Lo stendardo della Coldiretti (raffigurato in foto) rappresenta una provocazione inaccettabile per tutti i calabresi

stendardo-coldiretti Lo stendardo della Coldiretti (raffigurato in foto) rappresenta una provocazione inaccettabile per tutti i calabresi

Quelle bandiere servirebbero anche a pompare l’acqua? Sarebbe bastato realizzare le opere ordinarie di bonifica (per i tributi già pagati profumatamente dai consorziati per i ruoli emessi dai Consorzi di bonifica per gli anni 2006, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011) e l’alluvione probabilmente si sarebbe potuta evitare. Per decenni i Consorzi di bonifica calabresi hanno prodotto soltanto un totale di debiti pari a 155.135.966,12 milioni di euro senza mai realizzare opere di bonifica per la salvaguardia ambientale e le esondazioni. A tal proposito, lo stendardo della Coldiretti (raffigurato in foto) rappresenta una provocazione inaccettabile per tutti gli agricoltori calabresi. Le provocazioni all’interno di un clima di tensione sociale caratterizzante la sciagurata gestione economica e politica calabrese potrebbero rappresentare un vero bumerang per tutti, soprattutto a fronte di quello che si sta verificando in tutta la nazione. Le associazioni di categorie non sono esenti da responsabilità pertanto farebbero meglio a togliere quei simboli di encomiabile decadimento civile. Coldiretti rappresenta, infatti, la maggioranza nei consigli di amministrazione dei Consorzi di bonifica calabresi. In un paese civilizzato si sarebbe intervenuti senza sponsorizzare l’evento ma soltanto assolvendo al dovere. Invece, in Calabria c’è bisogno di piantare una bandiera della Coldiretti per prendersi il merito di ciò che si sta facendo. Prima si fanno straripare i fiumi per la totale mancanza di opere e poi si piantano le bandiere sulle idrovore. Non ci sono parole, tutto questo è veramente raccapricciante. Evviva l’Italia!

22/01/2013                                                                                              Alberto De Luca

3 Commenti

  1. Vorrei invitare cortesemente tutti i cittadini calabresi a svegliarsi perche’ sembriamo tutti delle marionette e i politici , istituzioni anche ecclesiastiche , associazioni ( che dovrebbero difenderci in primis dove sono ??? ) sono i cosiddetti pupari… . bellla cosa !!!
    Poi i giovani d’oggi l ‘unica rivoluzione che conoscono e’ quella quando i genitori gli negano qualcosa ( quando credo che il bene di un genitore sia sacrosanto ) vanno marcati dalla testa ai piedi ma senza na conclusione e non si rendono conto di quello che succede intorno a loro, oppure dellla fine che stiamo facendo…( abbiamo gia’ fatto misa tanto ! ) Allora dobbiamo arrenderci o ci diamo na mossa…? EVVIVA L’ITALIA ! IO NON MI SENTO ITALIANA , MA PER FORTUNA O PURTROPPO LO SONO… ABBIAMO FATTO L’EUROPA…FACCIAMO ANCHE L’ITALIA…….!!!!!!

  2. io, cortesemente mi defilo. anzi no continuo a dormire. ma che c’hai in mente ragazzi’? che vuoi fare la rivoluzione su invito? così su due piedi. la gente ha altro per la testa. e poi io non ci ho niente da mettermi. occorre prepararsi, sbarbarsi, limare le unghie. son rotture.

  3. Senti la situazione e’ piu’ tragica di quello che si pensa e poi scusa che ti preoccupa contina a dormire no qual’e’ il problema, lascia parlare a chi i problemi li ha……! la gente ha altro per la testa ?
    sicuramente ma ci sono pure questi di problemi e non si puo’ fare finta di niente !

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here