Unplugged, al “Siciliano” il progetto decolla con qualità

Letture: 690

Il convegno-dibattito “Ancora più liberi della droghe” è dedicato al progetto Unplugged, svolto dalle classi prime dell’istituto d’istruzione Enzo Siciliano del dirigente scolastico Raffaele Carucci, insieme ai docenti responsabili.

progetto unplugged scuola
La locandina dell’evento

Si tratta di un programma di prevenzione delle dipendenze e promozione della salute basato sul modello dell’influenza sociale, disegnato, a partire dalle migliori evidenze scientifiche, da un gruppo di ricercatori europei e valutato nell’ambito dello studioEU-Dap (European Drug addiction prevention trial).

Unplugged è basato sul modello dell’influenza sociale, e ha l’obiettivo di:

  • favorire lo sviluppo ed il consolidamento delle competenze interpersonali
  • sviluppare e potenziare le abilità intrapersonali
  • correggere le errate convinzioni dei ragazzi sulla diffusione e l’accettazione dell’uso di sostanze psicoattive, nonchè sugli interessi legati alla loro commercializzazione
  • migliorare le conoscenze sui rischi dell’uso di tabacco, alcol e sostanze psicoattive e sviluppare un atteggiamento non favorevole alle sostanze

I ragazzi hanno affrontato in queste settimane un percorso di consapevolezza necessario per conoscere e capire soprattutto i pericoli della tossicodipendenza, nonché delle altre devianze che possono colpire in età adolescenziale. Quanto fatto fino ad oggi ha permesso ai docenti di formarsi per promuovere la salute in classe a favore dei propri alunni.

L’obiettivo del convegno è di mostrare i progressi dei ragazzi in questo percorso sociale, con il supporto delle istituzioni scolastiche e politiche. I lavori vedranno la partecipazione di figure esperte come il direttore Serd Roberto Calabria e l’educatore professionale Amerigo Giuseppe Rota che ha curato il progetto “Unplugged” nel coordinamento docenti-ragazzi.

L’iniziativa è patrocinata dalla Regione Calabria con l’interessamento dell’assessore Pasqualina Straface, e dal Comune di Bisignano, altro promotore dell’iniziativa che interverrà con il sindaco Francesco Fucile, la consigliera Maria Rosaria Sita e l’assessore Stefania De Marco.

Il progetto può crescere notevolmente crescere nel corso del tempo, garantendo una continuità di percorso ai ragazzi, da salvaguardare sempre più per una tematica, come quella della droga, più attuale di quanto si possa pensare in questa comunità.