Comunicato Stampa dell’Amministrazione Comunale sulla vicenda della Banda Musicale

L’Amministrazione Comunale di Bisignano, in merito alla decisione di concedere in comodato d’uso gratuito i locali della struttura comunale a ridosso della chiesa S. Domenico all’ente parrocchia S. Croce, precisa che tale scelta è stata presa perché ha ritenuto che quei locali fossero più indicati a venire incontro alle esigenze della parrocchia, in primo luogo per la vicinanza dei due edifici, consentendo così di svolgere in modo migliore quelle attività rivolte alle persone che si trovano in particolari condizioni di bisogno…

L’Amministrazione ricorda che già gli amministratori comunali della Giunta D’Alessandro, tra cui l’attuale Consigliere Comunale Roberto Cairo, nel corso della cerimonia inaugurale della struttura polivalente in questione, annunciarono pubblicamente che la struttura sarebbe stata consegnata in gestione alla parrocchia, che avrebbe dovuto beneficiare anche dell’energia elettrica prodotta dai pannelli solari per ridurre le spese della bolletta.

Si fa notare, inoltre, che la Banda Musicale “Città di Bisignano” attualmente utilizza i suddetti locali senza alcun atto amministrativo (deliberazioni, determinazioni o autorizzazioni) che la autorizzi a servirsi della struttura in questione.

Premesso che, come da apposito regolamento comunale, hanno diritto di precedenza nella concessione in comodato d’uso gratuito dei beni demaniali e patrimoniali dell’Ente quelle associazioni che svolgono le loro attività senza fini di lucro e che non percepiscono alcun contributo in denaro per le loro prestazioni, l’Amministrazione Comunale precisa espressamente che la decisione di concedere i locali della struttura polivalente alla parrocchia di Santa Croce, non significa che la Banda Musicale “Città di Bisignano” non possa ottenere da questa stessa Amministrazione la concessione di un altro locale dove svolgere le prove orchestrali.

L’Amministrazione Comunale ritiene, inoltre, spropositate le azioni intraprese dalla Banda Musicale città di Bisignano quali il volantinaggio e la raccolta di firme contro la nostra legittima deliberazione in quanto questa amministrazione ha sempre sostenuto le associazioni presenti sul territorio, concedendo l’uso delle sedi in comodato gratuito a tutti coloro che ne hanno fatto richiesta.

Non è inoltre vero che questa Amministrazione non si è preoccupata di pensare alle sorti di questa associazione musicale: lo dimostra il fatto di aver già coinvolto come principale referente nel progetto inoltrato da questo Comune alla Regione Calabria, denominato “ristabilire la cultura bandistica partendo dalla scuola primaria”, proprio la Banda Musicale “Città di Bisignano”, cui l’Amministrazione Comunale riconosce la sua esperienza nel campo della formazione e con la quale è stato firmato apposito protocollo d’intesa, come è riportato nella delibera di Giunta Comunale n. 81 del 3 marzo 2009. Questa amministrazione per tale progetto ha provveduto a liquidare alla Banda Musicale “Città di Bisignano”, in data 3 novembre 2009, la somma di € 1.247,00 pari al 20% (a carico del Comune) per spesa del personale messo a disposizione per il corso di musica, cofinanziato per l’80% dalla Regione Calabria, per un importo totale di 7.900 €, di cui ha usufruito in parte anche la banda musicale “Città di Bisignano”. Un coinvolgimento di non poco conto che senza dubbio non molte associazioni presenti sul territorio di Bisignano hanno ottenuto da questo Ente. Tutto ciò testimonia la nostra attenzione ed il nostro sostegno verso questa associazione musicale, che ha potuto così accedere, grazie all’attuale Amministrazione Comunale, a questo importante progetto per la promozione della cultura bandistica, che ribadiamo essere stato finanziato in parte con fondi comunali.

Da parte nostra, restiamo comunque ancora disponibili al dialogo e ci auspichiamo vivamente che qualche rappresentante della Banda Musicale “Città di Bisignano” metta da parte scorciatoie reazionarie che non portano da nessuna parte e che creano soltanto incomunicabilità tra le parti ed accetti di trovare insieme all’Amministrazione Comunale una soluzione che è possibile e auspicabile.

Ribadendo la nostra piena disponibilità di giungere ad un accordo con l’associazione musicale, questa amministrazione si sente di affermare che ci vorrebbe più rispetto per una squadra di governo che è stata la più votata di tutti i tempi e che è nel pieno delle sue facoltà prendere decisioni che rispecchiano il proprio progetto politico e amministrativo per la città di Bisignano.

Dalla Residenza Municipale di Bisignano, 7 maggio 2010.


Scarica comunicato formato per la Stampa

2 Commenti

  1. ahahahah….
    L’Amministrazione vuole consentire di svolgere in modo migliore quelle attività rivolte alle persone che si trovano in particolari condizioni di bisogno in una struttura chiusa a vetro??? che bella presa per i fondelli…
    Non si sono sforzati molto..: UNA SCUSA MIGLIORE NON SI POTEVA PROPRIO TROVARE (l’intelletto della restante parte dei bisignanesi che non li hanno votati non può essere offeso con simili stronzate!!!)
    Da quanto in qua la giunta Bisignano prende in considerazione l’operato dell’Amministrazione D’Alessandro, che ha sempre criticato e mal giudicato???
    Il progetto realizzato fra Ente Comune-Direzione Didattica e Banda Musicale è prettamente REGIONALE e NON COMUNALE il quale, quest’ultimo ha solo anticipato soldi che la Regione gli ha già restituito!! Ha accettato di far fare il progetto SOLO perchè NON RIMETTEVA NULLA DALLA CASSA COMUNALE!!!
    il progetto è stato approvato dalla Regione per una somma di €6.900 da dove escono fuori altre 1000€??? Ora si capisce come mai non tornano i conti nelle casse Comunali…
    vorremmo proprio sapere quanti soldi ha dato il comune alla Banda Musicale dalla propria cassa senza il rimborso della regione…
    I rappresentanti della Banda all’unico incontro avuto con l’Amministrazione sono stati INSULTATI dall’Assessore Grispo.. vuole riincontrarli perchè non è soddisfatto delle parole offensive che gli ha rivolto??? VUOLE DARGLI IL RESTO???
    Se quest’Amministrazione tiene tanto ad una Associazione come la Banda Musicale, PERCHE’ NON GLI DELIBERA UNA SALA SENZA ALCUN INCONTRO??? Infondo, tale Associazione le richieste SCRITTE per una sala gliele ha fatte dal 2006 a oggi…

  2. L’amministrazione, il giorno che ha deliberato x dare l’anfiteatro alla parrocchia di santa croce (la quale ha già altri locali) , ha deliberato anche per dare altre strutture ad altre associazioni…
    COME MAI HA TOLTO DA LI LA BANDA E NN LE HA ASSEGNATO ALTRI LOCALI???
    COSA C’è DIETRO????

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here