Targa ricordo per Rosario Mario Rago

1451

Dopo circa 60 anni ritorna nella sua Bisignano Rosario Mario Rago che, all’età di due anni, era emigrato, insieme alla sua famiglia, nell’America del Sud, nella città di Montevideo.
Rago è riuscito ad affermarsi nella nuova patria dove ha creato una fiorente piccola azienda per la produzione di scarpe, a conduzione familiare, alla quale ha voluto mettere il nome  “Bisignano” proprio per ricordare ed onorare il proprio paese d’origine.

Il fatto che nel centro di Montevideo un’azienda produttiva porta il nome  Bisignano ha suscitato orgoglio e soddisfazione  in tutta la comunità della cittadina della Valle del Crati, nella stessa Amministrazione Comunale   e nel sindaco, Umile Bisignano che ha voluto ringraziare il concittadino Mario Rago per avere portato alto il nome del proprio paese nel grande stato sudamericano dove vivono tanti altri compaesani che si sono fatti ammirare per l’intraprendenza e la laboriosità.
Il Sindaco, insieme ad assessori e collaboratori, ha ricevuto nel suo gabinetto il concittadino emigrato al quale ha consegnato una targa ricordo per sottolineare il successo della sua creatività nel paese ospitante e il grande attaccamento al suo luogo d’origine.
La vicenda umana e lavorativa del Rago non è un fatto isolato, decine di anni fa un altro bisignanese emigrato in Argentina si è distinto per avere vinto il primo premio assoluto in uno straordinario concorso che aveva come tema la creazione di un particolare modello di scarpette per ballerina, scarpette che poi furono indossate dalla prima ballerina del più famoso teatro di Buenos Aires.

Mario Guido
su: Nuovasibaritide