Santa Sofia, crisi politica

Con le dimissioni del vicesindaco – rassegnate lo scorso 3 luglio – il gruppo di maggioranza dell’Amministrazione Comunale di S. Sofia d’Epiro non ha più i numeri per garantirsi la stabilità all’interno del Consiglio Comunale.

Si apre così una fase storica senza precedenti per la vita politica del nostro paese.
È un momento particolare e delicato che merita da parte nostra assoluta attenzione al fine di porre in essere la scelta più giusta per l’interesse di tutti i cittadini.
Sono fermamente convinto che la nostra carica ci impone il dovere di rassegnare le dimissioni e porre fine a questo increscioso è imbarazzante teatrino.
Allo stesso tempo, però, non va assolutamente escluso il confronto con i cittadini per cercare di capire il loro pensiero e le loro proposte per uscire da questa crisi profonda.
Pertanto, sfrutteremo questo fine settimana per riflettere, ascoltare, confrontarci.
Una cosa è comunque certa: questa vicenda ha decretato il fallimento assoluto ed incondizionato del progetto politico di “Alternativa per S. Sofia”.

Spero solo in una presa di coscienza da parte di tutti coloro che hanno condotto a ciò e auguro a tutti i cittadini un futuro migliore.

Daniele Sisca

Dm Web di De Marco Fabrizio