Serie C, il rebus

Letture: 1490

cantù-corigliano 1-3COSENZA Il campionato di Serie C maschile sarà un rebus. Avrà 12 squadre oppure 14, intanto? Dopo le ultime stagioni vissute sulle montagne russe, servono regole serie dalla Fipav, soprattutto per evitare gli imbarazzanti ritiri a opera in corso, che creano problemi anche alle squadre che, con tanti sacrifici, garantiscono alle varie piazze un campionato comunque degno di nota. Per le cosentine c’è tanta curiosità, in una sorta di “anno zero” per la Milani Rende che, approfittando della mancata iscrizione della seconda squadra del Cosenza, accingerà probabilmente dalla DeSeta di Serie B1 per puntare alla vittoria del torneo. A Cetraro, dopo l’ottima stagione precedente, si cercheranno di ripetere le ottime prestazioni viste di recente, così come il Paola e il Praia vogliono continuare a far bene sfruttando soprattutto il fattore casalingo. Bisignano, invece, sarà una sorpresa anche per gli addetti ai lavori: qualche pallavolista è andato via, altri ne arriveranno e saranno promossi in prima squadra tanti giovani. Castrovillari, invece, deve recuperare un po’ di terreno, mentre si attende qualche mossa dall’area jonica, nella fattispecie sull’asse Rossano-Corigliano. Sarà un campionato, comunque, incerto e privato anche di molta qualità: ha fatto discutere la mossa della Tonno Callipo di smantellare proprio la seconda squadra, quella capace di vincere la Coppa Calabria di categoria a discapito del Bisignano.

masman