90°minuto, puntata 02-11-2014

Decima giornata di Serie A, con 90° minuto e la solita banda a corredo. Marco Mazzocchi e Jacopo Volpi evitano qualche ricamo di troppo, Tiziano Pieri capisce che soltanto nei “Tempi Supplementari” ha diritto al tavolo buono, e gli ospiti Giuseppe Galderisi e Francesco Colonnese sanno che in due ore devono trovare stimoli e capricci. Gli anticipi, tre in tutto, sono il motore di partenza. Mazzocchi sbaglia ad attribuire la paternità del servizio di Napoli-Roma 2-0: non è di Stefano Mattei (al quale tocca Parma-Inter 2-0, e gli tocca sempre il sabato sera) ma di Marco Lollobrigida, che nomina come peggiore in campo Francesco Totti e viene pure bacchettato in studio. Uno strano effetto mi pervade nel sentire Federico Calcagno, dotato di pause d’interpunzione, per Empoli-Juventus 0-2. Sembra quasi un nastro riavvolto al rallentatore. C’è la sigla e arriva anche un curioso frame dal passato: Emanuele Giacoia confondeva Paolo Valenti con Enrico Ameri. Un altro ricordo arriva da Lamberto Sposini che da Perugia raccontava dell’arbitro Lattanzi che si era mangiato un’arancia per stemperare gli animi.

di-gennaro-300x225 90°minuto, puntata 02-11-2014Finalmente è il tempo dei gol, vabbè delle sintesi. Per Dario Di Gennaro, il primo a intervenire in diretta, uso un solo aggettivo: unico. Perché commenta una partita da zero come Chievo-Sassuolo 0-0, dove l’arbitro termina «l’agonia del pubblico» e soprattutto il buon Di Gennaro auspica questa benedetta riforma dei campionati per riportare la Serie A in un formato decente, ovvero a diciotto o, meglio ancora, a sedici squadre. Scoppia l’esultanza di tutti, smorzata dalla palla di giudizio data da Alberto Rimedio per Torino-Atalanta 0-0. Generoso lui e sorridente Franco Lauro, che torna dopo qualche giornata d’assenza. Sciarpa d’ordinanza per Udinese-Genoa 2-4, lo colloco secondo tra i migliori degli inviati, e sapete quanto mi costa tutto ciò. Gianni Cerqueti per Sampdoria-Fiorentina 3-1 chiude la prima parte, riaperta dall’immancabile musicarella rockettara con il riepilogo dei gol nonché Alessandro Antinelli, il primo che apre i “Tempi Supplementari”, quelli di Rai 2, con le news su Milan-Palermo.

Passando su Rai Sport 2 si nota, intanto, che il programma sarà sempre introdotto dai cani che corrono in una competizione del settore, quasi come se fosse un messaggio subliminale. Appare anche un imprevisto servizio sulla Lega Pro, da Matera giunge al microfono Antonio Canonaco (forse ho sbagliato il nome del cronista lucano, chiedo scusa in anticipo) e si citano anche i posticipi di Serie B, Latina-Frosinone 1-4 e Varese-Modena 2-1. Due i servizi sul lunedì malato della massima serie, grazie a Gianni Bezzi per Lazio-Cagliari e un Giacomo Capuano che si supera per Cesena-Verona, nell’iniziare il servizio parlando della luce del sole, per una partita che è fissata al lunedì (ricordiamolo sempre) per le 19. Un ultimo dato di fatto è dato dalla mancanza assoluta di Hd. Questa domenica è stata dedicata a una diretta sul teatro di Eduardo De Filippo, ma in precedenza era appannaggio di “Domenica In”. Ovviamente, la Rai compra i diritti del calcio per mandare Paola Perego e Pino Insegno in Hd. Eh…….

Massimo Maneggio

Per rivedere la puntata del 2 novembre 2014: http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/90-minuto-7b9a45ce-8b1a-415a-8ad8-ae64a8ae3e7b.html

Tempi supplementari: http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/90minuto-supplementari-a508e05a-0cec-44a6-acd6-1ef99ac69185.html

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here