Occorre elaborare un piano per la sicurezza sul territorio di Bisignano

Letture: 2038

Quello che vogliamo lanciare con questo comunicato è unsegnale d’attenzione su alcune problematiche inerenti alla sicurezza sul territorio bisignanese, contenente alcune proposte che desideriamo siano attentamente esaminate e per aprire un dibattito serio e costruttivo su questo tema che deve essere urgentemente affrontato.

Pochi giorni fa, l’area del piazziale antistante al Santuario di Sant’Umile ha subito il furto di tutti i tombini. La lista dei luoghi sacri depredati da ladri di metalli o che hanno subito ruberie con trafugazione di denaro e vari oggetti di valore storico e religioso nel territorio bisignanese e limitrofo è lunga e riporta questi mesti eventi da tanto tempo a questa parte.

Solo un mese fa, a causa della trafugazione di un’ingente quantità di rame dai cavi telefonici del comune, l’intero paese è rimasto sprovvisto di linea telefonica e servizio internet per una intera giornata. L’estrazione illegale di rame dai cavi della rete elettrica, telefonica, e da varie centraline è un fenomeno sempre più diffuso a cui bisogna prendere delle adeguate misure finalizzate a contrastarlo.

È evidente che il problema della trafugazione di tutto questo materiale è notevole e senza aspettare ulteriore danni bisogna tassativamente iniziare a reagire di conseguenza. Non si può ignorare il fenomeno, bisogna mettere in atto una idonea programmazione per mettere in sicurezza il territorio, i servizi pubblici e i cittadini stessi.

Le proposte sono di investire su mezzi di vigilanza tecnici, come telecamere e sistemi tecnologici di soreveglianza, oltre che rafforzare le forze dell’ordine,metterli nelle condizioni di poter svolgere il loro lavoro secondo un’adeguata organizzazione delle risorse. Le suddette misure dovrebbero essere applicate anche per sistemare le falle nella viabilità, nella gestione del traffico e dei parcheggi. Bisignano è un comune con un certo numero di abitanti e una notevole superficie territoriale e non è assolutamente impensabile che debba disporre di tali mezzi. Per concludere, riteniamo che sia fondamentale instaurare un certo grado di sorveglianza in quei siti esposti a rischio e contraddistinti dalle caratteristiche sopra esposte.

Invitiamo dunquel’amministrazione comunale ad aprire una programmazione volta a risolvere le suddette problematiche. Il problema della sicurezza è evidente, i cittadini chiedono adeguate misure su questo tema, noi siamo disponibili a collaborare con la maggioranza per qualsiasi attività necessaria ma occorre che la nostra segnalazione e i nostri suggerimenti siano presi in esame già dal prossimo consiglio comunale, nella cui sede ci auguriamo si possa aprire alla immediata messa in sicurezza del nostro territorio.

Partito Democatico Bisignano
2/03/2015

bisignano-pd