Associazione ambientalista:”Non ci fermiamo”

Letture: 3681

– Comunicato Associazione Ambientalista Valle del Crati Bisignano —

L’amministrazione comunale esprime la volontà d’interrompere i rapporti con la Consuleco Srl, l’associazione chiede, la revoca definitiva dell’autorizzazione allo scarico.

Bisignano, venerdì 7 maggio 2021.

Presso il piazzale antistante la Parrocchia di San Tommaso Apostolo, nel rigoroso rispetto della normativa anticovid, si è svolta una partecipata ed interessante riunione organizzata dall’Associazione Ambientalista Valle del Crati di Bisignano.

Oltre ai componenti dell’associazione, erano presenti molti cittadini, agricoltori, membri dell’opposizione, esponenti di associazioni ambientaliste nazionali, rappresentanti della stampa, e amministratori locali, rappresentati dal Sindaco Francesco Lo Giudice e dall’Assessore all’Ambiente Pierfrancesco Balestrieri.

Due gli argomenti discussi in modo corale:

  • la ripresa dell’attività industriale da parte della Consuleco srl, in modo illecito, senza le dovute autorizzazioni ( A.I.A. revocata a seguito dell’inchiesta denominata Arsenico) e in netto contrasto con l’ordinanza sindacale n. 07 del 05.03.2020 che vieta lo scarico dei reflui industriali  “trattati” nel depuratore comunale;
  • revoca definitiva dell’autorizzazione allo scarico dell’impianto industriale nel depuratore comunale e conseguente distacco di ogni collegamento tra le due installazioni, in adempimento a quanto stabilito all’unanimità, durante il consiglio comunale del 19 02 2021.

In merito al primo punto gli amministratori locali hanno riferito che l’attività criminosa è stata debitamente denunziata alla Procura della Repubblica di Cosenza, mentre per quanto riguarda la revoca definitiva dell’autorizzazione allo scarico dell’impianto Consuleco srl, chiesta a gran voce da tutti i presenti, il Sindaco ha promesso che si procederà entro i prossimi giorni, con una delibera promossa dal consiglio comunale.

Appare chiaro che visti i reiterati illeciti, le inadempienze contrattuali e i reati commessi dalla Consuleco srl negli anni, sono venuti a mancare i presupposti validi (se mai ci fossero stati), per il prosieguo della sua attività sul nostro territorio, non ultima, la questione legata all’integrità morale e alla correttezza operativa della Consuleco srl e del suo amministratore.

Attendiamo dunque gli atti amministrativi richiesti e promessi dall’amministrazione comunale ed informiamo inoltre, che settimana prossima saremo ricevuti in regione, dove esporremo nuovamente le nostre ragioni all’Assessore De Caprio, all’Assessore Gallo e agli organi regionali preposti, in questa delicata fase di revoca/rinnovo dell’autorizzazione A.I.A.

Determinati ad impugnare e contestare prontamente qualsiasi atto che non sia diretto alla definitiva revoca di tutte autorizzazioni concesse alla Consuleco srl.