A Bisignano il comitato per il sì al referendum

777

COMITATO PER IL SI’AL REFERENDUM SULLA RIFORMA COSTITUZIONALE

Si è costituito a Bisignano il Comitato per il SI’ al Referendum del 4 dicembre 2016 per la conferma popolare della si-referendumRiforma Costituzionale.
La Legge di Riforma, il cui titolo è “Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del Titolo V della parte II della Costituzione”, consentirà:
• di affidare alla Camera dei Deputati la titolarità del rapporto di fiducia con il Governo e l’esclusivo esercizio della funzione legislativa, insieme con le funzioni di indirizzo e controllo dell’operato del Governo;
• di affidare al Senato della Repubblica, riducendone i membri da 315 a 100, la rappresentanza delle istituzioni territoriali (Regioni, ecc.) e le funzioni di raccordo tra lo Stato e gli altri enti costituzionali della Repubblica e l’Unione Europea;
• di escludere che i senatori percepiscano emolumenti aggiuntivi a quelli già percepiti per la loro carica istituzionale territoriale, ponendo anche un limite agli emolumenti di tutti i consiglieri regionali di tutte le Regioni italiane, nei limiti dell’importo degli emolumenti attribuiti ai sindaci dei Comuni Capoluogo delle rispettive Regioni;
• di sopprimere le Province;
• di sopprimere il CNEL, Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro
• di stabilire i campi legislativi di esclusiva competenza statale con la limitazione dei campi di competenza regionale.
La Riforma Costituzionale, che non modifica assolutamente i Principi Fondamentali della Carta Costituzionale (dall’art.1 all’art. 12), né i Diritti e Doveri dei Cittadini (dall’art.13 all’art. 54), consentirà:
• di semplificare e razionalizzare il funzionamento delle Istituzioni Statali;
• di accelerare il processo legislativo dello Stato;
• di ridurre il numero dei parlamentari e di rendere più agili le procedure legislative e parlamentari;
• di ridurre gli Enti Istituzionali, di snellire la burocrazia e di creare economie per lo Stato;
• di definire meglio i poteri legislativi delle Regioni e i poteri legislativi dello Stato, evitando sovrapposizioni e contraddizioni;
• di definire i limiti degli emolumenti ai consiglieri regionali evitando gli incrementi abnormi e incontrollabili;
• di armonizzare la Carta Costituzionale con le aspettative popolari per uno Stato più funzionale, meno burocratico e più rispondente alle esigenze di una società che è sempre più avanti delle istituzioni che la rappresentano.

Il Comitato per il Si’ si propone di diffondere le buone ragioni per la conferma referendaria della Legge di Riforma Costituzionale che innova, ammoderna e semplifica le nostre istituzioni e le rende più efficienti ed economiche.
Il Comitato per il SI’ vede al suo interno esponenti del mondo politico, culturale, imprenditoriale e dell’associazionismo giovanile è aperto da subito e per tutto il periodo di campagna referendaria, all’adesione e all’apporto di tutti coloro che vogliono aderire e contribuire alla vittoria del SI’.

Bisignano, 30 settembre 2016-10-01 IL COMITATO PER IL SI’