Murano: fate un consiglio comunale per il “Siciliano” e basta schermaglie e speculazioni

569

La vicenda dell’accorpamento al “Pezzullo” di Cosenza non può considerarsi conclusa. È necessario che tutta la comunità bisignanese esprima il suo dissenso verso il provvedimento preso dalla Provincia e dalla Regione e lo faccia attraverso il suo massimo organo istituzionale: il Consiglio Comunale convocato in seduta straordinaria e urgente, aperto al contributo dei cittadini. Chiedo al partito in cui milito da quando avevo 12 anni di farsi promotore delle iniziative necessarie a contestare un provvedimento ingiusto ed iniquo. Il Sindaco della nostra Città, congiuntamente, ad una delegazione unitaria del Consiglio deve chiedere un incontro urgentissimo ai presidenti della Provincia e della Regione. Non c’è tempo da perdere.


Lettera aperta al Sindaco, ai consiglieri comunali di Bisignano e al Dirigente Scolastico Reggente dell’istituto d’Istruzione Superiore di Bisignano, al Consigliere Provinciale Lucantonio Nicoletti.
Egregi Signori in indirizzo
Nella qualità di ex-dirigente scolastico reggente dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Enzo Siciliano” di Bisignano sono intervenuto sulla vicenda dell’accorpamento della nostra istituzione convinto come sono che solo l’unità delle forze politiche e istituzionali della nostra cittadina può risolvere positivamente il problema della nostra scuola. La polemica fine a se stessa non serve e per questo motivo, così come mi sono ripromesso, non ho alcuna intenzione di rispondere a tentativi maldestri di addossarmi responsabilità che con tutta evidenza sono di altri. Molti mi riconoscono coerenza e determinazione nel perseguire gli obiettivi che mi sono prefissati nella mia vita. In effetti, questo è vero. Ed è per il bene e l’amore che nutro per la nostra cittadina che chiedo a Voi tutti di fare lo sforzo di stare insieme per chiedere all’amministrazione provinciale, prima, e regionale, poi, di porre rimedio all’errore madornale dell’accorpamento dell’I.I.S. di Bisignano all’I.I.S. “ Pezzullo” di Cosenza. La prima cosa da fare entro domani è quella di scrivere una lettera al Presidente della Provincia di Cosenza dove si evidenzia l’errore commesso nel non rendere esecutiva la sentenza del Consiglio di Stato n. 06444/2016 del 19/09/2016, che accoglie, di fatto, la concessione dell’autonomia alla nostra istituzione scolastica, respingendo il ricorso allo stesso Consiglio da parte della Regione Calabria teso a sospendere l’efficacia di quanto deliberato a sua volta dal T.A.R; in subordine di far restare la nostra istituzione in reggenza per un altro anno. Lunedì bisogna recarsi a Cosenza e consegnare a mano la lettera, insieme a tutta la documentazione pregressa, chiedendo un incontro al Presidente della Provincia facente funzione e al futuro presidente. Al Consigliere Provinciale Lucantonio Nicoletti spetta il compito di portare a compimento questa missione, favorendo il dialogo fra le istituzioni. Per quanto mi riguarda resto a completa disposizione di tutti.
Bisignano 20 gennaio ’17

 

Franco Murano