Stanislao Donadio approda a Belsito e lascia subito il segno

stanislao-donadio-300x279 Stanislao Donadio approda a Belsito e lascia subito il segno

Con la poesia inedita “Simone di Cirene” il poeta bisignanese Stanislao Donadio è stato uno dei protagonisti del reading di poesie e prose tenutosi a Belsito domenica diciotto agosto scorso. L’evento organizzato dall’Associazione Torre Toscana (quindici secoli di vita belsitese) e dall’Amministrazione del Comune di Belsito ha avuto come ambientazione scenica l’area antistante al portale d’ingresso della chiesa di San Giovanni Battista.

Il testo poetico presentato da Donadio mette l’accento su un personaggio minore dei Vangeli Simone di Cirene che per un breve tratto di strada verso il calvario portò la croce al posto di Gesù.

Chi fu veramente costui non è dato saperlo. Le domande sono tante e le risposte sono ancora molto poche. Egli giunse lì per caso o era tutto previsto? Il fascino del dubbio e dell’ignoto fa di Simone una figura importante e sfuggente che appare e scompare in pochi attimi, un mistero nel mistero da indagare in pochi versi pur sapendo di non raggiungere nessun risultato, specie quando poi è la fantasia a prendere il sopravvento.

Non c’è un “modo” unico di recitare una poesia e il maestro Donadio prosegue la sua interpretazione fino alla fine nella consapevolezza di comunicare qualcosa a qualcuno con il sentimento del testo. L’emozione del poeta che si fa parola, diventa suono, fiato, voce, viso e gesto davanti a un pubblico attento. Il reading ha visto anche la partecipazione di altri poeti provenienti da tutto il circondario.

Nota per i lettori: per chi volesse ascoltare il testo della poesia, può farlo cliccando sul seguente link  http://youtu.be/sf5wPFOZqjc .

20/08/2013 – Alberto De Luca

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here