inverte la tendenza oppure, come già avvenuto in Coppa Italia e in campionato, un altro obiettivo svanirà. Il rimpianto rimane sempre lo stesso: se ci fosse stato Giuseppe Rossi…

Il Siviglia da parte sua è la grande favorita per la vittoria finale: Emery si sta confermando allenatore sopraffino e il gioco messo in campo dai suoi ragazzi è uno spettacolo. Giocatori come Alex Vidal giocherebbero titolari in molti centrocampi di squadre europee al top.

Novanta minuti alla fine delle semifinali: chi si sfiderà a Varsavia?

Armando Zavaglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here