90° minuto, puntata 15-03-2015

Letture: 2524

A 90° minuto ormai si fa fatica a parlare di calcio. Colpa di chi ha inventato il calendario a casaccio, ma colpa anche di chi non si è saputo imporre. E così, nel primo quarto d’ora di 90° minuto si parla di…Formula Uno, dove l’ospite Beppe Dossena è il grande esperto, Gianluca Zambrotta è il simpatizzante collegato da Milano, e ci sono due servizi dall’Australia: il primo è un montaggio rapido di Stelvio Saltamerenda (58 secondi per 58 giri), al secondo ecco le interviste di Ettore Giovannelli, anche al doppiaggio.

E il calcio? Eh già…due errori fenomenali di Marco Mazzocchi vanno segnalati: l’aver posizionato la Sampdoria al primo posto e l’aver scambio Stefano Mattei al posto di Franco Lauro, da tortura cinese. Sul calcio ci sono, intanto, i servizi del Mattei su Cagliari-Empoli 1-1, e del nostro-vostro Lauro su Palermo-Juventus 0-1, cui seguiranno un focus bianconero di Valerio Iafrate e quello rosanero di Roberto Gueli, ma sul finale di puntata, a intervistare Maurizio Zamparini. Poi, ecco Alessandro Antinelli, collezionista di modellini Ferrari, su Inter-Cesena, mentre la prima clip ci riporta a un gol di Gianfranco Matteoli dopo dieci secondi in un match del passato (successivamente, Osvaldo Bagnoli a Bergamo sullo scudetto veronese del 1985, per commemorare Lars Larsson dell’Atalanta, scomparso paganiniqualche giorno fa).  Il bel faccino di Alberto Rimedio con Atalanta-Udinese 0-0 e una cravatta di dubbio gusto ci catapultano ai servizi di oggi, dove Paolo Paganini è leggermente il migliore con Sassuolo-Parma 4-1 e Gianni Cerqueti fa un po’ il criptico in Genoa-Chievo 0-2.

Proseguono gli sfottò di Mazzocchi, che solidarizza però con i settanta baristi licenziati dalla Rai, mentre Jacopo Volpi infila una perla nel dare Fernando Llorente titolare contro il Borussia Dortmund.

Ai “Tempi supplementari” si va quasi di fino con Marco Lollobrigida su Roma-Sampdoria, di violini zigani con Fabrizio Failla su Fiorentina-Milan, mentre con Francesco Marino si fa la conta degli infortunati per Torino-Lazio.

Su Rai Sport 1, arrivano altre cose da segnalare. Un’analisi tardiva dei mondiali con Italia-Ucraina 3-0 del 2006 (popopopopo…), la moviola di Tiziano Pieri, Mazzocchi che riceve tweet sulle domeniche che non hanno più un senso e Francesca Sannipoli, sul finale di trasmissione, collegata per Verona-Napoli 2-0, finita da qualche minuto.

Ah… settimana prossima ci sarà una puntata da non perdere. Con due servizi di giornata e due anticipi, infatti, si prevede un picco d’ascolto incredibile. Più volte Mazzocchi annuncia davanti a tutti una trasmissione speciale, ben sapendo che successivamente è in programma il riposo del campionato e poi il sabato pasquale. Ecco, chissà cosa uscirà dall’uovo di Pasqua. Speriamo che domenica prossima non ci sia una mortificazione di questo storico programma: non lo meriterebbero i pochi affezionati, la storia del calcio e tutto quello che volete. E un saluto, come sempre, a quanti ci seguono dalle case di cura, di riposo e dagli ospedali.

Massimo Maneggio

Per rivedere la puntata di 90° minuto del 15 marzo 2015: 

http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/90-minuto-571323e6-98a6-4526-86a0-45f80185a064.html

“Tempi supplementari”: http://www.raisport.rai.it/dl/raiSport/media/tempi-supplementari-ea5e4314-3ea0-4b6f-ab73-957ce32d02c2.html