Miracolo Vettel, Ferrari vince in Australia

461

Dal nostro esperto Massimiliano Aquino

É iniziato con il Gran Premio d’Australia il campionato mondiale di Formula Uno. Una stagione che si annuncia particolarmente avvincente per la Ferrari di Vettel e Raikkonen. Già nei test invernali, la Ferrari aveva messo in luce tutte le potenzialità nella nuova SF70H, che grazie al lavoro dei tecnici di Maranello, ha interpretato al meglio i nuovi regolamenti della nuova stagione. Il primo appuntamento stagionale sul circuito di Melbourne, restituisce una Ferrari competitiva e affidabile,  sia in gara, che in qualifica, dopo le ultime stagioni trascorse a lottare per il podio. A partire dalle qualifiche di sabato infatti, la Ferrari ha dimostrato di poter competere con le frecce d’argento. La lotta per la pole è stato un duello a due tra Mercedes e Ferrari, con un ritrovato Vettel che dopo aver a lungo battagliato con Hamilton per la pole position, ha ottenuto la prima fila accanto alla Mercedes campione del mondo. In seconda fila i rispettivi compagni di squadra, con Bottas – all’esordio in Mercedes – in terza posizione e Raikkonen in quarta. Lontani dai primi, i tempi delle due Red Bull di Ricciardo e Verstappen.

In gara ha trionfato la Ferrari di Vettel, giunta al traguardo con 10″ di vantaggio sulla Mercedes campione del mondo. La svolta al 17° giro. L’aggressività di Vettel ha indotto il muretto Mercedes ad anticipare la sosta, che di fatto, ha compromesso la gara di Hamilton, costretto ad accodarsi dietro la Red Bull di Verstappen al suo rientro in pista, mentre Vettel al comando macinava una serie di giri veloci. Sette giri di differenza tra il pit stop della Mercedes e quello della Ferrari, che hanno consentito a Vettel di scaricare in pista tutti i cavalli della sua SF70H sino alla bandiera a scacchi. Per il Tedesco successo numero 43 in carriera, mentre la Ferrari ritorna al successo dopo due anni. Completa il podio l’altra Mercedes di Bottas. In quarta posizione la Ferrari di Raikkonen ad oltre 20″ dal compagno di squadra. In quinta posizione la Red Bull di Verstappen che precede la Williams di Massa. Costretti al ritiro Ricciardo e Alonso.  Ottimo l’esordio – dopo 6 anni un pilota Italiano ritorna a disputare un Gp di Formula Uno – di Antonio Giovinazzo, che a causa dei problemi fisici di Pascal Wehrlein in seguito all’incidente accorso quest’inverno nella Race of the champions, ha preso il volante della sua Sauber ottenendo la 16.ma posizione in griglia di partenza, e la 12.ma posizione al termine del Gp.

Al termine della gara il commento di Vettel: “Una gara fantastica, è stato folle in senso positivo vedere tutte quelle bandiere rosse. Abbiamo fatto un lavoro eccellente, la Ferrari ci permette di competere quest’anno. Ho avuto un po’ di fortuna quando Hamilton è uscito dal box finendo nel traffico, ma poi sono riuscito a reggere con le gomme e la macchina ha funzionato bene”.

Felice per la sua gara e per la vittoria Ferrari, Antonio Giovinazzo: “L’obiettivo era finire la gara, sono contento anche per la Ferrari, un Italiano è tornato in Formula Uno e la Ferrari è tornata a vincere. Una giornata che non dimenticheremo mai. Ė stato un week end fantastico. Speravamo di chiudere la gara e sono arrivato dodocesimo”.

 

Gp d’Australia, Albert Park, 5.3km, 58 giri.

Qualifiche

 

1 L. Hamilton 1:22’188″ 2 S. Vettel 1:22’456″, 3 V. Bottas 4 K. Raikkonen 1:23’033″, 5 M. Verstappen 6 R. Grosjean, 7 F. Massa 8 C. Sainz, 9 D. Kvyat 10 D. Ricciardo, 11 S. Perez, 12 N. Hulknberg, 13 F. Alonso 14 E. Ocon, 15 M. Ericsson 16 A. Giovinazzo, 17 K. Magnussen 18 S. Vandoorne, 19 L. Stroll 20 J. Palmer.

 

Ordine d’arrivo: 1 Vettel 1h24’11″670 (Ferrari), 2 Hamilton (Mercedes), 3 Bottas (Mercedes), 4 Raikkonen (Ferrari), 5 Verstappen (Red Bull), 6 Massa (Williams), 7 Perez +1 giro (Force India), 8 Sainz +1 giro (Toro Rosso), 9 Kvyat +1 giro (Toro Rosso), 10 Ocon +1 giro (Force India), 11 Hulknberg  +1 giro (Renault), 12 Giovinazzo +2 giri (Sauber), 13 Vandoorne +2 giro (McLaren). Ritirati Alonso, Magnussen, Stroll, Ricciardo, Ericsson, Palmer, Grosjean.

Classifica piloti:  Vettel 25 punti, Hamilton 18, Bottas 15, Raikkonen 12, Verstappen 10, Massa 8, Perez 6, Sainz 4, Kvyat 2, Ocon 1.

Classifica costruttori: Ferrari 37 punti, Mercedes 33, Red Bull 10, Williams 8, Force India 7, Toro Rosso 6.

Prossimo appuntamento 9 aprile Gp di Cina.