Dopo dodici ore di pioggia incessante la rete stradale nelle contrade di campagna a Nord- Est di Bisignano risulta definitivamente compromessa

gslc Dopo dodici ore di pioggia incessante la rete stradale nelle contrade di campagna a Nord- Est di Bisignano risulta definitivamente compromessa

Le strade già ridotte a viottoli rurali dagli smottamenti degli inverni scorsi si sono trasformate in fiumi di fango e detriti, diventando in molti tratti impraticabili, anche a piedi. Questa mattina, la viabilità in località Fria Nord, interessata per più di due mesi da un cantiere per la realizzazione di un bay pass viatico, posto in opera da alcuni operai dell’AFOR Calabria, in collaborazione con il Consorzio di Bonifica, si presentava come un fiume di fanghiglia e mostrava al centro della carreggiata un solco profondo, scavato dall’acqua piovana, il quale impediva il passaggio dei veicoli. Inutile il tentativo di proseguire a piedi, visto il manto stradale realizzato con della terra battuta, riposta sul brecciame di riempimento. In contrada Trentapani, ove sono stati realizzati altri lavori a dir poco scriteriati, la situazione si è presentata non meno complessa rispetto alla zona più a monte. Il fango ha ricoperto la carreggiata con detriti e frasche ostruendola. Inoltre, la parte sovrastante la collina continua a venire giù sottoforma di una melma fluida. Nelle zone di Fria Sud e Coppe Malandrini, invece, la situazione è resa ancora più grave da alcune slavine e dal fatto che la viabilità non è mai stata messa in sicurezza, dopo essere stata interessata dagli eventi franosi degli scorsi anni. In questo luogo, le viuzze comunali sono alla mercé dell’imprevisto e contrassegnate da voragini e buche. Lungo quest’ultimo tratto impervio transita tutti i giorni un scuolabus con a bordo i bambini della scuola media, elementare e materna. Normalmente, il mezzo scolastico percorre quattro volte al giorno lo stesso tragitto, fracassando inesorabilmente ammortizzatori, bracci, ruote e carrozzeria, il tutto a spese della collettività, la quale contribuisce ad acquistare i mezzi del trasporto scolastico, pagando le tasse. Poste italiane, invece, ha sospeso il servizio di recapito a domicilio per le famiglie residenti nel luogo, proprio a causa della impercorribilità stradale.

Bisignano il 23/02/2012
Alberto De Luca

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here