Riapre l’ufficio postale di Mongrassano

Dopo circa tre settimane ritorna in funzione l’ufficio postale, che era stato violato in una rapina degna della banda del buco. L’ufficio che doveva riaprire il 4 di questo mese è stato riaperto ieri, e sono soprattutto gli anziani a lamentarsi di questa situazione. Ma gli animi si riscaldano gli animi anche sul versante amministrativo, dove i politici hanno sfoggiato le loro migliori retoriche nell’ultimo consiglio comunale…

Un consiglio nel quale si doveva discutere della grave situazione che sta bloccando il paese, con le frane che dappertutto hanno comportato la chiusura delle importanti e vitali vie di comunicazione come la Sp241, e altro ancora di un paese che cerca di guardare avanti con fiducia. Dall’opposizione, invece, arriva lo sfogo dei consiglieri che non hanno approvato alcune scelte della giunta Mariani, e con un comunicato stampa ribadiscono il loro pensiero. <<Lo svolgimento dell’ultimo consiglio comunale – afferma la minoranza – ha dimostrato come noi consiglieri non eravamo in un luogo di democratico confronto istituzionale, bensì in un terreno di scontro e d’aggressione. Questo atteggiamento condiziona fortemente la possibilità di un confronto, svuotando il senso di ciò che prevede la legge>>. Non è la prima volta che i quattro consiglieri d’opposizione manifestano il loro malessere e richiamano il sindaco Ferruccio Mariani a mantenere un ruolo di garante durante lo svolgimento dell’assise comunale. Il gruppo sottolinea come <<L’ultimo consiglio comunale, convocato per discutere dei gravi problemi prodotti dal dissesto idrogeologico che ha colpito il nostro territorio, è diventato occasione per attaccare il nostro capogruppo (Alberico Salerno, ndr) reo di esprimere le sue opinioni democraticamente su un blog. Così come poco edificante è stata la considerazione espressa dal sindaco su una raccolta di firme fatta da commercianti, artigiani e contadini, che si vedono fortemente penalizzati dalla chiusura della Sp241>>. I consiglieri, dunque, chiedono il perché di un consiglio comunale trasformato, secondo il loro parere, in un attacco politico quasi premeditato. L’opposizione si dichiara dalla parte dei cittadini e manifestano anche il loro disappunto per il mancato documento unitario che racchiudeva i disagi a Mongrassano, da inviare come prassi alle istituzioni per informare di una situazione idrogeologica non certo facile.

Massimo Maneggio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here