Una dignitosa presenza cittadina ha accolto l’illustre Prefetto nell’aula del consiglio nel Comune di Bisignano

IMAG0041-300x225 Una dignitosa presenza cittadina ha accolto l’illustre Prefetto nell’aula del consiglio nel Comune di Bisignano

La manifestazione ha ottenuto un risultato meritevole di attenzione. C’erano proprio tutti ma soprattutto loro i protagonisti indiscussi rappresentanti un folto gruppo di persone semplici, composte ed attende ad ogni minima questione in merito alle problematiche riguardanti il dissesto idrogeologico del territorio Bisignanese. Complimenti a tutti e un doveroso ringraziamento ad ogni singolo partecipante. Il Comitato Cittadino Spontaneo materialmente non riesce ad entrare in ogni  singola casa per porgere le congratulazioni ma il sentimento oggi sarebbe quello. Alle Istituzioni tutta la riconoscenza per essere stati presenti e pazienti visto i lunghi tempi dovuti allo sviluppo del dibattito…

Oggi tutti hanno fatto la loro parte, la popolazione, l’amministrazione,l’opposizione, il Prefetto e le forze dell’ordine dando un esempio di democraticità civile. Già da domani il Comitato Cittadino Libero incomincerà a programmare le tappe successive soprattutto in merito al contenuto dialogico con gli organi governativi locali  anche di minoranza per ovviare a tutte le problematiche che ci attendono. Il lavoro sarà molto difficile ed anche i tempi lunghi ma dei primi risultati si dovranno vedere già nelle prossime settimane. Il Comitato Cittadino Libero informa, inoltre, che gli aggiornamenti relativi allo sviluppo dei programmi di lavoro saranno aggiornati quotidianamente sul sito bisignanoinrete.com ricerca in Google.

Bisignano     16.04.2010                         Alberto De Luca per Comitato Cittadino Libero

5 Commenti

  1. Risposta a il chiuR.Lo, forse hai ragione tu anche io ho la sensazione che troppo zucchero fa venire la glicemia alta. Il problema è che in minoranza non hai che accettare tutto quello zucchero. Anche la voce era molto bassa e pacata ma ti assicuro che non sarebbe mai stata la mia linea. Comunque uno attento come te avrebbe compreso non ho mai avuto dubbi. Solo chi non conosce la matassa potrebbe essere confuso da una dose eccessiva di zucchero. Resti sempre un grande con una marcia in più naturalmente visibile nella conoscenza affinata di “certi” componenti e meccanismi della politica locale.

  2. Esimio Alberto il mio commento era riferito esclusivamente a quanto da te scritto nel resoconto dell’incontro. Matasse a parte l’importante è non perdere mai il bandolo.

  3. ciao, chiuR.Lo il problema è che anche li seguo la linea dello zucchero. Ma la scelta mi stà sempre un pò stretta. Buona domenica e a presto.

  4. Questo l’articolo integro (tagliato per via dello spazio che richiedeva la cronaca).

    E’ avvenuto ieri mattina, presso la sala consiliare del municipio di Collina Castello, l’atteso incontro tra il sindaco Umile Bisignano, il prefetto Antonio Reppucci, e, soprattutto, il comitato cittadino che aveva richiesto l’appuntamento per discutere delle serie problematiche che attanagliano le campagne bisignanesi. Un incontro importante, con la cornice dei cittadini delle contrade che hanno riempito la sala del consiglio, dando un tangibile segno di democrazia. Il pensiero del comitato si è alternato tra i vari interventi, mostrando lucidità e voglia di fare.
    “Nessuno vuole addossare responsabilità allo Stato e alla politica locale. Nella zona periferica da trent’anni vi sono numerosi problemi, e a volte la situazione è peggiorata con alcuni interventi maldestri. Siamo nella zona a nord-est della città e non mancano problemi di illuminazione, e soprattutto di viabilità, e quest’anno i problemi hanno raggiunto un livello non più sostenibile. Molte strade sono completamente chiuse e i cittadini sono disperati, perché ogni mattina non sappiamo se il nostro portone di casa sia libero o meno di fango”.
    Il comitato chiede, inoltre, la riapertura provvisoria di alcune arterie per consentire il lavoro ai contadini, e definiscono questa situazione una sorta di “L’Aquila”, con anche atti di sgombero che hanno turbato i bisignanesi. Un’altra richiesta formulata è di eliminare i tributi per chi è stato maggiormente colpito dalle frane, e il comitato sottolinea l’apertura al dialogo verso di tutti, senza legarsi a nessun colore politico.
    Parola anche all’opposizione. Prima Roberto Cairo sottolinea come “Si deve salvaguardare un territorio che vive di agricoltura e si deve stilare un protocollo per il presente e soprattutto per il futuro”. Cairo spera inoltre che i lavori nelle zone vengano effettuati da ditte bisignanesi, per far girare l’economia locale, mentre Fucile (che incontrerà il Prefetto lunedì mattina) sottolinea come sia ormai inutile fare polemica. Per Fucile:”Il problema era stato segnalato già un anno fa con la petizione della zona a monte, e votammo il bilancio lo scorso anno solo per aiutare questi cittadini. Ci dispiace che questa mossa sia stata travisata da chi fa opposizione, ma non ha rappresentanza sui banchi del consiglio, e anche dalla maggioranza che se ne è fatta un vanto”.
    Anche l’amministrazione comunale prende la parola, e in particolare è il sindaco Umile Bisignano a sottolineare la solidarietà della giunta verso i cittadini delle contrade. “Sono contento di questa partecipazione attiva – afferma il sindaco – e soprattutto ringrazio il Prefetto per la velocità con la quale si è precipitato a Bisignano. Noi siamo oberati dai debiti e con le mani legati: se non arrivano soldi, non possiamo intervenire. Abbiamo presentato 4,8 milioni di euro per vari progetti che la vecchia Regione Calabria ci ha rifiutati: ora spero che Scopelliti accolga le nostre richieste. Per l’esenzione dei tributi richiesta dai cittadini sono favorevolissimo”. Intanto salgono gli animi e spesso il rimbalzo degli interventi registra cose che vanno al di fuori del tema dell’incontro. Infine, parola al Prefetto Antonio Reppucci che ha invitato tutti a una maggiore calma, evitando polemiche, e promette di fare tutto il possibile per aiutare i cittadini delle contrade, e in particolare Bisignano tutta.
    Per concludere, ufficializzata la data del prossimo consiglio comunale, che si terrà giovedì 22 aprile con inizio alle ore 9. Sei i punti all’ordine del giorno, in un assise comunale che verterà principalmente sull’approvazione del bilancio e del programma triennale 2010/2012 dei lavori pubblici. Inoltre si discuterà sulle determinazioni assunte dal consiglio comunale in ordine alla deliberazione della Corte dei Conti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here